Insegnante di assistenza all’infanzia di Waukesha accusata di abuso dopo aver presumibilmente sbattuto, tenendo il bambino a faccia in giù nella culla

WAUKESHA, Wisconsin (CBS 58) — Un insegnante Waukesha è stato accusato di abusi sui minori in un asilo nido a seguito dell’esecuzione di un mandato di perquisizione mercoledì 14 settembre.

Heather Miller, 48 anni, è accusata di abusi fisici su un bambino, provocando intenzionalmente danni fisici e mettendo in pericolo la sicurezza di secondo grado.

Secondo una denuncia penale, il 29 agosto gli agenti hanno parlato con un genitore in merito a possibili abusi sui minori avvenuti mentre il loro bambino era affidato alle cure del personale della Lawrence School. Il genitore ha riferito di aver appreso da un altro insegnante che il loro bambino è stato abusato in una classe dall’insegnante principale Heather Miller.

Gli investigatori hanno appreso che il 17 agosto un altro membro dello staff ha assistito a Miller che dava da mangiare a un bambino con bisogni medici alla Lawrence School. Miller sarebbe stato sentito dire al bambino che era “fisicamente disgustoso” e che “il modo in cui mangia è disgustoso”. Più tardi nel corso della giornata, il testimone ha riferito di aver visto Miller posizionare oggetti intorno alla culla del bambino in modo da bloccare la visuale delle telecamere di sicurezza. Il testimone ha detto agli investigatori di aver poi visto Miller sollevare la vittima e sbatterla a faccia in giù nella culla, usando così tanta forza che “tutto il corpo del bambino è rimbalzato su e poi giù”. Il testimone ha detto che il bambino ha iniziato a piangere e Miller ha tenuto il bambino giù nel materasso con così tanta forza che stavano lottando per respirare. Ai detective è stato detto che Miller lo ha fatto per circa 30 secondi mentre il bambino emetteva un sibilo.

La denuncia afferma che il testimone ha immediatamente allertato il personale di fronte all’edificio e ha affermato che era necessario fare subito qualcosa. Secondo quanto riferito, i direttori hanno ascoltato ma non hanno risposto alla stanza e hanno detto che avrebbero esaminato la cosa. Il testimone ha riferito che la faccia del bambino era rossa, il suo corpo era caldo e sembrava comportarsi diversamente dopo questo incidente.

Dopo che non è stato fatto nulla, il testimone ha completato una dichiarazione scritta e l’ha consegnata ai direttori della struttura per l’infanzia, affermando che se Miller avesse continuato a lavorare presso la struttura, doveva essere collocata in quella stanza per proteggere i bambini da lei. La testimone dice che non è stata collocata nella stanza e che entro il 25 agosto non era stata intrapresa alcuna azione.

Gli investigatori hanno parlato con la madre della vittima che ha detto che il bambino stava finalmente iniziando a sentirsi se stesso dopo essere stato malato per diverse settimane. Alla madre è stato consigliato di portare la vittima al Children’s Wisconsin per un esame. La denuncia afferma che i medici non hanno trovato ferite in questa data, ma i rapporti indicano che il bambino potrebbe aver subito ferite precedenti che sono guarite.

La denuncia prosegue dicendo che uno specialista di licenze statali ha visitato la struttura il 2 settembre e Miller ha negato di aver danneggiato il bambino. Secondo quanto riferito, il proprietario e i direttori della struttura per l’infanzia hanno affermato di non essere a conoscenza di questo comportamento e hanno negato a tutto il personale di farsi avanti con preoccupazioni.

Miller è stata presa in custodia dopo che un mandato di perquisizione è stato condotto il 14 settembre. I pubblici ministeri affermano che ha negato di aver causato lesioni al bambino e ha detto che non sapeva nulla delle indagini.

Giovedì, Miller è apparso in tribunale e ha registrato una cauzione di $ 6.000.

Dovrà tornare in tribunale il 19 settembre.

Leave a Reply

Your email address will not be published.