NRL 2022: lo scioccante tratto finale di Parramatta esposto

Il campionato di rugby è disseminato di hoodoos e presagi e addirittura sfortuna.

Ma quando si tratta di superare la seconda settimana delle finali, alcuni dei loro fan ritengono che siano semplicemente maledetti.

Tutti sanno della siccità della Premiership che risale al 1986 o del fatto che non hanno raggiunto un gran finale da quando sono stati battuti dalla Tempesta nel 2009.

La cosa frustrante per l’esercito blu e oro è che la squadra è in lizza da un po’ di tempo ma è caduta allo stesso ostacolo in quattro delle cinque stagioni precedenti.

Ecco perché c’è così tanta trepidazione che porta alla semifinale di venerdì contro i roventi Raiders, dato che sono stati raggruppati in due set nel 2017 e nel 2020 ed eliminati nella seconda settimana nel 2019 e nel 2021 dopo vittorie impressionanti per iniziare la post-stagione .

“Lo uso come motivazione”, ha detto lo skipper Clint Gutherson, fiducioso che questa squadra abbia le carte in regola per correggere gli errori delle campagne precedenti.

“Sai dove sei stato e sai cosa devi fare per cercare di uscirne.

“Siamo stati qui prima e molti giocatori sono andati oltre, ma devi andare là fuori e prenderlo una settimana alla volta.

«Fai o muori adesso. Dobbiamo solo andare là fuori e assicurarci di suonare lo stile di footy che vogliamo giocare”.

Il compagno di squadra Ryan Matterson sa cosa serve per arrivare fino in fondo dopo aver ottenuto il successo in Premiership con i Roosters nel 2018.

Dice che l’ascesa di ragazzi come Will Penisini e Isaiah Papali’i, così come l’incredibile forma di Dylan Brown, ha gli Eels sulla buona strada per passare alla terza settimana.

“Siamo maturati come squadra, ma abbiamo anche avuto alcune aggiunte”, ha detto.

“Ci sono alcuni giocatori chiave che probabilmente sono più in forma di quanto non fossero nelle stagioni precedenti, il che è utile.

“Ho giocato così tante semifinali e dipende sempre da chi si presenta la giornata. Quello che hai fatto in passato non significa assolutamente nulla.

“L’hai visto nella partita Roosters-Souths nel fine settimana. Niente aveva senso in quella partita, ma si trattava semplicemente di quale squadra fosse disposta a rimboccarsi le maniche per gli 80 minuti.

L’halfback Mitch Moses era in qualche dubbio per la resa dei conti di venerdì, ma è stato autorizzato a prendere il suo posto dopo aver recuperato dal contrasto della scorsa settimana andato storto su Viliame Kikau.

È stato uno dei migliori di Parramatta in questa stagione con un record di 26 assist da meta, ma vuole farlo contare ora con tutto in gioco.

“Siamo stati qui alcune volte, ma non credo che ci siano (demoni persistenti)”, ha detto Moses.

“Se la guardi così. quindi può influenzare il tuo gioco.

“Abbiamo una nuova rosa e ci sono nuovi giocatori, compresi quelli che non hanno giocato nella seconda settimana di finali. Saranno caricati e pronti per partire.

“Penso che tu debba solo allontanarti da quelle cose. Se ci pensi troppo, può influire sul tuo piede. Dobbiamo superare la seconda settimana di finali e i ragazzi sono piuttosto accesi”.

Sebbene la storia non così antica suggerisca che gli Eels siano condannati, i numeri moderni raccontano una storia completamente diversa che dovrebbe dare ai loro fan la certezza di vedere la loro squadra nella finale preliminare.

La squadra di Brad Arthur non ha perso due partite consecutive nel 2022 e ha effettivamente prodotto alcuni dei suoi momenti migliori nella settimana successiva a una sconfitta.

Entrambe le vittorie su Penrith in questa stagione sono arrivate la settimana dopo una sconfitta, mentre hanno anche battuto lo Storm all’inizio dell’anno dopo una sconfitta di misura contro gli Sharks.

Gli Eels hanno anche registrato grandi vittorie sui Knights and Bulldogs e si sono ripresi da una grande sconfitta contro Canterbury per sconfiggere i Roosters sulla scia dei migliori 40 minuti che una squadra ha giocato in questa stagione.

È per questo che l’omone Junior Paulo non è preoccupato di parlare di una maledizione o di eventuali bambole voodoo in giro a Canberra.

“Faremo meglio a trovarlo rapidamente prima di venerdì”, ha scherzato.

“Devi essere in grado di svuotare (perdite) il più rapidamente possibile. Le buone squadre non perdono partite consecutive e questo è un motto con cui abbiamo cercato di correre.

“Più velocemente possiamo riprenderci, meglio torniamo al ritmo delle cose”.

Le anguille avrebbero potuto semplificarsi la vita se avessero battuto Penrith venerdì scorso per guadagnarsi la settimana libera.

Stavano conducendo verso l’ultima mezz’ora prima che la brillantezza di Nathan Cleary e alcuni errori insoliti rovinassero la loro serata.

Ora hanno un’altra possibilità in due settimane di finali, appena 12 mesi dopo la fine della loro campagna del 2021 per mano dei Panthers, quando molte persone pensavano che fossero la squadra migliore.

“Non è il massimo quando perdi, ma devi essere in grado di riprenderti rapidamente”, ha detto Gutherson.

“Siamo stati abbastanza bravi a riprenderci da alcune pessime prestazioni contro alcune grandi squadre. Vorremmo portarlo in questa settimana.

“Dobbiamo essere in grado di trasformare quella fortuna a modo nostro. Dipende da noi e riguarda noi che giochiamo al nostro gioco e al nostro stile.

“Siamo fiduciosi che se giochiamo il calcio che vogliamo, possiamo battere chiunque”.

Originariamente pubblicato come “Lo uso come motivazione”: le statistiche che nessun fan di Eels vuole vedere

Leave a Reply

Your email address will not be published.