Bavuma avrà la possibilità la prossima settimana di dimostrare che lo snobbamento di SA20 era sbagliato



Tra una settimana, Temba Bavuma guiderà i Proteas in battaglia nel primo T20 di una serie di tre partite contro l’India a Thiruvananthapuram, dandogli una prima opportunità per rispondere a tutti i dubbiosi e dimostrare che la sua omissione dalle squadre SA20 è stata un errore.

Il capitano della nazionale di palla bianca Bavuma non è riuscito a raccogliere un’offerta in tre tentativi all’asta a Cape Town, nonostante, o forse a causa, di un prezzo di riserva di R850.000.

Lo shock snobbato ha portato praticamente tutti gli allenatori della franchigia a interrogarsi su come il giocatore che guiderà il Sud Africa alla Coppa del Mondo T20 il mese prossimo sia riuscito a perdere un posto nelle sei franchigie per giocare nella SA20 il prossimo gennaio.

Sembravano perplessi come i media.

“Solo perché sei un buon giocatore in Sud Africa, non significa necessariamente che sarai riconosciuto in tutto il mondo”, è stato il commento significativo dell’allenatore dei Durban Super Giants Lance Klusener quando gli è stato chiesto dell’omissione di Andile Phhehlukwayo, il tuttofare di Bavuma e Protea.

Per saperne di più: Favolosa asta SA20 per Stubbs & Ferreira nei panni di Bavuma, snobbato Phehlukwayo

“Sono sicuro che Temba e Andile si sentano come gli altri giocatori che non sono stati venduti. Ma è stato brutale là fuori e c’era molta concorrenza”.

Anche l’allenatore dell’MI Cape Town, Simon Katich, l’ex battitore australiano, ha attribuito l’assenza di Bavuma alla competizione per i posti.

“E’ dura, ma ci sono molti buoni giocatori che si sono persi perché c’era molta concorrenza. E c’era molta concorrenza all’estero per alcuni spot”, ha detto Katich.

Mentre Bavuma ha dimostrato la sua qualità da star nel test e nel cricket ODI, il suo tasso di strike di 120,60 nei T20 Internationals e 124,67 a livello nazionale è considerato debole per il formato.

Donovan Ferreira

Ma la natura spesso bizzarra delle aste T20 è stata mostrata nel modo in cui i franchise erano disposti a pagare un caro prezzo per Donovan Ferreira, il battitore del nord che è uno sconosciuto quasi completo all’estero, ma è riuscito a prendere R5,5 milioni da Joburg Super Kings nel prima serie espressa di offerte verso la fine dell’asta.

Tuttavia, l’allenatore dei Super Kings Stephen Fleming sembra un fan.

“Donovan è relativamente giovane, esplosivo e dinamico e può anche mantenere il wicket. Ho pensato che sarebbe stato un acquisto piacevole e facile, ma l’offerta mi ha fatto battere il cuore.

“Era l’ultima posizione chiave di cui avevamo bisogno, il nostro ultimo lancio di dadi e l’abbiamo appena preso. Speriamo che questo sforzo ci ripagherà.

“Di solito puoi fare degli ottimi acquisti alla fine e alla fine è stata una buona giornata per noi. La sfida è che stabilisci il tuo budget, ma poi vieni spazzato via dall’acqua per uno dei tuoi premi”, ha detto Fleming.

Per saperne di più: Asta di giocatori SA20 – Quattro cose che abbiamo imparato e squadre complete

Leave a Reply

Your email address will not be published.