La Russia colpisce una diga nell’Ucraina centrale, nell’ultimo attacco alle infrastrutture civili



CNN

L’Ucraina afferma che gli attacchi missilistici russi hanno rotto una grande diga nella città ucraina centrale di Kryvyi Rih, l’ultimo attacco di Mosca in una serie di bombardamenti sulle infrastrutture civili.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha dichiarato mercoledì che la Russia ha preso di mira il bacino idrico di Karachunivske, aggiungendo che non aveva alcun valore militare e che gli attacchi avrebbero avuto un impatto solo sui civili locali.

Secondo il legislatore ucraino Inna Sovsun, gli scioperi hanno distrutto una stazione di pompaggio dell’acqua e allagato gli argini, che si trovano a pochi metri dagli edifici residenziali.

L’acqua si è riversata nel fiume Inhulets, l’affluente destro del fiume Dnipro nell’Ucraina sud-orientale. Ai residenti nei distretti di Kryvyi Rih è stato chiesto di evacuare le loro case giovedì per evitare il rischio di inondazioni.

I servizi di emergenza e i soccorritori hanno lavorato durante la notte e fino a giovedì, ha detto il capo dell’amministrazione militare civile della regione di Dnipropetrovsk in un post di Telegram. Valentyn Reznichenko ha affermato che i team hanno svolto un “lavoro incredibile”.

I livelli dell’acqua nel fiume Inhulets sono ora scesi di 50 centimetri (20 pollici) dopo essere aumentati improvvisamente mercoledì, ha detto giovedì Andrii Kurach, capo del Servizio statale di emergenza della regione di Dnipropetrovsk.

Da allora i livelli delle inondazioni nell’area locale sono diminuiti, i lavori per riparare i danni sono stati completati al 50% e le forniture d’acqua sono state ripristinate, ha detto giovedì un funzionario regionale.

“Il bacino idrico di Karachunivske è enorme: c’era la minaccia di una grande inondazione. Ma grazie ad azioni coordinate, è stato evitato”, ha affermato Oleksandr Vilkul, capo dell’amministrazione militare civile di Kryvyi Rih.

Ore dopo l’attacco, giovedì un altro missile da crociera russo ha colpito l’area di Kryvyi Rih, ha aggiunto Vilkul.

Dopo l’attacco, Zelensky ha consegnato un messaggio a Mosca in cui si riferiva all’esercito russo come a “deboli”.

“I tuoi attacchi missilistici di oggi, i missili russi contro Kryvyi Rih, la diga del bacino idrico di Karachunivske, gli oggetti che non hanno alcun valore militare, colpendo di fatto centinaia di migliaia di civili comuni, è un altro motivo per cui la Russia perderà. E non solo questa guerra, ma la storia stessa”, ha detto mercoledì nel suo discorso serale.

“La storia è scritta dalle persone, mai dai selvaggi. Chi rimarrai nella storia? Tutti coloro che lanciano questi missili. Quelli che sono venuti nella nostra terra. debole Siete dei deboli che stanno conducendo una guerra contro i civili”, ha aggiunto.

“Mascalzoni che, dopo essere fuggiti dal campo di battaglia, stanno cercando di fare del male da qualche parte lontano. Rimarrete terroristi di cui i loro nipoti si vergogneranno”.

L’attacco di Mosca al bacino arriva pochi giorni dopo che un attacco missilistico russo ha colpito una centrale elettrica e di riscaldamento nella regione nord-orientale di Kharkiv, lasciando molti senza elettricità.

Durante la sua visita all’Izium appena liberata mercoledì, Zelensky si è detto “scioccato” dai livelli di distruzione lasciati dalle forze russe in seguito ai mesi di occupazione della città di Kharkiv.

Leave a Reply

Your email address will not be published.