Perché il supereroe israeliano della Disney sta destando preoccupazione

Nota dell’editore: Una versione di questa storia è apparsa per la prima volta nella newsletter della CNN Nel frattempo in Medio Oriente, uno sguardo tre volte a settimana sulle storie più importanti della regione. Iscriviti qui.


Gerusalemme e Abu Dhabi
CNN

La classica pagina del fumetto Marvel del 1981 mostra il gigantesco Hulk verde, le lacrime che gli rigano il viso mentre urla a Sabra, un supereroe israeliano e agente dell’agenzia di spionaggio del Mossad del paese. Il cadavere di un giovane palestinese, ucciso in un’esplosione da “terroristi” apparentemente arabi ai suoi piedi.

“Il ragazzo è morto perché la gente del ragazzo e la tua entrambi vogliono possedere la terra! Il ragazzo è morto perché non lo avresti condiviso!”, dice Hulk.

Pochi pannelli dopo, la donna in costume bianco e blu con una stella di David sul petto accanto al ragazzo.

“Ci è voluto Hulk per farle vedere questo ragazzo arabo morto come un essere umano”, dice il fumetto. “Ci è voluto un mostro per risvegliare il suo senso di umanità.”

Sabra, il supereroe israeliano, ha fatto numerose apparizioni nei fumetti Marvel nel corso degli anni, recitando al fianco di icone di spicco come l’incredibile Hulk, Iron Man e gli X-Men.

Più di quarant’anni dopo l’introduzione di Sabra, la Marvel della Disney ha in programma di portarla al cinema in “Captain America: New World Order”, che uscirà nel 2024. Ciò ha creato un putiferio tra coloro che temono che far rivivere il personaggio di Sabra si diffonderebbe in modo offensivo stereotipi sugli arabi e la disumanizzazione dei palestinesi nel cinema.

I critici affermano che molti dei personaggi arabi con cui ha interagito nei fumetti sono mostrati come misogini, antisemiti e violenti e si chiedono se le rappresentazioni preoccupanti degli arabi si svolgeranno in modo diverso nel film.

“Quel fumetto non suggerisce nulla di positivo su come andrà a finire questo film”, ha detto Yousef Munayyer, uno scrittore e analista palestinese-americano con sede a Washington, DC. “L’intero concetto” di trasformare le spie israeliane in eroi “è insensibile e vergognoso .”

“L’esaltazione della violenza contro i palestinesi in particolare e gli arabi e i musulmani più in generale nei mass media ha una lunga e brutta storia in Occidente e ha un notevole potere di resistenza”, ha aggiunto.

Fumetti Marvel

Waleed F. Mahdi, autore di “Arab Americans in Film: From Hollywood and Egyptian Stereotypes to Self-Representation”, ha affermato che “l’alleanza USA-Israele” nella narrativa cinematografica dagli anni ’60 ha celebrato le forze dell’ordine e le agenzie di intelligence americane e israeliane come buone forze “impegnate a scoraggiare la violenza che è stata principalmente collegata ad arabi e musulmani”.

“L’annuncio della Marvel di adattare il personaggio comico di Sabra è un riflesso di questa eredità”, ha detto alla CNN.

Un portavoce dei Marvel Studios ha detto alla CNN che “i registi stanno adottando un nuovo approccio con il personaggio Sabra che è stato introdotto per la prima volta nei fumetti oltre 40 anni fa”, aggiungendo che i personaggi del Marvel Cinematic Universe “sono sempre immaginati al fresco per lo schermo e il pubblico di oggi. ”

Anche alcuni israeliani affermano che Sabra potrebbe non essere un supereroe per i nostri tempi. Etgar Keret, autore, sceneggiatore e graphic novelist israeliano, ha detto alla CNN che il personaggio originale di Sabra è stato creato in un’epoca diversa con una “storia semplice e chiara”.

“Questa Sabra è stata creata prima delle due [Palestinian] intifade [uprisings], è stato creato prima del fallimento degli Accordi di Oslo – è stato creato in una realtà e in uno stato mentale completamente diversi”, ha affermato. “E ora… è difficile mantenere questo tipo di icona della semplicità.”

Il nome del supereroe è un soprannome per un ebreo nato in Israele o nei territori occupati e deriva dal termine ebraico per il frutto di un fico d’India. È stato ampiamente utilizzato dagli anni ’30, prima della fondazione di Israele.

Ma la parola è scritta allo stesso modo in inglese di una delle due comunità palestinesi in Libano, dove un massacro di oltre 1.000 civili palestinesi e libanesi sciiti è stato compiuto da miliziani cristiani libanesi alleati con Israele durante la guerra Libano-Israele del 1982, nota come il massacro di Sabra e Shatila, dal nome dei luoghi in cui avvenne.

