Izium: Alcuni corpi trovati nel luogo di sepoltura di massa mostrano “segni di tortura”, afferma l’Ucraina

Il ministero della Difesa ucraino ha dichiarato che negli ultimi giorni nella città sono state trovate almeno 440 tombe “non contrassegnate”. Il presidente del paese Volodymyr Zelensky ha dichiarato venerdì che alcuni dei corpi trovati a Izium mostravano “segni di tortura”, incolpando la Russia di ciò che ha definito “crudeltà e terrorismo”.

Zelensky ha pubblicato una fotografia dell’esumazione in corso dei corpi in un luogo di sepoltura di massa vicino alla città di Izium. In un testo che accompagna la fotografia sul suo canale Telegram, Zelensky ha scritto: “Il mondo intero dovrebbe vederlo. Un mondo in cui non dovrebbero esserci crudeltà e terrorismo. Ma tutto questo è lì. E il suo nome è Russia”.

Izium è stata oggetto di intensi attacchi di artiglieria russa in aprile. La città, che si trova vicino al confine tra le regioni di Kharkiv e Donetsk, è diventata un importante centro per l’esercito invasore durante cinque mesi di occupazione. Sabato le forze ucraine hanno ripreso il controllo della città, sferrando un colpo strategico all’assalto militare russo a est.

Quando la CNN è arrivata al luogo della sepoltura di massa venerdì pomeriggio, i funzionari stavano trasportando sacchi per cadaveri, incluso uno che sembrava contenere qualcosa di molto piccolo, in un camion frigorifero.

La maggior parte delle tombe nel luogo di sepoltura sono tombe individuali, con croci di legno poste in testa ai cumuli di terra. Alcuni con nomi e numeri scritti a mano. Uno aveva un numero fino a 398. Un altro con il nome di un uomo di 82 anni. Un funzionario del sito ha detto alla CNN che le indagini avrebbero dovuto determinare quando queste persone sarebbero morte.

Più in basso nella foresta si trova quella che sembrava essere un’ex postazione militare, con postazioni di carri armati scavate in profondità nel terreno.

Un poliziotto sul posto ha detto alla Galileus Web che il luogo è una fossa comune in cui sono stati trovati 17 corpi.

“Qui ci sono corpi civili e militari più avanti”, ha detto Igor Garmash, un investigatore sulla scena della parte specifica del sito che stava esaminando, indicando un luogo vicino.

“Più di 20 corpi sono stati esaminati e inviati per ulteriori indagini”, ha detto alla CNN.

Giovedì il Centro ucraino per le comunicazioni strategiche ha dichiarato che alcune delle tombe scoperte a Izium erano “fresche” e che i cadaveri sepolti lì erano “per lo più civili”.

I sacchi per cadaveri vengono portati in contenitori refrigerati dopo l'esumazione nel luogo di sepoltura di massa di Izium.

Dmytro Lubinets, Commissario per i diritti umani del Parlamento ucraino, ha dichiarato in una dichiarazione video dal sito che “c’è un’intera famiglia proprio accanto a me… Questa è una giovane famiglia… Il padre è nato nel 1988, la moglie è nata nel 1991, la loro piccola figlia è nata nel 2016”.

Ha detto che la gente del posto ha detto agli investigatori che la famiglia era morta in un attacco aereo russo.

“Abbiamo anche visto qui una sepoltura di massa di militari dell’esercito ucraino. Il modo in cui sono stati sepolti – vedrai le prove che le loro mani erano legate, sono stati uccisi a distanza ravvicinata”, ha detto Lubinets.

Un residente di Izium che vive dall’altra parte della strada rispetto al luogo di sepoltura di massa ha detto alla CNN che i russi hanno prima colpito un cimitero della città vicina con un attacco aereo e poi si sono trasferiti.

“Hanno portato le loro macchine speciali. Hanno scavato delle trincee per i loro veicoli. Abbiamo solo sentito come stavano distruggendo la foresta”, ha detto alla CNN Nadezhda Kalinichenko.

Ha detto che ha cercato di non uscire durante il periodo in cui la città era sotto l’occupazione russa perché era troppo spaventata.

“Quando se ne sono andati, non so se ci sono stati combattimenti o meno. Abbiamo appena sentito molti camion pesanti una notte di una settimana fa”, ha detto.

