La connettività mobile è estremamente vantaggiosa, ma le lacune persistono

Un NUOVO studio di Telenor Asia, intitolato “Digital Lives Decoded”, ha rivelato che le persone in tutta l’Asia sono unite nel loro comune apprezzamento per i vantaggi di una vita “always-on”, in cui la connettività mobile arricchisce le relazioni, offre comodità e rende più facile per persone a partecipare all’economia digitale.

Lo studio, pubblicato in concomitanza con il 25° anniversario di Telenor in Asia, ha intervistato oltre 8.000 utenti Internet mobili in otto paesi — Bangladesh, Indonesia, Malesia, Pakistan, Filippine, Singapore, Thailandia e Vietnam — nel sud e nel sud-est asiatico.

Il sondaggio ha inoltre rivelato che un clamoroso 93% degli intervistati ritiene che l’utilizzo dei dispositivi mobili migliori la qualità della vita. Nel complesso, le donne guidano questa tendenza con il 64% che afferma che la propria vita è significativamente migliorata rispetto al 52% degli uomini. Quasi tutti i consumatori hanno intervistato il proprio dispositivo mobile con sé per almeno metà della giornata e 1 su 5 non è mai senza telefono. Inoltre, la maggior parte degli intervistati ritiene di trovare un buon equilibrio nell’uso della tecnologia (76%).

Potenziante e inclusivo

Lo studio sottolinea anche il maggiore potenziale che le donne vedono nell’utilizzo dei dispositivi mobili, con più donne che uomini che affermano che la connettività mobile ha migliorato le loro opzioni di lavoro e di generazione di reddito e ha fornito loro un migliore accesso alle informazioni e alle opportunità di istruzione. È interessante notare che Singapore è l’unico paese in cui questa tendenza è invertita con più maschi (54%) che femmine (49%) che scoprono che l’utilizzo dei dispositivi mobili migliora notevolmente le loro vite.

Ricevi le ultime notizie


consegnato alla tua casella di posta

Iscriviti alla newsletter quotidiana del Manila Times

Registrandomi con un indirizzo e-mail, dichiaro di aver letto e di accettare i Termini di servizio e l’Informativa sulla privacy.

Gli intervistati riconoscono anche come la connettività mobile sia inclusiva, offrendo alle persone un maggiore accesso ai servizi essenziali, come l’istruzione (88%) e i servizi sanitari (88%) che arricchiscono la loro vita quotidiana.

Tuttavia, è nell’area dell’inclusione finanziaria che l’utilizzo dei dispositivi mobili sta davvero livellando il campo di gioco. Oltre il 90% degli intervistati afferma che l’utilizzo dei dispositivi mobili ha aumentato il proprio accesso ai servizi finanziari, mentre più della metà (57%) ritiene che il proprio accesso ai servizi finanziari sia “significativamente migliorato”. Vale anche la pena notare la disparità tra le risposte di coloro che vivono nelle città (60%) e nelle aree rurali (50%), che evidenzia la continua necessità di ampliare la portata di questi servizi a coloro che sono al di fuori delle aree urbane.

Lo studio rivela anche ottimismo sul potenziale della tecnologia mobile per promuovere la sostenibilità ambientale. Tre quarti degli intervistati ritengono che l’accesso digitale sia “molto importante” per condurre una vita più verde in futuro. Tuttavia, c’erano anche differenze tra i mercati con i livelli più bassi in Thailandia (63%), Malesia (57%) e Singapore (41%).

Le persone citate che i maggiori benefici arrivano nelle aree di riduzione del consumo di carta, rifiuti ed elettricità; essere in grado di comunicare i problemi in modo più efficiente; e fornendo un migliore accesso ai trasporti pubblici con più informazioni (55%). Tuttavia, ciò non tiene conto del fatto che l’aumento dell’utilizzo dei dati si tradurrebbe in un maggiore consumo di energia.

rimangono le lacune

Poiché la connettività mette il potere nelle mani delle persone, l’ultimo studio di Telenor ha anche rivelato che permangono delle lacune digitali, in particolare nelle popolazioni rurali e anziane. Con la connettività mobile che si sta evolvendo da utile a indispensabile, la necessità di comprendere queste lacune sta diventando sempre più importante per i responsabili politici, le imprese e gli individui allo stesso modo. Gli approfondimenti del presente studio potrebbero quindi fungere da guida per colmare i divari digitali più ampi.

Le preoccupazioni per la privacy e la sicurezza dei dispositivi mobili sono emerse anche per il 93% degli intervistati in tutta la regione, in mezzo a un noto aumento dell’adozione digitale. Tra coloro che hanno ridotto l’utilizzo dei dispositivi mobili nell’ultimo anno, 1 intervistato della Generazione Z su 3 in Malesia ha citato i problemi di privacy e sicurezza come la principale ragione del calo. Al contrario, le persone in Thailandia erano meno preoccupate, con quasi un quarto degli intervistati imperterrito.

Sono emerse anche le differenze generazionali nel modo in cui le persone si sentono riguardo all’aumento del tempo trascorso online. Gli intervistati della Generazione Z, i più giovani intervistati, hanno maggiori probabilità di ritenere di abusare della tecnologia. Insieme alle loro controparti millenarie, gli intervistati della Generazione Z hanno espresso preoccupazione sull’avere le giuste competenze per essere al passo con la tecnologia. Questa preoccupazione è stata condivisa tra le generazioni, con l’85% degli intervistati preoccupato che le proprie competenze digitali non sarebbero state al passo con un ambiente digitale in rapida evoluzione.

Telenor, una delle principali società di telecomunicazioni a livello mondiale, si impegna a sostenere le ambizioni digitali nazionali dei mercati asiatici per potenziare le società.

Leave a Reply

Your email address will not be published.