Prestito R7.6bn della Banca Mondiale inteso a proteggere i mezzi di sussistenza dei cittadini contro Covid-19 – dipartimento sanitario



Il Dipartimento della Salute afferma che il prestito di 454,4 milioni di euro (circa 7,6 miliardi di Rand) assicurato dal Sudafrica dalla Banca mondiale farà molto per proteggere la vita e i mezzi di sussistenza dei cittadini dalla pandemia di Covid-19.

Il prestito della Banca Mondiale di SA

La Banca mondiale e il Tesoro nazionale questa settimana Giovedì il dipartimento della salute ha affermato che sebbene una parte enorme del prestito sarebbe stata utilizzata per pagare i vaccini, per lo più acquistati dal governo tra dicembre 2020 e giugno 2021, le risorse finanziarie aggiuntive darebbero anche flessibilità al governo per pagare altre attività prioritarie di risposta al Covid-19.

“Il Dipartimento della Salute accoglie con favore i continui sforzi del governo per dare priorità al sistema sanitario, compresa la risposta del Paese alla pandemia di Covid-19.

“Poiché sappiamo che il paese e la comunità globale non sono ancora fuori pericolo, questa iniezione di ulteriori risorse finanziarie garantite dalla Banca Mondiale farà molto per proteggere le vite e i cappucci viventi (sic) della nostra gente contro questo una sfida per la salute pericolosa per la vita”, ha dichiarato il portavoce del dipartimento, Foster Mohale.

Mohale ha aggiunto che il prestito – che fa parte del progetto di risposta all’emergenza Covid del Sud Africa – creerebbe un ambiente favorevole per altri donatori, banche multilaterali di sviluppo e agenzie delle Nazioni Unite per sostenere ulteriormente gli sforzi di vaccinazione nel paese.

I giovani sono stati invitati a farsi prendere a pugni

Il dipartimento della salute ha esortato i giovani in questo mese della gioventù a vaccinarsi contro il Covid-19 poiché i vaccini sono rimasti l’arma più efficace contro il virus.

“Ci piace anche esortare la nostra gente, in particolare i giovani, a vaccinare in numero e anche a ricevere dosi di richiamo per migliorare il loro livello di immunità contro le varianti attuali e future di preoccupazione mentre il Paese si sta avvicinando al raggiungimento dell’immunità della popolazione.

“Mentre il Paese commemora la giornata della gioventù per rendere omaggio alle vite e ai sacrifici della generazione del 1976 per riconoscere il ruolo che hanno svolto nella lotta di liberazione del Sudafrica dalle catene del regime dell’apartheid, esortiamo i giovani a emularli attivamente partecipando alla lotta per una vita lunga e sana per tutti i sudafricani”.

Opposizione al prestito della Banca Mondiale

Nel frattempo, alcuni partiti di opposizione e sindacati hanno espresso preoccupazione per i crescenti obblighi di debito del Sud Africa.

L’Alleanza Democratica (DA) ha affermato che il prestito della Banca mondiale porterebbe il governo a prosciugare il fiscus di R1 trilioni nei prossimi tre anni in rimborsi di interessi sul debito.

Il deputato del procuratore distrettuale Dion George ha detto che chiederà al ministro delle finanze Enoch Godongwana quali sono i termini del rimborso del debito e presenterà anche un disegno di legge per i membri privati ​​per garantire la responsabilità fiscale.

“Il prestito del governo dell’ANC dalla Banca Mondiale è un’altra chiara indicazione che il Sud Africa ha finito i soldi e sta scavando i contribuenti laboriosi in una trappola del debito sempre più profonda che spiazza sempre più la fornitura di servizi ai membri più vulnerabili della nostra società, George ha detto in una nota.

Allo stesso tempo, anche la Federazione sudafricana dei sindacati (Saftu) ha espresso preoccupazione per il prestito, affermando che comprometterebbe ulteriormente la sovranità economica del Sudafrica.

“La recente dichiarazione che annuncia il nuovo prestito non ha specificato a quanti interessi verrà addebitato il prestito, affinché il pubblico possa valutare in modo indipendente se l’interesse è giusto o meno.

“Questa è una violazione del dovere poiché un tipico prestito della Banca Mondiale non solo ha un tasso di interesse più alto rispetto ai prestiti locali a causa del previsto calo della valuta – ad esempio da R15.3 a R16.2 negli ultimi giorni – il che significa che il rimborso avviene a un tasso effettivo molto più elevato. Inoltre, la banca in genere impone la condizionalità neoliberista”.

ORA LEGGI:

Leave a Reply

Your email address will not be published.