Nel 1983 il governo israeliano ha rilasciato la Commissione d’inchiesta Kahan sugli eventi accaduti nei campi profughi e ha ritenuto indirettamente responsabile l’esercito israeliano. Ha concluso che l’esercito ha approvato l’ingresso dei miliziani nell’area e non ha adottato misure adeguate per prevenire le uccisioni. Ariel Sharon, allora ministro della Difesa, fu costretto a dimettersi a seguito dei risultati dell’inchiesta.

Il personaggio di Sabra della Marvel è stato creato prima del massacro di Sabra e Shatila e non ha alcuna relazione con esso, ma l’annuncio di portarla al cinema solo una settimana prima del 40° anniversario del massacro ha toccato i nervi saldi con gli arabi, che accusano lo studio cinematografico di essere insensibile a uno degli eventi più tragici nella storia del popolo palestinese.

“Non è solo nel tempismo o nel nome, ma anche nel fatto che il massacro stesso è stato condotto da un esponente legato al Mossad [militia] in territorio sotto il controllo militare israeliano”, ha detto Munayyer. “Dato tutto questo, è difficile non concludere che le persone alla Marvel siano o ignoranti abiettamente sulla regione, la sua storia e l’esperienza palestinese, o che abbiano deliberatamente mirato a prendere a calci un popolo che viveva sotto l’apartheid mentre era giù”.

Anche se Sabra non sarebbe la prima volta che l’agenzia di intelligence israeliana riceve un trattamento hollywoodiano, è la prima volta che al Mossad viene assegnato uno status soprannaturale al livello di un mega supereroe di successo. Gli esperti dicono che è una vittoria nelle pubbliche relazioni per l’agenzia.

Avner Avraham, un ex ufficiale del Mossad e fondatore della Spy Legends Agency, che fa consulenza per film e programmi TV che ritraggono spie israeliane, ha affermato che il nuovo ritratto aiuterà una generazione più giovane a conoscere il Mossad.

“Questo è il modo ‘TikTok’, il modo dei cartoni animati per parlare alla nuova generazione, e impareranno a conoscere la parola Mossad”, ha detto Avraham. “Aiuta il marchio. Aggiungerà un pubblico diverso”.

Tale esposizione può anche aiutare il Mossad a reclutare fonti e assistenza in altri paesi, ha aggiunto.

“Il fatto che abbiano deciso di prendere un agente del Mossad, un Sabra, e non abbiano preso un agente egiziano o un agente italiano, dimostra che il Mossad è un grande nome”, ha detto Avraham.

Uri Fink, un fumettista israeliano che dice di aver inventato un personaggio di supereroe israeliano simile per la prima volta nel 1978, teme tuttavia che il lavoro “progressista” alla Marvel possa trasformare l’agente israeliano in un personaggio negativo. “Non sono ben aggiornati, non hanno una descrizione esatta del conflitto israelo-palestinese”, ha detto alla CNN.

Avraham ha fatto eco a questa preoccupazione, ipotizzando che potrebbe essere ritratta come un personaggio che fa del bene a Israele ma “cose ​​cattive per le altre persone”.

Michael Schwartz, Abeer Salman e Mohammed Abdelbary della CNN hanno contribuito a questo articolo

Una donna armata che chiede l’accesso ai depositi prende ostaggi in una banca a Beirut

Un gruppo di persone, di cui almeno una armata, mercoledì ha preso ostaggi in una banca nel centro di Beirut, chiedendo l’accesso ai depositi, ha riferito l’agenzia di stampa statale NNA. Una donna con una pistola è entrata in banca, “si è cosparsa di benzina e ha minacciato di darsi fuoco se le fosse stato impedito di prelevare fondi per curare sua sorella malata”, ha detto la NNA. È stata in grado di prelevare circa $ 20.000 dal suo conto prima di lasciare la banca. La direzione della sicurezza generale libanese ha dichiarato su Twitter che la donna non è stata arrestata. Ha detto in un’intervista a un canale televisivo locale che la pistola era “un giocattolo” che apparteneva a suo nipote.

  • Sfondo: Di fronte a un tracollo economico, il Libano ha implementato rigide restrizioni sui prelievi dalle banche nell’ottobre 2019, impedendo alle persone di accedere ai propri risparmi.
  • Perchè importa: Questa è stata la seconda situazione di ostaggio nota in una banca della capitale in quasi un mese. Il mese scorso, un uomo armato ha fatto irruzione in una banca di Beirut e ha minacciato di uccidere se stesso e gli ostaggi se non gli fosse stato permesso di prelevare fondi dal suo conto bloccato. L’uomo ha detto che aveva bisogno della somma per aiutare a pagare le spese mediche di suo padre. La situazione di stallo si è conclusa quando la banca ha dato a Hussein parte dei suoi risparmi. Gli esperti hanno avvertito che è probabile che tali incidenti si ripetano nel Paese pesantemente armato.

