Tifone Nanmadol: due morti, interruzioni di corrente mentre la tempesta porta una pioggia da record

Un uomo sulla sessantina è stato confermato morto nella città di Miyakonojō. I vigili del fuoco lo hanno trovato intrappolato in un’auto sommersa su un terreno agricolo vicino a un fiume. I vigili del fuoco hanno tirato fuori l’uomo dal veicolo, riempito d’acqua fino al tetto, ma non ha mostrato segni vitali ed è stato dichiarato morto, hanno detto le autorità alla CNN.

Le autorità hanno anche confermato la morte di un uomo sulla quarantina che era scomparso dopo che una colata di fango aveva distrutto la sua capanna nella città di Mimata.

Nanmadol è atterrato nella prefettura di Kagoshima nel Kyushu domenica sera, registrandosi come uno dei tifoni più forti che il Giappone abbia mai visto, secondo la World Meteorological Association.

Più di 300.000 famiglie nel sud-ovest del Giappone sono rimaste senza elettricità, spingendo le autorità locali a emettere un “avvertimento speciale” esortando i residenti a cercare riparo dalla potente tempesta.

Ci sono state segnalazioni di inondazioni e sono previsti oltre 700 mm di pioggia in tutta l’isola nelle prossime 24 ore, secondo quanto riferito lunedì dall’Agenzia meteorologica giapponese (JMA). Gli avvisi di frane e mareggiate rimangono in vigore anche per oltre una dozzina di prefetture in Giappone, ha affermato la JMA.

Lunedì sera, parti del Kyushu, dell’isola di Shikoku e della regione di Chugoku hanno registrato precipitazioni di oltre 200 millimetri in 24 ore, con diversi rapporti che hanno battuto i record per la maggior parte delle precipitazioni in un giorno di settembre. Yanase di Shikoku ha visto più di 400 mm di pioggia.

A quasi 10 milioni di persone nel Kyushu è stato consigliato di cercare riparo in edifici robusti o di trasferirsi su un terreno più elevato prima dell’arrivo della tempesta. Tali avvisi non sono obbligatori e in passato le autorità hanno lottato per incoraggiare le persone a lasciare le loro case. Domenica, le autorità del Kyushu hanno intrapreso l’insolito passo di emettere un “avvertimento speciale” usato raramente nella speranza di trasmettere la gravità della minaccia rappresentata dalla tempesta.

Un “disastro su larga scala” potrebbe anche essere imminente con estese inondazioni e smottamenti, ha avvertito JMA. “È necessario il massimo livello di vigilanza per l’innalzamento del livello dell’acqua e le inondazioni dei fiumi, i disastri da frane e le inondazioni delle pianure”, ha affermato domenica.

Diverse prefetture, tra cui le città di Fukuoka e Nagasaki, sono rimaste senza elettricità dall’arrivo del tifone, ha affermato la compagnia elettrica Kyushu Electric.

Nanmadol è il quattordicesimo tifone che il Giappone ha sperimentato quest’anno e arriva dopo che il paese ha dovuto affrontare ondate di caldo da record a giugno che hanno causato una massiccia interruzione di corrente a milioni di residenti nella capitale Tokyo e un numero elevato di colpi di calore tra gli anziani vulnerabili.

Si prevede che Nanmadol si recherà nel Giappone centrale verso Tokyo nei prossimi giorni e manterrà gran parte della sua forza mentre si muove, avvertono gli esperti.

Traghetti e servizi di treni ad alta velocità, così come centinaia di voli, sono stati cancellati in tutto il paese a causa del tempo pericoloso.

Leave a Reply

Your email address will not be published.