Robert Reich (La guerra repubblicana agli insegnanti c’è una guerra in corso…)

La guerra repubblicana agli insegnanti

C’è una guerra in corso contro gli insegnanti americani e dobbiamo difenderli prima che sia troppo tardi.

Gli insegnanti vegliano sul bene più prezioso d’America: i nostri figli.

Dedicano la loro vita a prendersi cura dei nostri giovani, a fungere da modello e ad assicurarsi che le generazioni future siano preparate per il successo.

Allora perché diavolo li stiamo trattando così male?

Gli insegnanti della nostra nazione non solo lavorano per lunghe e impegnative ore dentro e fuori l’aula, ma in questi giorni sono accusati di quasi tutto ciò che è immaginabile.

Vengono sgridati dai genitori per le maschere, rimproverati dai consigli scolastici per i libri che assegnano o lasciano leggere ai loro studenti, diffamati dai politici per aver insegnato lezioni oneste sulla storia americana del razzismo e del genocidio, persino detto loro di armarsi contro la possibilità che le loro classi possano essere invaso da giovani assassini con semiautomatici.

Gli insegnanti guadagnano anche meno di dieci anni fa. Il loro stipendio medio oggi è di circa $ 66.000, ma se aggiustato per l’inflazione, si tratta di una riduzione dello stipendio di $ 2.000 rispetto al 2012. Recentemente, nel 2018, quasi 600.000 insegnanti delle scuole pubbliche hanno dovuto svolgere un secondo lavoro.

Stiamo anche grattando gli educatori della nostra nazione con enormi debiti. Quasi la metà degli insegnanti, il 45%, ha stipulato prestiti studenteschi per pagare i diplomi avanzati spesso loro richiesti, con un carico medio di debiti di $ 55.800.

Inoltre, il 94% degli insegnanti ha dovuto infilarsi nelle proprie tasche per acquistare materiale scolastico. Questo, nel paese più ricco della storia del mondo! E in un momento in cui il bonus medio dei dipendenti di Wall Street per il 2021 ha raggiunto il record di $ 257.500. Il tipico insegnante impiegherebbe quasi quattro anni per guadagnare così tanto – e questo è solo un bonus per i trader di Wall Street – un’enorme ciliegina d’oro in cima ai loro salari sempre più dolci.

Immagino che le aziende di Wall Street non facciano pagare ai trader le proprie matite.

I banchieri di Wall Street valgono davvero molto di più delle persone a cui chiediamo di prenderci cura e di insegnare ai nostri figli? per favore

Eppure niente di tutto ciò ha impedito ai repubblicani di accelerare la loro guerra agli insegnanti e di trasformare gli educatori in pedine politiche nella loro battaglia per portare avanti un’agenda radicale.

Da gennaio 2021, 35 stati hanno introdotto 137 progetti di legge che limitano ciò di cui gli educatori possono parlare con i loro studenti – per quanto riguarda razza, storia americana, politica, orientamento sessuale e identità di genere.

I governatori Greg Abbott del Texas e Ron DeSantis della Florida sono i protagonisti di questa campagna, sostenendo persino la legislazione che si intromette nella capacità di un insegnante di elaborare piani di lezione.

I repubblicani si affrettano a lodare i termini “teoria della razza critica” o “wokeism” contro qualsiasi curriculum che consenta ai nostri giovani di esprimere le proprie identità, avanza capacità di pensiero critico ed è onesto sulla tragica storia razziale della nostra nazione, chiamandolo “indottrinamento” o ” lavaggio del cervello.”

Come mai?

Perché la più grande minaccia che deve affrontare il Partito Repubblicano è una nuova generazione multirazziale di giovani che non ha paura di dire la verità al potere.

In definitiva, se non impariamo dalla nostra storia, il che spesso significa imparare dai nostri errori, non c’è modo di affrontare i problemi più urgenti della nostra nazione costruendo un futuro migliore e più inclusivo. Le basi per questo futuro iniziano in classe.

Quindi, come possiamo combattere questa guerra contro gli insegnanti americani?

In primo luogo, pagali il doppio di quanto stanno guadagnando. Minimo indispensabile.

In secondo luogo, combatti per la loro libertà di insegnare. Molte delle decisioni che influiscono sul lavoro quotidiano degli insegnanti, così come sulla vita degli studenti, vengono prese durante le riunioni del consiglio scolastico locale. Quindi, vai a uno. Meglio ancora, corri per una posizione nel consiglio scolastico locale.

Terzo, ascolta i nostri insegnanti. Sai cosa è andato perso nella guerra culturale e politica contro l’istruzione in questo paese? Le voci degli insegnanti REALI. Se vogliamo sostenerli veramente e riparare al danno arrecato al nostro sistema educativo, devono essere ascoltati.

Difendi i nostri insegnanti. Paga i nostri insegnanti. Dai valore ai nostri insegnanti. Il lavoro che fanno determina il nostro futuro.

(Fonte: youtube.com)

Leave a Reply

Your email address will not be published.