Aggiornamento Covid-19: 6.375 nuovi casi identificati in SA in 24 ore



Il Sudafrica ha identificato 6.375 nuovi casi di Covid-19 nelle ultime 24 ore, il che porta il numero totale di casi confermati in laboratorio a 3.921.633.

Questo aumento rappresenta un tasso di positività del 19,5%, ha annunciato l’Istituto nazionale per le malattie trasmissibili (NICD), una divisione del National Health Laboratory Service.

La maggior parte dei nuovi casi oggi provengono da Gauteng (34%) seguito da Western Cape (23%). KwaZulu-Natal rappresentava il 14%; Eastern Cape rappresentava il 10% e Free State rappresentava il 7%. Northern Cape e North West rappresentavano ciascuno il 4%; Mpumalanga rappresentava il 3% e Limpopo rappresentava l’1% dei casi odierni.

Il Paese ha anche riportato 18 decessi e di questi, 6 si sono verificati nelle ultime 24-48 ore. Ciò porta le vittime totali a 100.916 fino ad oggi.

“A causa dell’esercizio di audit in corso da parte del Dipartimento nazionale della salute (NDoH), potrebbe esserci un arretrato di casi di mortalità Covid-19 segnalati”, ha affermato il NICD.

Sono stati condotti 25.025.578 test sia nel settore pubblico che privato.

Nelle ultime 24 ore sono aumentati di 134 i ricoveri ospedalieri.

L’OMS autorizza il vaccino cinese CanSinoBIO Covid-19

Giovedì l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha dato il via libera al vaccino Covid-19 del produttore cinese CanSinoBIO, il nono colpo per ottenere il sigillo di approvazione dell’OMS.

L’OMS ha concesso l’autorizzazione all’elenco degli usi di emergenza (EUL) al vaccino Convidecia a colpo singolo mentre la Cina combatte una recrudescenza del virus innescato dalla variante Omicron.

È il terzo vaccino di fabbricazione cinese approvato dall’agenzia sanitaria delle Nazioni Unite, dopo Sinovac e Sinopharm.

È stato riscontrato che Convidecia ha un’efficacia del 64% contro le malattie sintomatiche e un’efficacia del 92% contro il Covid-19 grave, ha affermato l’OMS.

“Il vaccino soddisfa gli standard dell’OMS per la protezione contro Covid-19 e… i benefici del vaccino superano di gran lunga i rischi”, ha affermato l’agenzia sanitaria delle Nazioni Unite in una nota.

Gli esperti di vaccini dell’OMS lo hanno raccomandato per le persone di età pari o superiore a 18 anni.

Convidecia può essere utilizzato come dose di richiamo dopo una serie primaria completata utilizzando qualsiasi altro vaccino EUL Covid-19, ha affermato l’OMS.

LEGGI ANCHE: Il Tribunale speciale dichiara illegale l’estensione del contratto Covid-19 di R4,8 milioni

– metodo vettoriale tradizionale –

Il jab è già stato lanciato in diversi paesi tra cui Cina, Argentina, Cile, Malesia, Messico e Pakistan.

Entro la fine del 2021, più di 58 milioni di persone erano già state vaccinate con il vaccino, di cui quasi 14 milioni in Cina, ha affermato l’OMS.

L’OMS ha ora concesso lo status di EUL a nove vaccini Covid-19 e loro varianti: Pfizer/BioNTech, AstraZeneca, Janssen, Moderna, Sinovac, Sinopharm, Bharat Biotech, Novavax e CanSinoBIO.

Convidecia si basa su un adenovirus umano modificato. Anche i vaccini AstraZeneca e Janssen sono entrambi basati sulla tecnologia dei vettori virali.

L’approccio più tradizionale utilizza una versione geneticamente modificata del comune adenovirus del raffreddore come “vettore” per trasportare le istruzioni genetiche nelle cellule umane.

Convidecia “dimostra un profilo di sicurezza favorevole nelle persone di diversi gruppi di età”, suscitando forti risposte immunitarie con anticorpi sia leganti che neutralizzanti, ha affermato l’OMS.

– timbro di approvazione –

Il processo EUL studia la qualità, la sicurezza e l’efficacia dei vaccini e prevede ispezioni del sito di produzione.

L’OMS afferma che l’approvazione EUL offre a paesi, finanziatori, agenzie appaltanti e comunità la certezza che il vaccino ha soddisfatto gli standard internazionali.

L’elenco dell’OMS apre la strada ai paesi per approvare e importare rapidamente un vaccino per la distribuzione, in particolare quelli senza un proprio regolatore internazionale di standard.

Apre anche la porta ai jab per entrare nella struttura globale di condivisione dei vaccini Covax, che mira a fornire un accesso equo alle dosi in tutto il mondo, in particolare nei paesi più poveri.

L’OMS ha iniziato a rivedere i dati in rotazione sul vaccino CanSinoBIO ad agosto.

Anche altri vaccini sono sulla strada per una decisione EUL, con l’OMS che studia i dati in rotazione su un altro vaccino Sinopharm, e i vaccini della francese Sanofi, della cinese Clover e Zhifei Longcom e dell’iraniano Shifa Pharmed.

Il processo EUL sullo Sputnik V jab russo si è bloccato.

Centinaia di vaccini candidati sono in lavorazione nei laboratori di tutto il mondo.

L’OMS è a conoscenza di 156 che sono in fase di sviluppo clinico – testati sull’uomo – e 198 che sono nella fase preclinica.

Ulteriore segnalazione da parte dell’AFP

Leave a Reply

Your email address will not be published.