Funerale di Shinzo Abe: un giapponese si “da fuoco” per protestare contro il funerale di stato del Primo Ministro assassinato

“Ho sentito che la polizia ha trovato un uomo che aveva subito ustioni vicino all’ufficio di gabinetto questa mattina prima delle 7 del mattino e sono consapevole che la polizia sta indagando”, ha detto ai giornalisti mercoledì il segretario capo del gabinetto giapponese Hirokazu Matsuno.

La polizia ora sta raccogliendo prove dalle telecamere di sicurezza e dai testimoni oculari, ha detto TV Asahi, aggiungendo che un agente che ha cercato di estinguere l’incendio è stato ferito ed è stato portato in ospedale.

Shinzo Abe è stato il primo ministro più longevo del Giappone, in carica dal 2006 al 2007 e di nuovo dal 2012 al 2020 prima di dimettersi per motivi di salute.
È morto per un’emorragia eccessiva a luglio all’età di 67 anni dopo essere stato colpito da colpi di arma da fuoco mentre teneva un discorso pubblico per la campagna.
La notizia del suo assassinio è risuonata in tutto il mondo e folle enormi si sono radunate per le strade di Tokyo per rendere omaggio.

Il governo giapponese ha annunciato che terrà un funerale di stato per Abe il 27 settembre, con la cerimonia che dovrebbe costare fino a 12 milioni di dollari a causa delle pesanti tasse di sicurezza e accoglienza per ospitare dignitari stranieri.

L’opposizione a questa mossa sta crescendo. Alcuni manifestanti si risentono per quello che vedono come un uso esorbitante di fondi pubblici per l’evento, mentre altri sottolineano la politica occasionalmente divisiva di Abe.

I funerali di stato in Giappone sono solitamente riservati ai membri della famiglia imperiale, sebbene l’onore sia stato concesso anche all’ex primo ministro Shigeru Yoshida nel 1967.

Nonostante le sue vittorie alle urne, Abe non era estraneo alle polemiche. È stato coinvolto in numerosi scandali durante la sua carriera e ha suscitato polemiche con le visite al Santuario Yasukuni, che include i nomi di criminali di guerra condannati ed è considerato da Cina, Corea del Nord e Corea del Sud come un simbolo del passato militare imperiale del Giappone.

Leave a Reply

Your email address will not be published.