Canelo Álvarez vs Gennady ‘GGG’ Golovkin: i rivali si affrontano nella trilogia



CNN

È chiaro che Canelo Álvarez e Gennady ‘GGG’ Golovkin non sono fan l’uno dell’altro.

E dopo 24 colpi di lividi sul ring già insieme, forse non è una sorpresa.

Ma, dopo anni di speculazioni, i due grandi della boxe riaccenderanno la loro rivalità per la terza e ultima volta sabato a Las Vegas, con in palio qualcosa di più delle semplici cinture del titolo.

Quando la coppia toccherà i guanti, la loro lotta della trilogia avrà un aspetto personale, con Álvarez che dice ad Alex Thomas della CNN Sport che è “diverso” dagli altri suoi combattimenti.

“Penso che sia diverso perché non ci piacciamo”, ha spiegato. “Abbiamo una storia, quindi è una lotta più eccitante, per entrambi, per i fan, per tutti.

“E odio quel tipo di persona, come se Golovkin dice molte cose su di te e poi quando hai quella persona di fronte a te, dicono: ‘Oh, rispetto questo, rispetto quello.’ Odio che. Sono solo davvero entusiasta di tornare”.

Il rivale di Álvarez e Golovkin ha attanagliato il mondo della boxe per quasi cinque anni, sin dal loro primo incontro, con alti e bassi, brividi e cadute lungo la strada.

Hanno combattuto per la prima volta nel 2017, con i titoli dei pesi medi WBC, WBA e IBO di GGG tutti in gioco; la lotta si è conclusa con un controverso pareggio con molti che hanno affermato che il combattente kazako avrebbe dovuto essere dichiarato vincitore.

Il risultato controverso del combattimento è culminato in una rivincita annunciata subito dopo, solo per essere annullata dopo che Álvarez è risultato positivo per una sostanza vietata. Di conseguenza, il combattente messicano è stato bandito per sei mesi.

Alla fine, poco più di un anno dopo il loro primo incontro, i due hanno combattuto in una rivincita, che ancora una volta non è stata priva di polemiche. Sebbene Álvarez si sia aggiudicato la vittoria con una decisione a maggioranza dopo 12 round, molti hanno nuovamente discusso se quel risultato fosse accurato, dicendo ancora una volta che Golovkin ha eliminato Álvarez.

GGG prende a pugni Álvarez nel loro secondo incontro il 15 settembre 2018.

E ora, a quasi quattro anni dal loro secondo incontro, i due saliranno di nuovo sul ring.

Álvarez metterà in palio i suoi indiscussi titoli supermedi, mentre per Golovkin lotterà per la prima volta nella sua carriera.

Il 40enne Golovkin sta uscendo dalla vittoria dell’unificazione dei pesi medi contro il giapponese Ryōta Murata, il suo primo incontro in oltre un anno.

Ma per Álvarez è una storia diversa.

Nel suo precedente incontro a maggio, il 32enne è stato sbalordito dal russo Dmitry Bivol nello scontro per il titolo dei pesi massimi leggeri, con tutti e tre i giudici che hanno segnato a favore di Bivol, solo la seconda sconfitta della sua carriera.

È stato un aumento di peso per Álvarez, anche se non incolpa quell’aumento per la sconfitta unanime, dicendo: “Sono successe molte cose nel mio campo di addestramento”.

Tuttavia, quella perdita lo ha solo reso più pericoloso poiché dice di aver “imparato molto” da esso. “Penso di essere più pericoloso di prima perché ho fame di tornare”, ha detto Álvarez.

“E sono molto competitivo. Come ho detto prima, quando cerchi la grandezza, saranno tempi difficili. Ma questo non vuol dire che non realizzerò ciò che voglio, i miei obiettivi. Quindi non vedo l’ora e sono pronto per tornare”.

Álvarez festeggia dopo la vittoria per decisione a maggioranza su Golovkin nella lotta per il titolo dei pesi medi il 15 settembre 2018.

Sebbene la sua trilogia di incontri con GGG sia l’ultimo di una lunga serie di combattimenti di successo per Álvarez, dice che – mentre si prepara per il suo 62esimo incontro professionale – è guidato da più di semplici titoli e campionati.

“Mi sento sempre il miglior pugile del mondo, da quando ho iniziato a boxare. Mi sento il migliore perché sono l’unico combattente che non ha bisogno di rischiare. Rischio perché voglio essere un grande, non solo un campione. Ci sono molti campioni là fuori. La differenza tra me e tra loro è che rischio tutto per essere grande”.

Il combattimento può essere visto in diretta su DAZN PPV il 17 settembre.

Leave a Reply

Your email address will not be published.