Il pacchetto energetico della Gran Bretagna mette a rischio la sua credibilità economica

Liz Truss e Kwasi Kwarteng, il nuovo primo ministro e cancelliere dello scacchiere del Regno Unito, sono giocatori d’azzardo su vasta scala. Secondo l’Institute for Fiscal Studies, il pacchetto energetico biennale stabilito da Kwarteng l’8 settembre probabilmente costerà 100 miliardi di sterline (4% del prodotto interno lordo) solo nel primo anno. Il suo costo totale potrebbe essere di £ 150 miliardi. A ciò si dovrebbero aggiungere tagli fiscali permanenti pari a oltre l’1 per cento del PIL, che dovrebbero essere annunciati entro la fine della settimana. Forse la cosa peggiore di tutte, come osserva Paul Johnson, direttore dell’IFS: “L’incapacità di fornire un senso ufficiale di un costo è stata straordinaria e profondamente deludente”. Lo definirei “spaventoso”.

Alcuni di questi pacchetti energetici erano necessari, per ragioni che ho esposto due settimane fa. L’impennata dei prezzi dell’energia è il risultato di una guerra russa contro l’Ucraina. Era necessario proteggere il popolo britannico e l’economia dalle conseguenze immediate. Inoltre, ho sostenuto, l’aumento era troppo grande per essere affrontato solo con un’assistenza mirata. Nel breve periodo dovrebbero esserci controlli sui prezzi, insieme a un aiuto finanziario aggiuntivo per le famiglie più colpite da quelli che sarebbero ancora aumenti di prezzo molto elevati.

Quindi, cosa c’è di sbagliato in ciò che ha fatto Kwarteng, a parte non cercare nemmeno di dire al mondo quanto potrebbe costare?

Primo, è troppo generoso. Secondo il piano, i prezzi dell’energia per la famiglia tipo sono limitati a £ 2.500 per due anni a partire da ottobre di quest’anno (rispetto a £ 1.100 prima della crisi). Se il targeting dei più vulnerabili fosse stato più generoso, il limite di prezzo avrebbe potuto essere fissato, ad esempio, a £ 3.500, ancora al di sotto del costo previsto di £ 4.586 dal 1 gennaio e quasi certamente ancora più alto in seguito. Ciò sarebbe stato più conveniente e anche uno stimolo più forte all’efficienza energetica.

In secondo luogo, troppo del costo ricade sull’indebitamento pubblico. Il governo si fa carico di tutto il costo dell’abbassamento dei prezzi, invece di imporre controlli sui prezzi ai produttori nazionali di energia, come ho suggerito. Inoltre, non sta aumentando le tasse aggiuntive sui profitti imprevisti o su coloro che possono pagare di più. Ho invece sostenuto un “prelievo di solidarietà” temporaneo per i contribuenti più abbienti, che sarebbe stato pienamente giustificabile in tali circostanze. Tasse più alte sui ricchi hanno storicamente contribuito a pagare la guerra.

In terzo luogo, data l’incapacità di aumentare le tasse per i più abbienti o di aumentare il sostegno per i meno abbienti, il pacchetto è mal mirato. È vero, secondo l’IFS, il guadagno del pacchetto di sostegno è del 14 per cento del bilancio familiare per chi si trova nell’ultimo decile e solo del 5 per cento per chi si trova nell’ultimo decile, perché i primi spendono molto di più del loro reddito per l’energia . Ma, in termini di contanti, il decile più alto riceverà circa 2.000 sterline ciascuno, contro le 1.600 sterline dei più poveri. Secondo la Resolution Foundation, se si aggiunge il probabile annullamento delle modifiche di Rishi Sunak all’assicurazione nazionale, le famiglie più ricche guadagnano più del doppio in termini di denaro rispetto alle più povere. Inoltre, questi ultimi saranno ancora più colpiti dall’aumento dei prezzi dell’energia rispetto ai loro redditi rispetto ai primi.

Grafico a linee del limite di prezzo dell'energia, che mostra il costo annualizzato per una famiglia con uso normale (£) Le misure eviteranno enormi aumenti dei prezzi ma le bollette saranno comunque raddoppiate rispetto allo scorso anno

In quarto luogo, questo pacchetto è insostenibile. Supponiamo che i prezzi dell’energia continuino a essere così alti per più di due anni. Cosa farebbe allora il governo? In effetti, è probabile che questo punto arrivi ancora prima, dal momento che il pacchetto di sostegno previsto per le imprese scade tra sei mesi. Se la crisi durerà così a lungo, il governo dovrebbe lasciare che i prezzi aumentino, mirare a una migliore assistenza e aumentare le tasse. Dovrebbe definire presto il suo piano di follow-up.

Infine, la combinazione di un massiccio allentamento fiscale con una bassa disoccupazione, un’inflazione elevata e un tasso di cambio debole crea rischi macroeconomici significativi. Per la Banca d’Inghilterra, il pacchetto ha il vantaggio di abbassare il picco di inflazione misurato di circa quattro punti percentuali, secondo la Resolution Foundation. Questo era presumibilmente parte del suo scopo. Ma sembra probabile che la Banca d’Inghilterra consideri che la spinta alla domanda compenserà il guadagno derivante dalla minore inflazione complessiva e adotterà tassi di interesse più elevati di quanto sarebbe stato altrimenti.

Grafico che mostra in relazione ai loro redditi, i ricchi guadagnano meno dei poveri, ma in termini di denaro guadagnano di più - Guadagno mediano previsto dalla garanzia del prezzo dell'energia per i decili di reddito nei prossimi 12 mesi

Se l’impatto di una tale combinazione di politica fiscale più accomodante con una politica monetaria più restrittiva aumenterebbe anche il tasso di cambio dipende dall’impatto più importante di tutti, che sarebbe la fiducia nel Regno Unito. Purtroppo, il nuovo obiettivo di crescita, questo allentamento fiscale e la prevista decisione di introdurre tagli fiscali permanenti sembrano uno di quegli “scatti per la crescita” che hanno fatto esplodere questa economia (e quelle di molte altre) in passato. Questo è un rischio che il paese non può permettersi di correre, soprattutto data l’avversione al rischio nell’economia mondiale di oggi e le conseguenze della Brexit.

Il Regno Unito non sono gli Stati Uniti. Gli stranieri che lo finanziano devono credere che sia gestito da persone sobrie e responsabili. Con l’aumento dell’inflazione e l’allentamento fiscale, il Regno Unito è ora sotto processo. Il dovere di Kwarteng è evitare che venga ritenuto colpevole.

martin.wolf@ft.com

Segui Martin Wolf con mioFT e via Twitter

Leave a Reply

Your email address will not be published.