“La sentenza ERC sugli accordi energetici dovrebbe applicarsi a tutti i fornitori”

ACEN Corp. ha dichiarato mercoledì che anche il suo accordo di fornitura di energia con Manila Electric Co. (Meralco) dovrebbe essere modificato nel caso in cui le autorità di regolamentazione decidessero di modificare l’accordo di alimentazione (PSA) tra Meralco e le unità di alimentazione di San Miguel Corp.

Phinma Energy Corp., ribattezzata AC Energy Philippines e successivamente ACEN Corp., ha vinto l’asta competitiva per fornire Meralco 200 megawatt (MW) per P4,7450 per kilowattora (kWh) per 10 anni o fino al 25 dicembre, 2029

“Qualunque sarà la decisione, speriamo che il nostro regolatore e Meralco tratteranno tutti i fornitori in modo equo e coerente. Abbiamo lo stesso contratto e serie simili di circostanze, quindi se c’è un cambiamento di circostanza in un fornitore, lo stesso dovrebbe applicarsi agli altri”, ha affermato il presidente di ACEN Eric Francia.

Meralco, South Premiere Power Corp. (SPPC) e San Miguel Energy Corp. (SMEC) attendono la decisione della Commissione di regolamentazione dell’energia (ERC) sulle petizioni di sgravio temporaneo delle tariffe che hanno presentato.

SPPC ha chiesto all’ERC un aumento della tariffa da gennaio a maggio, di P0,80 per kilowattora (kWh) da P4,30 a P5,10/kwh per i suoi 670 MW di capacità di carico di base contratta dall’impianto di Ilijan e una media di P4/kwh, da P4.30 a P8.30/kwh, per la capacità di carico base contrattuale di SMEC di 330 MW dall’impianto di Sual.

Le petizioni congiunte hanno citato i prezzi elevati del carbone, l’aumento vertiginoso dei prezzi del carburante durante la guerra Russia-Ucraina e le restrizioni alla fornitura di gas naturale dal giacimento di gas di Malampaya come ragioni per il sollievo temporaneo. I prezzi del carbone sono stati in media di $ 176 per tonnellata (tonnellata) nella seconda metà da soli $ 99/tonnellata nella prima metà del 2021. Il prezzo medio del carbone nel 2019 e nel 2020 era solo di $ 69/tonnellata. I prezzi del carbone hanno recentemente raggiunto livelli senza precedenti, fino a $ 440/tonnellata, innescati principalmente dal conflitto Russia-Ucraina.

Nel caso dell’impianto a gas naturale di Ilijan, comunicazioni discutibili e unilaterali di restrizioni sul gas, che hanno causato la riduzione o la cessazione della consegna della capacità disponibile, hanno gravemente influito sulla capacità di generazione netta dell’impianto, costringendolo a procurarsi un costoso combustibile sostitutivo dal Mercato all’ingrosso di spot elettrici.

SPPC e SMEC cercano solo un adeguamento parziale del prezzo in modo che gli impianti possano continuare a fornire a Meralco.

Leave a Reply

Your email address will not be published.