Gli Stati Uniti vedono un calo generale dei casi di vaiolo delle scimmie, alcune aree stanno ancora registrando picchi

NUOVOOra puoi ascoltare gli articoli di Fox News!

Il direttore dei Centers for Disease Control and Prevention (CDC) degli Stati Uniti, Rochelle Walensky, ha dichiarato giovedì di essere cautamente ottimista su un calo della crescita di nuovi casi di vaiolo delle scimmie, ma che alcune aree del paese stanno ancora registrando un aumento delle infezioni.

Ha anche affermato durante un briefing alla Casa Bianca che l’agenzia stava adottando misure per affrontare le disparità razziali ed etniche nella distribuzione dei vaccini contro il vaiolo delle scimmie.

Quasi 23.000 casi di vaiolo delle scimmie sono stati identificati negli Stati Uniti al 14 settembre, ha detto Walensky ai giornalisti.

AMMINISTRAZIONE BIDEN AMPLIA LA DISTRIBUZIONE DEL VACCINO MONKEYPOX CON UN CONTRATTO AMERISOURCEBERGEN DA $ 20 MILIONI

“Nelle ultime settimane, siamo stati lieti di vedere un calo nella crescita di nuovi casi qui e all’estero. Ci sono aree degli Stati Uniti in cui il tasso di aumento dei nuovi casi è ancora in aumento”, ha affermato. “Ci avviciniamo a questa notizia con cauto ottimismo”.

La composizione razziale ed etnica dell’epidemia si è evoluta nelle ultime settimane, ha detto Walensky.

CDC sta aprendo le domande per un programma pilota di equità del vaccino nell’ambito del quale sono state assegnate 50.000 dosi del vaccino Jynneos della Baviera nordica per affrontare le disparità di distribuzione.

La scorsa settimana gli uomini di colore non ispanici rappresentavano il 38% delle infezioni segnalate da vaiolo delle scimmie e gli uomini ispanici rappresentavano il 25%. Un netto contrasto dall’inizio dell’epidemia di vaiolo delle scimmie in cui uomini bianchi non ispanici costituivano la maggior parte dei casi.
(REUTERS/FILE FOTO)

“Mentre i casi di vaiolo delle scimmie sono stati osservati per la prima volta principalmente in uomini bianchi non ispanici, nell’ultima settimana tra i casi per i quali abbiamo dati su razza ed etnia, i neri non ispanici rappresentavano il 38% dei casi, gli uomini latini o ispanici rappresentavano il 25% di casi e uomini bianchi non ispanici rappresentavano il 26%”, ha detto Walensky.

Al contrario, del 91% delle prime dosi di vaccino somministrate per le quali il CDC ha dati su razza ed etnia, i bianchi hanno ricevuto circa il 47% di quei colpi, gli ispanici hanno ricevuto circa il 20% e i neri hanno rappresentato circa il 12%, ha osservato il direttore del CDC .

“La percentuale di vaccini somministrati a uomini latini o ispanici e uomini neri non ispanici è sproporzionatamente inferiore a quella che vediamo rappresentata nei casi”, ha riconosciuto.

ECCO LO STATO GLOBALE DI MONKEYPOX: ESTATE 2022

Finora sono state somministrate più di 540.000 dosi di vaccino contro il vaiolo delle scimmie, ha affermato Walensky. I dati CDC mostrano che l’80% di queste erano prime dosi, ma il numero di seconde dosi somministrate è aumentato nelle ultime settimane, ha detto Walensky.

Jynneos deve essere somministrato in due dosi, a distanza di quattro settimane, per essere pienamente efficace. In un briefing il 26 agosto, Walensky ha affermato che il 97% dei colpi somministrati erano state le prime dosi.

Leave a Reply

Your email address will not be published.