Biden ha dichiarato la pandemia “finita”. Il suo team Covid dice che è più complicato.

La dichiarazione ha sorpreso gli alti funzionari sanitari del presidente, molti dei quali hanno appreso delle osservazioni di Biden solo da tweet e titoli di notizie. Il presidente non aveva inizialmente programmato di fare notizie importanti su Covid, né aveva discusso con i suoi consulenti sanitari per annunciare presto la fine della pandemia, hanno affermato due alti funzionari.

Quando la Casa Bianca ha esaminato una trascrizione dei suoi commenti dopo l’intervista, che è stata registrata all’inizio della settimana, non ha allertato il suo team Covid, lasciando l’amministrazione senza una risposta coordinata per l’immediato periodo successivo.

Nelle ore successive, i funzionari sanitari si sono applauditi in privato e con sarcasmo per un lavoro ben fatto: dopo 20 mesi di lavoro 24 ore su 24, hanno scherzato, tutto ciò che è servito per porre fine a una crisi che capita una volta in un secolo è stato per Biden per dichiararlo finito. Altri sostenevano che fosse effettivamente giunto il momento per una tale dichiarazione; che il virus è in uno stato gestibile e Biden stava semplicemente mettendo in chiaro dove si è diretta da tempo la sua amministrazione.

Sostanzialmente, tuttavia, c’era una preoccupazione persistente che i commenti a braccio di Biden potessero minare lo sforzo della Casa Bianca di portare effettivamente l’emergenza sanitaria pubblica che è la crisi del Covid a una conclusione formalmente dichiarata – e trasformarsi in un mal di testa politico se il virus dovesse arrivare ruggendo indietro.

“Non siamo dove dobbiamo essere se vogliamo citare ‘vivi con il virus'”, ha detto lunedì Anthony Fauci, consigliere medico capo di Biden. “Dobbiamo ancora essere consapevoli di quanto sia insolito questo virus e continui ad essere nella sua capacità di evolversi in nuove varianti che sfidano i meccanismi standard di salute pubblica per affrontare un focolaio”.

È probabile che la dichiarazione di Biden dia ai repubblicani più munizioni per opporsi alla richiesta di finanziamento della Casa Bianca per mantenere a galla la risposta federale al Covid. La Casa Bianca sta cercando più di 22 miliardi di dollari, anche se la fiducia dei Democratici di poter garantire quell’importo in un prossimo disegno di legge sul budget stava svanendo anche prima della messa in onda di “60 Minutes”.

Potrebbe anche complicare la campagna dell’amministrazione affinché le persone cerchino vaccini aggiornati prima di una potenziale ondata invernale, una battaglia in salita che secondo i funzionari sanitari sarà il vero determinante per l’uscita degli Stati Uniti dalla pandemia.

“Il Covid probabilmente non è il problema più grande in questo momento”, ha detto un alto funzionario di Biden. “È solo che il Covid è ancora una vera sfida. E se le cose vanno male, potrebbe passare dall’essere un problema a essere di nuovo il problema più grande”.

I funzionari dell’amministrazione coinvolti nella risposta al Covid hanno sottolineato che le osservazioni di Biden non avrebbero avuto un impatto sulla loro pianificazione politica, né che avrebbero rappresentato un punto di svolta nella risposta. L’amministrazione dovrebbe ancora rinnovare la sua dichiarazione sulla salute pubblica Covid in ottobre e sta spingendo avanti per accumulare forniture di test.

La Casa Bianca ha anche minimizzato il significato retorico dei commenti di Biden, liquidandolo come il tentativo del presidente di evidenziare il successo dell’amministrazione nel respingere il virus. Vaccini e trattamenti ampiamente disponibili sono in grado di attenuare il peggio degli effetti del Covid, le aziende e le scuole sono aperte e le misure sanitarie di emergenza sono in gran parte svanite. Anche se gli Stati Uniti sono tecnicamente ancora in una pandemia, sostengono gli assistenti, Biden stava cercando di esprimere che la vita della maggior parte delle persone non è più controllata da esso.

Un portavoce della Casa Bianca lunedì ha indicato il piano autunnale Covid precedentemente pubblicato dall’amministrazione, che incoraggiava l’uso di vaccinazioni e trattamenti per “gestire le fluttuazioni del COVID-19 e andare avanti in sicurezza”.

“Se utilizzati correttamente, gli strumenti che abbiamo ora possono prevenire quasi tutti i decessi per COVID-19”, afferma il piano.

