Btr assegna completamente i T-bond a 7 anni ristampati

Il Bureau of Treasury (BTr) ha annunciato martedì di aver completamente assegnato i buoni del Tesoro a 7 anni riemessi (T-bond).

I dati hanno mostrato che il BTr ha raccolto 35 miliardi di sterline dalla vendita di buoni del tesoro a 7 anni riemessi all’asta del giorno.

I T-bond hanno raggiunto un tasso medio del 6,588 percento, con un massimo del 6,75 percento e un minimo del 6,375 percento.

L’importo offerto durante la giornata ha raggiunto P54,844 miliardi, superando l’importo offerto
durante l’asta.

Il tesoriere nazionale Rosalia V. De Leon ha detto ai giornalisti che l’assegnazione completa dell’offerta all’asta del giorno era dovuta all’allineamento delle tariffe con i livelli secondari.

La scorsa settimana, il BTr ha anche completamente assegnato i T-bond a 10 anni sulla scia della continua forte domanda da parte degli investitori.

I T-bond a 10 anni hanno raggiunto un tasso medio del 6,703 percento, con un massimo del 6,8 percento e un minimo del 6,5 percento.

“La forte domanda ha mantenuto i tassi all’interno del livello secondario anche con le dichiarazioni da falco della Fed e l’impegno a portare l’inflazione all’obiettivo del 2%”, ha detto in precedenza De Leon ai giornalisti.

Per questo mese, il Tesoro prenderà in prestito dal mercato del debito locale circa 200 miliardi di sterline, di cui 140 miliardi di sterline saranno tramite i buoni del tesoro e altri 60 miliardi di sterline dai buoni del tesoro.

Quest’anno, il governo prenderà in prestito un totale di 2,21 trilioni di sterline, di cui il 75% proverrà localmente mentre il restante 25% proverrà da fonti straniere.

Alla fine di luglio di quest’anno, il debito in essere del governo nazionale è salito a un nuovo record record di P12,89 trilioni, con un aumento di P96,09 miliardi o 0,8 per cento durante il primo mese dell’amministrazione Marcos da P12,79 trilioni a partire da fine giugno.

Il rapporto debito/PIL del paese è leggermente diminuito al 62,1% nel secondo trimestre dell’anno dal 63,5% del primo trimestre. Tuttavia, questo è rimasto al di sopra della soglia del 60% raccomandata a livello internazionale per un’economia sana.

Leave a Reply

Your email address will not be published.