BTr rifiuta le offerte per buoni del Tesoro di 91 giorni e 364 giorni

Il Bureau of Treasury (BTr) ha parzialmente assegnato buoni del tesoro lunedì, poiché gli operatori del mercato prevedono un altro aumento dei tassi da parte della Federal Reserve statunitense.

I dati del BTr hanno mostrato che il Tesoro ha raccolto 3,162 miliardi di sterline durante l’asta di lunedì, dopo aver parzialmente assegnato banconote da 182 giorni. Il BTr, tuttavia, non ha assegnato alcun conto per le bollette da 91 giorni e 364 giorni durante il giorno.

L’importo offerto sia per le cambiali da 91 giorni che da 364 giorni ha mostrato un interesse misto da parte degli investitori, con il tenore più breve che ha ottenuto più offerte di quelle offerte mentre il tenore più lungo non è stato all’altezza dell’offerta.

Le offerte di cambiali a 91 giorni hanno raggiunto i 5,9655 miliardi di sterline durante l’asta del giorno, mentre le offerte per le cambiali a 364 giorni hanno raggiunto solo i 3,2 miliardi di sterline. L’importo offerto per entrambi è di P5 miliardi.

Nel frattempo, per le cambiali da 182 giorni, l’importo offerto ha raggiunto P7,123 miliardi, superando anche l’importo di P5 miliardi offerto.

Il tesoriere nazionale Rosalia V. de Leon ha affermato che i risultati dell’asta sono arrivati ​​quando i mercati hanno anticipato l’azione della Fed.

“I mercati chiedono tassi più alti poiché la Fed dovrebbe realizzare un altro ampio aumento dei tassi, anche di un intero punto percentuale, determinato a generare inflazione”, ha affermato de Leon.

Le tariffe sono state più alte su tutta la linea per l’asta di lunedì, con le tariffe delle fatture a 91 giorni che hanno raggiunto un tasso medio del 3,912 percento se completamente aggiudicate dal 3,349 percento dell’asta della settimana precedente.

Per le bollette da 182 giorni, le tariffe hanno raggiunto il 3,81% dal 3,634% della settimana precedente. Mentre le tariffe delle fatture a 364 giorni hanno raggiunto il 4,89 percento se completamente assegnate dal 4,392 percento della settimana precedente.

Il recente Asia Bond Monitor (ABM) dell’Asian Development Bank (ADB) ha mostrato l’impatto degli aumenti dei tassi sui titoli di debito. (Cfr. “BSP ‘più aggressivo’ nei tassi di politica di rialzo”, di Cai Ordinario, BusinessMirror, 15 settembre 2022.)

L’ADB ha affermato che l’aggressività negli aumenti dei tassi ufficiali da parte del Bangkok Sentral ng Pilipinas (BSP) ha portato a un aumento dei rendimenti obbligazionari a 2 anni del paese.

L’ABM ha mostrato che i rendimenti sono aumentati in media di 74 punti base (bps) per le obbligazioni con scadenza pari o inferiore a due anni. Il più grande aumento dei rendimenti, ha affermato l’ADB, è stato visto nelle obbligazioni a 1 anno a 134 bps, seguite dai titoli a 6 mesi a 111 bps.

Leave a Reply

Your email address will not be published.