‘Squirting’: lo studio determina che il liquido nell’atto sessuale femminile proviene dalla vescica

Un nuovo studio ha risolto il “mistero di lunga data” che circonda l’eiaculazione femminile, ma i risultati sono stati messi in dubbio da alcuni uomini “difensivi”.

Durante il sesso, le donne possono produrre diverse forme di fluido. Il primo è di tipo lubrificante, rilasciato quando eccitato, per favorire il rapporto sessuale.

Quindi, quando viene raggiunto l’orgasmo, un “fluido lattiginoso” viene espulso dall’uretra, il buco da cui le donne urinano.

Circa il 5% delle donne rilascia un liquido limpido dall’uretra all’orgasmo, spesso in quantità molto maggiori rispetto alla sostanza lattiginosa, un processo noto come “schizzi”.

Tuttavia l’origine del liquido non è mai stata determinata.

Mentre gli studi hanno determinato che il fluido lattiginoso proviene dalle ghiandole di Skene, minuscole strutture che drenano nell’uretra, il liquido espulso da coloro che “schizzano” è rimasto indeterminato, fino ad ora.

Scienziati in Giappone hanno appena pubblicato una ricerca secondo cui il fluido proviene dalla vescica, affermando che solo il “liquido lattiginoso” escreto può essere classificato come l’eiaculazione femminile.

I risultati, pubblicati nel Giornale internazionale di urologiasono stati fatti dopo che Miyabi Inoue, un’urologa della Miyabi Urogyne Clinic e i suoi colleghi hanno iniettato una tintura blu mescolata con acqua nelle vesciche di cinque volontarie che potevano spruzzare, Nuovo scienziato segnalato.

Dopo essere stato stimolato fino al culmine, un ricercatore ha raccolto il liquido espulso in una tazza sterile e in tutte e cinque le donne era blu.

“Questo conferma che gli schizzi sembrano provenire dalla vescica”, ha detto alla pubblicazione Jessica Påfs dell’Università di Göteborg in Svezia.

“Ma ci sono ancora così tante domande, tipo il liquido ha la stessa composizione dell’urina? E perché alcune donne espellono questo liquido e altre no?”

Inoue ha detto che le donne nello studio avevano tutte un buon controllo della vescica, suggerendo che il loro squirting non era causato dall’incontinenza urinaria.

Al momento dello squirting, anche quattro donne nello studio sembravano soffrire di eiaculazione femminile, che contiene l’antigene prostatico specifico (PSA), presente anche nell’eiaculato maschile prodotto dalla prostata.

Si è scoperto che il liquido spruzzato da quattro donne nello studio conteneva PSA, suggerendo che producevano eiaculato femminile più o meno nello stesso momento in cui spruzzavano l’urina e che i due fluidi si mescolavano insieme nell’uretra.

Nonostante il fatto che studi precedenti abbiano anche suggerito che il fenomeno noto come “schizzi” provenga dalla vescica – i risultati sono stati accolti con scetticismo da orde di uomini online.

“Non sa di urina e ha una scorta illimitata”, si è lamentato un tizio su Facebook.

“Potrebbe esserci dell’urina, non significa che sia urina”, ha affermato un altro ragazzo.

Le donne si sono affrettate a deridere alcuni degli uomini scioccati e le loro risposte, spiegando che era qualcosa che “le donne lo sapevano da sempre”.

“Gli uomini hanno bisogno di uno studio scientifico per ammettere di essere stati pisciati addosso e non in realtà gli dei a letto”, ha deriso uno.

“Non ho mai capito il desiderio degli uomini di far squirtare una donna, sicuramente portare una donna all’orgasmo sarebbe un risultato migliore?” un altro aggiunto.

“Perché i ragazzi si stanno mettendo così sulla difensiva su questo?” rifletté qualcun altro.

Mentre una donna ha osservato, è stato “sorprendente” che nel 2022 si sapesse ancora così poco della sessualità femminile.

Nel 2015, ricercatori in Francia hanno condotto ecografie su donne che esprimono grandi quantità di liquido all’orgasmo, durante tutto il processo di orgasmo.

Hanno scoperto che, nonostante l’inizio con una vescica vuota, appena prima dell’orgasmo, la loro vescica era di nuovo piena, solo per svuotarsi di nuovo dopo l’orgasmo.

“Questo studio presenta prove convincenti che spruzzare nelle donne è chimicamente simile all’urina e contiene anche piccole quantità di PSA che è presente nel vero eiaculato di uomini e donne”, ha detto all’epoca Barry Komisaruk, uno psicologo della salute sessuale.

“Questo studio aiuta a conciliare la controversia sui fluidi che molte donne riferiscono di essere rilasciati all’orgasmo.

“Evidentemente ci sono due fluidi diversi, con due sorgenti diverse. Non è noto se uno di questi fluidi svolga un ruolo fisiologico, ovvero se svolgano una funzione adattativa”.

Originariamente pubblicato come “Squirting”: il mistero che circonda l’atto sessuale femminile è finalmente risolto

Leave a Reply

Your email address will not be published.