Pag-IBIG esorta i datori di lavoro con contributi non erogati ad avvalersi della condonazione della sanzione

I massimi dirigenti del Fondo Pag-IBIG hanno esortato i datori di lavoro con contributi non erogati per i loro dipendenti ad avvalersi del programma di condonazione delle sanzioni dell’agenzia e ad adempiere ai propri obblighi – sia prima che durante la pandemia – senza alcuna penale mensile sulle rimesse ritardate.

“Noi del Fondo Pag-IBIG riconosciamo il ruolo significativo svolto dalla comunità imprenditoriale nel consentire ai lavoratori filippini di ottenere l’adesione a Pag-IBIG e nell’aiutare la nostra nazione a continuare a riprendersi dalla pandemia. Ecco perché stiamo fornendo i mezzi ai datori di lavoro per saldare i contributi Pag-IBIG non erogati dei loro dipendenti senza sanzioni. Con questo programma, ci aspettiamo che più lavoratori filippini godano dei vantaggi di essere un membro Pag-IBIG in linea con l’invito del presidente Ferdinand R. Marcos, Jr. a fornire una vita migliore a tutti i filippini”, ha affermato il segretario Jose Rizalino L. Acuzar del Dipartimento per gli insediamenti umani e lo sviluppo urbano e presidente del Consiglio di fondazione del Fondo Pag-IBIG di 11 membri.

Secondo lo statuto dell’agenzia, i datori di lavoro sono responsabili della registrazione e della rimessa dei contributi mensili obbligatori Pag-IBIG dei propri dipendenti, che consistono nei contributi del dipendente e nella quota di contropartita del datore di lavoro. Con il suo programma di condono delle sanzioni, i datori di lavoro idonei possono ora saldare i contributi Pag-IBIG non versati dei propri dipendenti senza penali.

L’amministratore delegato del Fondo Pag-IBIG Acmad Rizaldy P. Moti, nel frattempo, ha affermato che il programma ha una portata volutamente ampia per aiutare a rilanciare l’attività economica. Il programma copre non solo tutti i contributi Pag-IBIG non versati dai datori di lavoro durante la pandemia, ma anche tutti i contributi non versati anche prima della pandemia. Ha inoltre affermato che, oltre ad avere le penalità per le loro rimesse ritardate al 100% condonate, i datori di lavoro che non sarebbero in grado di adempiere integralmente ai propri obblighi possono anche optare per un piano di pagamento con un basso tasso di interesse mensile dello 0,5%. Moti ha inoltre sottolineato che se i contributi illimitati in corso di liquidazione sono quelli durante la pandemia o quelli da marzo 2020 in poi, si rinuncia agli interessi passivi sui piani di pagamento.“Il programma Pag-IBIG Penalty Condonation che stiamo offrendo ha una copertura più ampia rispetto ai precedenti programmi che abbiamo implementato. Poiché cerchiamo di fornire la massima assistenza alla comunità imprenditoriale, il programma copre non solo i contributi non erogati durante la pandemia di Covid-19, ma anche quelli precedenti alla crisi sanitaria. Con le condizioni favorevoli del programma, ai datori di lavoro vengono forniti i mezzi per aggiornare i contributi mensili dei propri dipendenti, pur mantenendo un sano flusso di cassa per sostenere le loro operazioni. Questo è il nostro modo di aiutare la comunità imprenditoriale – il cui supporto è stato determinante nel consentire al Fondo Pag-IBIG di registrare record record nelle nostre raccolte di risparmi per i soci negli ultimi anni – continuare a riprendersi dagli effetti della pandemia”, disse Moti.

Leave a Reply

Your email address will not be published.