Ben Enwonwu: l’artista nigeriano che ha realizzato una scultura in bronzo della regina Elisabetta II

Correva l’anno 1956, e c’era molto clamore e attesa per la prima visita della regina Elisabetta in Nigeria.

Il giovane monarca era a pochi anni dall’inizio del suo regno e stava facendo un’attesissima visita nel paese dell’Africa occidentale, che doveva ancora diventare una repubblica.

Prima del suo arrivo, il famoso artista nigeriano Ben Enwonwu ha ricevuto una commissione reale per commemorare la sua visita con una statua, che lo ha reso il primo artista africano a creare un ritratto ufficiale di un membro della famiglia reale.

Ha iniziato a lavorare alla scultura l’anno successivo, visitando Buckingham Palace a Londra per diverse sedute.

“Nel 1957, la regina Elisabetta II si sedette per Enwonwu per una grande scultura in bronzo”, ha osservato il Royal Collection Trust, che sovrintende alla collezione d’arte della famiglia reale britannica.

Ben Enwonwu lavora alla scultura in bronzo della regina Credito: Per gentile concessione di Oliver Enwonwu/The Ben Enwonwu Foundation

In tutto, la regina Elisabetta si è seduta per Enwonwu 12 volte, otto delle quali a Buckingham Palace, secondo il sito web della Ben Enwonwu Foundation.

Il resto delle sedute si è svolto in uno studio privato appartenente a Sir William Reid-Dick, collega di Enwonwu alla Royal Society of British Artists.

Durante questo periodo, Enwonwu “ha terminato un busto ritratto e un modello di schizzo della scultura”, secondo la fondazione.

Ben Enwonwu e Sua Maestà Elisabetta II osservano la sua scultura della regina

Ben Enwonwu e Sua Maestà Elisabetta II osservano la sua scultura della regina Credito: Per gentile concessione di Oliver Enwonwu/The Ben Enwonwu Foundation

“Caratteristiche africane”

Enwonwu completò la scultura nel 1957 e all’epoca inarcò alcune sopracciglia per aver raffigurato la regina con le labbra più carnose. Suo figlio Oliver ha detto che faceva parte dello stile caratteristico di Ben Enwonwu “Africanizzare” i suoi sudditi.

“Alcune delle recensioni entusiastiche che ha ricevuto la scultura sono state che l’artista ha raffigurato la regina attraverso i suoi occhi africani, l’opera aveva caratteristiche africane, che erano caratteristiche del suo lavoro”, ha detto alla CNN Oliver Enwonwu.

Oliver, anche lui un artista famoso, ha descritto la scultura della regina come una delle più grandi opere di suo padre.

“Mio padre ne era molto orgoglioso. È stato uno dei suoi capolavori che ha mostrato la sua destrezza come artista”, ha detto alla CNN.

“All’epoca, (Enwonwu che faceva una scultura della regina) era un grosso problema perché era un artista africano. Ma all’epoca era il più famoso nel Commonwealth, quindi era molto facile che gli fosse dato il cenno del capo “, ha aggiunto Oliver.

Inaugurazione della statua in Nigeria

Inaugurazione della statua in Nigeria Credito: Per gentile concessione di Oliver Enwonwu/The Ben Enwonwu Foundation

Mentre la scultura in seguito finì in Nigeria, la regina Elisabetta acquisì il busto e, secondo il Royal Collection Trust, possedeva un’altra scultura di Enwonwu oltre a numerosi suoi dipinti.

Il bronzo della regina fu successivamente collocato nell’edificio del parlamento nigeriano in vista dei preparativi per l’indipendenza del paese dalla Gran Bretagna nel 1960.

L’opera ora risiede nel museo nazionale nigeriano.

Un influente artista africano

Enwonwu è diventato noto come uno dei più grandi modernisti africani.

Il suo ritratto della principessa nigeriana Adetutu “Tutu” Ademiluyi, soprannominata la “Monna Lisa africana”, è stato venduto per oltre $ 1,6 milioni (£ 1.205.000) a un’asta londinese nel 2018.

Nato nel 1917, Enwonwu è stato descritto come l’artista africano più influente del 20° secolo.

Era diventato un artista eminente anche prima della sua commissione reale e nel 1954 ricevette dalla regina il premio Membro dell’Ordine dell’Impero Britannico (MBE) per i suoi servizi all’arte.

Enwonwu ha ottenuto una borsa di studio nel 1944 dalla Shell West Africa e dal British Council per studiare belle arti nel Regno Unito dopo una mostra personale di successo. Ha ricevuto un’istruzione classica presso la Slade School of Fine Art di Londra e ha frequentato l’Università di Oxford. Enwonwu in seguito tornò in Nigeria per diventare docente.

È stato nominato primo professore d’arte della Nigeria dall’Università di Ife, ora conosciuta come Obafemi Awolowo University, nel 1971 e nove anni dopo ha ricevuto un National Merit Award dal governo nigeriano.

Morì nel 1994 all’età di 77 anni.

Leave a Reply

Your email address will not be published.