La polizia canadese difende le circostanze oscure della morte del sospetto accoltellato: “Questo non è un dramma televisivo”

NUOVOOra puoi ascoltare gli articoli di Fox News!

Myles Sanderson, uno dei due sospettati di una furia mortale che ha provocato la morte di 10 persone all’inizio di questo mese a Saskatchewan, in Canada, è stato arrestato dalle forze dell’ordine il 7 settembre ma in seguito è morto sotto la custodia della polizia.

Rhonda Blackmore, comandante della Royal Canadian Mounted Police nel Saskatchewan, ha detto giovedì che la polizia non era ancora sicura di cosa abbia causato la morte del sospetto e ha difeso l’approccio che stanno adottando nelle indagini.

“Ho visto scritto che ‘da qualche parte nel processo, la polizia non ha rispettato’ il nostro dovere di diligenza. Questa affermazione è estremamente prematura dato che non abbiamo ancora informazioni su ciò che ha portato alla sua morte”, ha detto Blackmore in una dichiarazione giovedì , otto giorni dopo la morte di Mylse Sanderson.

“Chiedo a tutti voi di ricordare che questo non è un dramma televisivo in cui avremo tutte le risposte entro la fine dell’episodio. Indagini complesse di questa natura richiedono tempo e non vediamo l’ora di fornire ulteriori dettagli una volta confermati”.

Questa combinazione di immagini mostra Damien Sanderson, a sinistra, e suo fratello Myles Sanderson, sospettati di accoltellamenti che hanno causato la morte di 10 persone nella riserva di James Smith Cree Nation.
(Polizia a cavallo reale canadese tramite AP)

Myles Sanderson, 32 anni, è accusato di aver accoltellato più persone la mattina del 4 settembre nella riserva di James Smith Cree Nation.

UOMO CANADESE DENUNCIATO PER UN SISTEMA DI TRAFFICO DI DROGA GRANDE DEL VALORE DI MILIONI

Suo fratello, il 31enne Damien Sanderson, anche lui sospettato degli accoltellamenti, è stato trovato morto il giorno successivo vicino ai luoghi degli accoltellamenti con ferite visibili che la polizia non crede siano state autoinflitte.

Due giorni dopo, la polizia stava rispondendo alle segnalazioni di un uomo armato di coltello alla guida di un veicolo rubato quando hanno localizzato Myles su un’autostrada. Hanno costretto la sua auto fuori strada in un fosso e lo hanno arrestato, ma è andato in pericolo medico ed è stato trasportato in un vicino ospedale, dove è stato dichiarato deceduto.

“Tutte le misure salvavita di cui siamo capaci sono state prese in quel momento”, ha detto Blackmore quella sera. “Non posso parlare del modo specifico della morte. Farà parte dell’autopsia che verrà condotta”.

CLICCA QUI PER OTTENERE L’APP FOX NEWS

Il servizio di polizia di Saskatoon e il Saskatchewan Serious Incident Response Team stanno conducendo un’indagine indipendente sulla morte di Myles Sanderson, che era in libertà vigilata dopo essere stato rilasciato a febbraio mentre scontava una condanna a quattro anni per aggressione e rapina.

Aveva un lungo verbale di 59 condanne ed era ricercato dalla polizia da maggio per aver violato i termini del suo rilascio.

L’Associated Press ha contribuito a questo rapporto.

Leave a Reply

Your email address will not be published.