Sahpra esamina gli effetti collaterali relativi al vaccino Covid-19 di Johnson & Johnson



L’Autorità di regolamentazione dei prodotti sanitari sudafricani (SAHPRA) deve ancora chiarire i dettagli sugli effetti collaterali relativi al vaccino Johnson e Johnson Covid-19.

I ricercatori della Food and Drug Administration (FDA) e dei Centers for Disease Control and Prevention negli Stati Uniti hanno scoperto che il vaccino ha provocato 60 casi confermati di trombosi con sindrome da trombocitopenia.

Ciò porta a coaguli di sangue rari ma potenzialmente pericolosi per la vita, ha affermato la FDA, da una a due settimane dopo aver ricevuto l’iniezione.

Con più vaccini disponibili, la FDA ha deciso di mettere in panchina il vaccino J&J, da utilizzare solo quando altre opzioni non sono disponibili.

Peter Marks, direttore del Center for Biologics Evaluation and Research della FDA, ha affermato che l’istituto riconosce che il vaccino Janssen Covid-19 ha ancora un ruolo nell’attuale risposta alla pandemia negli Stati Uniti e nella comunità globale.

“La nostra azione riflette la nostra analisi aggiornata del rischio di TTS dopo la somministrazione di questo vaccino e limita l’uso del vaccino a determinati individui. Abbiamo monitorato da vicino il vaccino Janssen Covid-19 e l’insorgenza di TTS dopo la sua somministrazione e abbiamo utilizzato le informazioni aggiornate dai nostri sistemi di sorveglianza della sicurezza per rivedere l’EUA”.

“L’agenzia continuerà a monitorare la sicurezza del vaccino Janssen COVID-19 e di tutti gli altri vaccini e, come è avvenuto durante la pandemia, valuterà a fondo le nuove informazioni sulla sicurezza”, ha affermato Mark.

Cercando di ottenere chiarezza sulla gravità degli effetti collaterali, Il cittadino ha contattato il Dipartimento della Sanità nazionale e Sapra per quanto riguarda l’impatto e chi potrebbe essere potenzialmente a rischio.

Sebbene il dipartimento della salute non abbia risposto alla domanda, il portavoce di Sahpra Yuven Gounden ha affermato che stanno indagando.

“Sahpra sta esaminando le informazioni riportate dalla FDA insieme ai rapporti AEFI ricevuti a livello locale e rilascerà a breve una dichiarazione ai media per consigliare sulla strada da seguire. Più di 18,7 milioni di dosi del vaccino J&J sono state somministrate negli Stati Uniti da quando è stato approvato per la prima volta per l’uso di emergenza, hanno riferito i Centers for Disease Control and Prevention. Di cui sono stati confermati un totale di 60 casi di TTS, di cui nove decessi.

LEGGI ANCHE: Chiamate a vaccinare mentre SA si avvicina al record di tassi di positività Covid-19 più alti

Leave a Reply

Your email address will not be published.