Il basket è stato scosso dalla tragica morte della star del college dell’UCLA Jalen Hill a 22 anni, scomparsa in Costa Rica

L’ex campione di basket dell’UCLA Jalen Hill è morto di recente dopo essere scomparso in Costa Rica, ha detto la sua famiglia martedì sera. Hill aveva 22 anni, ha riferito il New York Post.

“Sappiamo che Jalen ha avuto un ruolo nella vita di così tante persone”, ha scritto la famiglia in un post su Instagram. “Riconosciamo anche il ruolo che tanti di voi hanno avuto nel suo. Mentre cerchiamo di attraversare questo periodo devastante della nostra vita, vi chiediamo per favore di darci il tempo di soffrire. Tienici nei tuoi pensieri e nelle tue preghiere”.

Guarda tutte le partite della Coppa del mondo di basket femminile FIBA ​​​​2022 in diretta e gratis su ESPN con Kayo Freebies. Registrati ora, non è richiesta la carta di credito.

L’attaccante ha giocato tre stagioni per i Bruins e ha segnato una media di nove punti e sette rimbalzi nella sua seconda stagione di breakout.

“La notizia della morte di Jalen Hill è straziante. I nostri pensieri e le nostre preghiere sono con la sua famiglia in questo momento. Jalen era un giovane cordiale con un grande sorriso che ci ha lasciato troppo presto”, ha detto l’allenatore dell’UCLA Mick Cronin in una nota.

Hill ha lasciato il programma dell’UCLA a metà della sua stagione da junior nel 2021, citando depressione e ansia.

“Quando ho (fatto un passo indietro), è stata una vita completamente nuova”, ha detto Hill all’epoca. “Non mi sono mai sentito così felice in vita mia. Mi sono appena svegliato e sono solo felice di essere vivo. E sembra assurdo dirlo, ma è proprio vero”.

Hill era scomparso da un paio di giorni, ha detto la sua famiglia.

L’attaccante di 6 piedi-10 era un nativo di Corona, in California, e una recluta a quattro stelle per l’UCLA. La sua carriera con i Bruins è iniziata in modo infausto quando lui, insieme alle matricole LiAngelo Ball e Cody Riley, sono stati arrestati in Cina nel 2017 per taccheggio mentre era lì per una partita contro la Georgia Tech. Ha portato a una sospensione per tutta la stagione per tutti e tre i giocatori e ha fatto costantemente notizia poiché LiAngelo faceva parte della famosa famiglia di basket, guidata dal loquace patriarca LaVar Ball.

Hill, tuttavia, è rimasto con la squadra ed è diventato un solido collaboratore per il programma vincente.

“Sono così sbalordito che non provo nemmeno un’emozione in questo momento. Ascoltare qualcosa del genere è devastante di livello successivo”, ha detto al Los Angeles Times Josh Giles, allenatore di Hill’s al liceo della Corona Centennial High.

Questa storia è apparsa per la prima volta sul New York Post ed è stata ripubblicata con il permesso.

Pubblicato originariamente come Basketball in lutto per la tragica morte della star del college Jalen Hill a 22 anni

Leave a Reply

Your email address will not be published.