Magnus Carlsen lascia la partita senza spiegazioni in mezzo a un’apparente faida con il collega Gran Maestro Hans Niemann



CNN

Poco dopo aver fatto la sua prima mossa, il campione del mondo Magnus Carlsen si è dimesso lunedì da una partita di scacchi online contro il collega grande maestro Hans Niemann.

La coppia stava giocando nella Julius Baer Generation Cup quando Carlsen ha spento lo schermo e ha lasciato la partita senza spiegazioni, l’ultima svolta in un’apparente faida tra i due giocatori.

“Cercheremo di ottenere un aggiornamento su questo”, il commentatore Tania Sachdev disse in una diretta della partita su chess24. “Magnus Carlsen si è appena dimesso – si è alzato e se n’è andato, ha spento la sua fotocamera ed è tutto ciò che sappiamo in questo momento”.

La CNN ha contattato i rappresentanti di Carlsen per un commento ma non ha ricevuto risposta.

All’inizio di questo mese, il norvegese si è ritirato dalla Sinquefield Cup a Saint Louis dopo la sconfitta a sorpresa contro la star americana Niemann, la prima volta che si è ritirato da un torneo nella sua carriera, secondo chess24.

Carlsen ha confermato il suo ritiro Twitter, postando: “Mi sono ritirato dal torneo. Mi è sempre piaciuto giocare nel @STLChessClub e spero di tornare in futuro”. Il tweet di Carlsen includeva anche un noto video dell’allenatore di calcio Jose Mourinho che diceva: “Se parlo, sono in grossi guai”.

Un altro grande maestro, Hikaru Nakamura, ha detto che Carlsen è “sospettoso” della condotta di Niemann e, pochi giorni dopo la partita della Sinquefield Cup, Niemann ha risposto pubblicamente alle accuse di aver imbrogliato all’inizio della sua carriera scacchistica.

Il diciannovenne ha ammesso di aver barato all’età di 12 e 16 anni, ma in un’intervista al St. Louis Chess Club ha detto di non aver mai barato nei giochi over-the-board.

Magnus Carlsen sta ora dominando il mondo della Fantasy Premier League

“Sto dicendo la mia verità perché non voglio alcuna falsa dichiarazione”, ha detto Niemann. “Sono orgoglioso di me stesso di aver imparato da quell’errore e ora ho dato tutto agli scacchi. Ho sacrificato tutto per gli scacchi”.

La tensione tra Niemann e Carlsen ha scosso la comunità scacchistica. Niemann ha affermato di essere stato rimosso dal popolare sito Web Chess.com in seguito al tweet di Carlsen e che “l’intero mondo dei social media e degli scacchi mi sta attaccando completamente e mi sta minando”.

“Vedere il mio eroe assoluto (Carlsen) provare a prendere di mira, provare a rovinare la mia reputazione, rovinare la mia carriera negli scacchi e farlo in un modo così frivolo è davvero, davvero deludente”, ha aggiunto.

Né Niemann né Chess.com hanno risposto alla richiesta di commento della CNN.

in un dichiarazioni l’8 settembre, Danny Rensch, Chief Chess Officer di Chess.com, ha affermato che il sito aveva “condiviso prove dettagliate con [Niemann] riguardo alla nostra decisione, comprese le informazioni che contraddicono le sue dichiarazioni in merito alla quantità e alla gravità del suo imbroglio”.

Rensch ha continuato: “Abbiamo invitato Hans a fornire una spiegazione e una risposta con la speranza di trovare una soluzione in cui Hans possa nuovamente partecipare su Chess.com”.

Carlsen e Niemann hanno giocato altre due partite contro altre avversarie dopo le improvvise dimissioni del primo lunedì. Carlsen è a due punti dal leader Arjun Erigaisi nella classifica del torneo dopo otto round, mentre Niemann è indietro di quattro punti.

“Sembra che lui (Carlsen) stia chiaramente insinuando qualcosa, ma finché non catturi qualcuno, non puoi fare nulla”, ha detto a chess24 Anish Giri, che sta anche gareggiando alla Julius Baer Generation Cup.

“Sembra molto strano ora. Chiaramente, tutto ha senso se, presumibilmente, Hans sta barando e non vuole interpretarlo, ma se non lo è (barando), allora è davvero molto sbagliato.

“Quindi non lo so, dobbiamo vedere. Ancora una volta, tutti si aspettano una specie di grosso coniglio dal cappello con Magnus, ma a quanto pare non vuole interpretare Hans”.

Levon Aronian, anche lui in competizione nel torneo, ha affermato che Niemann “non è stato la persona più pulita quando si tratta di scacchi online”, ma ha aggiunto che “questo è un problema che richiede una soluzione”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.