L’autobus si tuffa nel burrone del Costa Rica, uccidendo almeno nove persone



Almeno nove persone sono rimaste uccise e quattro sono rimaste disperse quando un autobus e altri due veicoli sono precipitati in un burrone in una zona montuosa del Costa Rica, ha riferito domenica la Croce Rossa.

L’autobus, l’auto e la moto sono scivolate nel burrone profondo 75 metri (245 piedi) sabato quando forti piogge hanno causato una frana al passo di montagna di El Hundimiento, a circa 80 chilometri (50 miglia) a ovest della capitale San Jose.

I servizi di soccorso hanno tirato fuori dalla gola circa 50 sopravvissuti, compreso l’autista dell’autobus, secondo la previdenza sociale costaricana responsabile dei servizi sanitari pubblici del paese.

“Al momento, sappiamo di nove persone che non avevano segni vitali”, ha twittato la Croce Rossa dopo l’incidente, aggiungendo che quattro persone rimangono disperse.

L’autobus stava viaggiando tra San José e la provincia di Guanacaste in Costa Rica con 47 persone a bordo, ha detto al quotidiano costaricano La Nacion il proprietario della compagnia di trasporti, la tedesca Alfaro.

La Croce Rossa aveva precedentemente stimato il numero di passeggeri a circa 60.

LEGGI ANCHE: GUARDA: 2 anni ucciso, altri 29 feriti nell’orrore Incidente sul bus di Wilderness

Le immagini condivise dai servizi di soccorso hanno mostrato il relitto dell’autobus in fondo al burrone in una regione montuosa del Costa Rica, dove gli sforzi di recupero sono stati particolarmente impegnativi.

La gente del posto ha detto che l’incidente è stato causato dalla mancanza di barriere protettive o di segnaletica lungo la strada.

“Siamo stati abbandonati per anni”, ha detto Gilbert Martinez alla stazione televisiva Canal 7.

Ma il governo ha definito l’incidente “imprevedibile”.

“Non è colpa del governo o della compagnia di autobus. È qualcosa che non possiamo prevedere”, ha affermato il ministro dei Lavori pubblici e dei trasporti Luis Amador.

Gli specialisti dell’Università del Costa Rica hanno pubblicato a marzo un rapporto avvertendo del rischio di crollo delle strade nell’area.

Il presidente del Costa Rica Rodrigo Chaves ha dichiarato tre giorni di lutto nazionale e ha dichiarato che non parteciperà all’Assemblea generale delle Nazioni Unite a New York a causa dell’emergenza nel suo Paese causata dalle forti piogge.

Leave a Reply

Your email address will not be published.