Tuttavia, l’episodio sottolinea la difficoltà che deve affrontare la Casa Bianca nel rivendicare il merito politico per i suoi progressi sulla pandemia, anche se cerca di radunare un pubblico stanco contro la minaccia di una rinascita.

Più di 300 persone al giorno muoiono ancora a causa del Covid-19, secondo i Centers for Disease Control and Prevention, e altre decine di migliaia sono ricoverate in ospedale. I funzionari di Biden e gli esperti di salute pubblica temono che un’ondata di casi durante i mesi più freddi possa ancora una volta sconvolgere la vita degli americani e credono che l’emergere di un’altra variante lungo la strada sia inevitabile.

Allo stesso tempo, l’amministrazione ha sempre più lottato per vaccinare le persone, ostacolata dalle difficoltà a superare la stanchezza della pandemia del pubblico.

“La salute pubblica ha davvero perso la fiducia di molti, perché sembra che stiamo oscillando avanti e indietro tra posizioni diverse”, ha affermato Michael Osterholm, direttore del Center for Infectious Disease Research and Policy presso l’Università del Minnesota. “Eccone un esempio in questo momento. Se dici che la pandemia è finita, perché le persone dovrebbero avere questi booster? Lo stiamo già sentendo dal pubblico”.

Il coro di disapprovazione della comunità della salute pubblica con i commenti di Biden ha attirato l’attenzione tra gli assistenti della Casa Bianca lunedì, che hanno sottolineato i loro sforzi per promuovere i colpi di richiamo e assicurarsi più finanziamenti come prova del fatto che non stanno trattando Covid come un problema del passato.

Piuttosto, i funzionari della Casa Bianca hanno insistito sul fatto che possono ancora condurre il tipo di campagna di vaccinazione aggressiva necessaria per proteggere le persone da una rinascita, riconoscendo allo stesso tempo che gran parte del paese è andata avanti.

L’amministrazione all’inizio di questo mese ha deciso di lanciare nuovi vaccini aggiornati per garantire che le popolazioni vulnerabili potessero vaccinarsi ben prima dell’inverno. Ha anche cercato di rinominare il vaccino Covid come un colpo da una volta all’anno; un riconoscimento, ha detto aiutanti, che la maggior parte delle persone sane non avrà bisogno di più protezione di quella per allontanare malattie gravi e probabilmente non sarebbero disposte a prenderle comunque.

Il nuovo approccio di messaggistica sviluppato dai massimi funzionari sanitari di Biden mira a ravvivare l’interesse per i vaccini e a normalizzarli come parte delle routine sanitarie più ampie delle persone, piuttosto che l’ultimo di una serie infinita di colpi di richiamo.

In una recente conferenza stampa, il coordinatore della risposta al Covid-19 della Casa Bianca Ashish Jha ha pubblicizzato il passaggio a una cadenza vaccinale annuale come una “pietra miliare importante”. Biden dovrebbe anche tenere un discorso per promuovere l’approccio annuale nel prossimo futuro, hanno affermato gli assistenti, in quello che sarebbe stato il suo primo discorso pubblico specifico per Covid da luglio.

Tuttavia, è probabile che queste tattiche portino l’amministrazione solo fino ad ora. I gruppi della comunità che si stanno occupando degli spari hanno segnalato una domanda tiepida nelle prime settimane del lancio, una mancanza di urgenza che secondo quelli sul campo è stata rafforzata dalla corsa a livello statale e locale per eliminare l’ultima delle precauzioni per la pandemia, come requisiti di mascheramento e vaccino.

“Questo è molto difficile”, ha detto Reed Tuckson, co-fondatore della Black Coalition Against Covid, dello stato dello sforzo di sensibilizzazione locale anche prima dei commenti di Biden “60 Minutes”. “Il sentimento là fuori è che questa malattia, per quanto li riguarda, è finita”.

I funzionari di Biden hanno ammesso in privato che è probabile che l’adozione del vaccino aggiornato rimanga bassa, anche se hanno in programma di utilizzare i fondi Covid rimanenti limitati del governo per spingere i colpi come fondamentali per mantenere le persone al sicuro. È stato un altro fattore che ha contribuito alla difficoltà nel discernere in quale fase della lotta alla pandemia si trova il Paese.

“A che punto siamo nella pandemia?” disse Osterholm. “Dobbiamo solo riconoscere: non lo sappiamo”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.