Elton Jantjies confuta le accuse sul coinvolgimento con il dietista Bok



Il mezzo di volo dello Springbok Elton Jantjies, che è tornato in Sud Africa dall’Argentina dove era in tournée con i Boks, ha apparentemente rilasciato una dichiarazione confutando le accuse mosse contro di lui dalla pubblicazione domenicale, Rapport.

Jantjies e il dietista di Bok Zeenat Simjee sono tornati a casa da Buenos Aires lunedì scorso dopo la storia della pubblicazione secondo cui i due avevano trascorso del tempo insieme in due pensioni a Mbombela prima del test di Boks contro gli All Blacks il mese scorso.

Altre accuse sono state mosse contro Jantjies, tra cui quella di non aver saldato i suoi conti, cosa che in seguito avrebbe avuto, secondo rapporti successivi.

LEGGI ANCHE: Gli Springboks devono vincere il campionato di rugby per dimostrare le credenziali della Coppa del Mondo

Così, rapporto ha detto che Jantjies e un’altra donna, di nome Simjee, avevano disturbato i visitatori della guest house con il loro comportamento.

Simjee venerdì ha detto di volere delle scuse dalle pubblicazioni dei media per averla nominata nelle accuse “dannose e infondate”.

Allo stesso tempo si ritiene che anche Jantjies abbia rilasciato una dichiarazione secondo diverse pubblicazioni.

In esso dice, tra le altre cose, secondo sarugbymag.co.za: “Il dietista degli Springboks Zeenat Simjee non è mai stato con me in nessuna delle due pensioni in cui ho soggiornato. È una buona amica e niente di più. Che ora il suo buon nome venga trascinato nel fango è un peccato.

“Non voglio dire molto sull’articolo di giornale, tranne che contiene molte falsità e mezze verità.

“Ora mi concentrerò sul rimettere in sesto la mia vita e la mia carriera e desidero farlo in privato, quindi questa sarà la mia unica dichiarazione su questo argomento”.

Jantjies presumibilmente offre anche delle scuse e afferma il suo rammarico.

“Rimpiango profondamente le mie azioni”

“Sono consapevole che gli articoli di giornale sul mio comportamento recente hanno causato molta delusione, angoscia e rabbia a molte persone, e mi scuso senza riserve con tutti coloro che ho ferito o deluso, i miei compagni di squadra, il team di gestione di Springbok e SA Rugby. Voglio anche scusarmi con la dirigenza e la squadra del mio club in Giappone, NTT Docomo Red Hurricanes”, ha affermato sarugbymag.co.za.

“Purtroppo ho deluso me stesso, la mia famiglia e le persone amanti del rugby di questo paese e mi pento profondamente delle mie azioni. Non ho reso orgoglioso la maglia degli Springbok.

“Mi prendo la piena responsabilità delle mie azioni e sono seriamente intenzionato a fare tutto ciò che è in mio potere per cambiare il mio comportamento. Voglio ripristinare la fiducia che una volta avevano in me coloro che mi erano più vicini e riconquistare la fiducia del pubblico. Spero di poter ricostruire quelle relazioni che sono state danneggiate o interrotte”.

Domenica la direzione dello Springbok ha affermato che “nessun protocollo di squadra è stato violato (per quanto riguarda Jantjies e Simjee), ma le persone stanno tornando in Sud Africa per occuparsi di questi rapporti personali ed eliminare qualsiasi distrazione ai preparativi della squadra per il test contro l’Argentina”.

Sabato alle 21:10 i Boks affronteranno l’Argentina in una partita del campionato di rugby a Buenos Aires.

Leave a Reply

Your email address will not be published.