L’Iran afferma di aver sviluppato nuovi droni a lungo raggio per gli attacchi alle città israeliane

L’Iran ha sviluppato un drone avanzato a lungo raggio per colpire le città israeliane, ha detto lunedì il generale di brigata Kioomars Heidari alla TV di stato.

  • Sfondo: Il drone, chiamato Arash-2, “ha capacità uniche”, ha detto Heidari, aggiungendo che Teheran sta “considerando questo Unmanned Aerial Vehicle (UAV) specificamente per un attacco ad Haifa e Tel Aviv”. Separatamente lunedì, il direttore del servizio di spionaggio israeliano del Mossad ha affermato che Israele si sarebbe vendicato contro l’Iran se Teheran avesse usato la forza “contro Israele o gli israeliani”.
  • Perchè importa: Mentre le potenze mondiali cercano di rilanciare un accordo nucleare del 2015 con l’Iran, i nemici regionali di Teheran – vale a dire Israele e gli stati arabi del Golfo – hanno espresso preoccupazione per un Iran potenzialmente incoraggiato una volta revocate le sanzioni.

Ufficiale israeliano e due palestinesi uccisi in cambio di fuoco contro la recinzione della Cisgiordania

Un ufficiale delle forze di difesa israeliane (IDF) e due palestinesi sono stati uccisi mercoledì in uno scontro a fuoco lungo la recinzione che separa la Cisgiordania e Israele, non lontano da Jenin.

  • Sfondo: Secondo l’IDF, l’ufficiale ucciso era il Magg. Bar Falah, 30 anni, di Netanya, a nord di Tel Aviv. Il ministero della Salute palestinese ha confermato la morte di due uomini palestinesi, nominandoli Ahmed Ayman Ibrahim Abed, 23 anni, e Abdulrahman Hani Subhi Abed, 22 anni, entrambi di Jenin. L’IDF ha detto che entrambi trasportavano armi automatiche.
  • Perchè importa: Almeno 97 palestinesi sono stati uccisi quest’anno in raid militari israeliani quasi notturni, concentrati soprattutto nell’area di Jenin. L’esercito israeliano afferma che la maggior parte sono stati militanti uccisi durante violenti scontri con i soldati israeliani. Ma anche i civili non coinvolti sono stati coinvolti nelle violenze. C’è stato un marcato aumento degli attacchi dei coloni israeliani contro i palestinesi in Cisgiordania, secondo B’Tselem, un cane da guardia dei diritti umani israeliano. Israele dice anche che anche gli attacchi violenti contro gli israeliani, in particolare i soldati, sono al culmine.

Le autorità saudite nella città santa della Mecca hanno arrestato un uomo che ha detto che stava compiendo il pellegrinaggio islamico per l’anima della defunta regina Elisabetta II.

Le autorità della Mecca lunedì scorso lo hanno twittato le forze di sicurezza hanno arrestato uno yemenita residente che era apparso in un video “violando le regole” nella Grande Moschea della città santa, dove i musulmani compiono il pellegrinaggio Hajj, e il pellegrinaggio minore chiamato Umrah.

I video sui social media mostravano l’uomo con in mano un cartello che leggeva, sia in inglese che in arabo, “Questa Umrah è stata eseguita per l’anima della regina Elisabetta II. Chiediamo a Dio di accettarla in cielo come una delle persone giuste”.

La Regione della Mecca ha twittato un video dell’uomo con la faccia e il cartello sfocati. Non ha detto quali regole l’uomo avesse infranto, ma ha detto che era stato deferito alla pubblica accusa. I segni politici sono vietati durante il pellegrinaggio.

Molti hanno risposto con rabbia e hanno chiesto l’arresto dell’uomo, mentre altri lo hanno deriso e messo in dubbio le sue motivazioni. Alcuni dicevano che era proibito pregare per l’anima di un non musulmano. La regina era a capo della Chiesa d’Inghilterra, titolo ora preso da suo figlio re Carlo III.

La regina, il monarca più longevo della Gran Bretagna, è morta la scorsa settimana all’età di 96 anni. L’Arabia Saudita ha inviato le condoglianze al Regno Unito la scorsa settimana, con il re Salman che l’ha definita “un modello per la leadership che sarà immortalato nella storia”.

Di Nadeen Ebrahim

I fedeli cristiani greco-ortodossi si riuniscono su una scogliera attorno a un crocifisso di legno illuminato per celebrare l'Esaltazione della Santa Croce nella città costiera di Anfeh, a circa 70 chilometri (43 miglia) a nord della capitale libanese, Beirut, martedì.

Leave a Reply

Your email address will not be published.