“Bloody Brutal Terror”

Zelensky ha detto durante il suo discorso di giovedì che la Russia deve essere ritenuta responsabile per le morti lì e in altre città dove è stato trovato un gran numero di corpi.

“Bucha, Mariupol e ora, sfortunatamente, Izium… La Russia lascia la morte ovunque. E deve esserne responsabile. Il mondo deve ritenere la Russia la vera responsabilità di questa guerra. Faremo di tutto per questo”, ha aggiunto.

Il governatore della regione di Kharkiv, Oleh Syniehubov, ha affermato che “la portata dei crimini commessi dagli invasori a Izium è enorme. Questo è un terrore sanguinoso e brutale”.

Syniehubov ha affermato che “450 corpi di civili con tracce di morte violenta e tortura sono stati sepolti in una cintura forestale. È difficile immaginare qualcosa del genere nel 21° secolo, ma ora è una tragica realtà a Izium”.

Syniehubov ha affermato che tra i corpi riesumati venerdì “il 99 per cento ha mostrato segni di morte violenta”.

“Ci sono diversi corpi con le mani legate dietro la schiena e una persona è sepolta con una corda al collo. Ovviamente, queste persone sono state torturate e giustiziate. Ci sono anche bambini tra i sepolti”, ha detto.

Nel frattempo, Oleh Kotenko, commissario ucraino per le persone scomparse, ha affermato in un post di Telegram che le operazioni di ricerca dei resti di “eroi caduti” stanno procedendo con cautela in tutta la regione.

“Il problema più grande è che alcune aree sono ancora minate. Nonostante questo, continuiamo a lavorare, perché dobbiamo riportare a casa ogni eroe in modo che le famiglie possano onorare dignitosamente la memoria dei soldati morti per l’Ucraina non appena possibile”, ha detto Kotenko.

Zelensky ha visitato Izium mercoledì e ha detto ai giornalisti di essere “scioccato” dal numero di “edifici distrutti” e “persone uccise” lasciate sulla scia dell’occupazione russa.

Nel suo discorso notturno di venerdì, Zelensky ha affermato che l’esumazione dei corpi nel luogo di sepoltura di massa è in corso ed è ancora “troppo presto per parlare del numero totale di persone sepolte lì”.

Ha aggiunto che le indagini sono in corso in tutte le aree del paese che erano state riconquistate dalle forze russe e che un certo numero di civili, compresi gli stranieri, che erano stati tenuti prigionieri nelle città occupate sono stati trovati vivi.

Tra gli stranieri salvati c’erano sette studenti dello Sri Lanka, ha detto. Stavano studiando al Kupyansk Medical College, ma sono stati catturati dai soldati russi a marzo e tenuti in uno scantinato. “Solo ora, dopo la liberazione della regione di Kharkiv, queste persone sono state salvate e ricevono cure mediche adeguate”, ha detto Zelensky.

I pubblici ministeri ucraini identificano un soldato russo sospettato di aver sparato a civili dal rapporto della CNN

Una fonte delle Nazioni Unite ha detto alla CNN che una squadra dell’agenzia di monitoraggio dei diritti umani delle Nazioni Unite – l’OCHR – si sarebbe recata a Izium e nelle aree circostanti il ​​prima possibile.

La squadra investigativa sui crimini di guerra potrebbe seguire dopo, ha detto la fonte. La loro destinazione specifica non è chiara in questo momento.

Mosca stava usando Izium come trampolino di lancio per attacchi verso sud nella regione di Donetsk e Kupyansk, a circa 48 chilometri (30 miglia) a nord di Izium, e come snodo ferroviario per rifornire le sue forze.

Zelensky ha anche ringraziato i governi stranieri per aver inviato investigatori e pubblici ministeri a indagare su presunte violazioni dei diritti umani da parte delle forze di occupazione in Ucraina, aggiungendo che tutte le aree occupate alla fine sarebbero tornate.

Le forze ucraine hanno intrapreso un’offensiva militare sostenuta, in particolare nelle regioni nord-orientali e meridionali del paese.

Zelensky ha dichiarato martedì che 8.000 chilometri quadrati (3.088 miglia quadrate) di territorio sono stati liberati dalle forze ucraine fino a questo mese, con circa la metà dell’area ancora sottoposta a misure di “stabilizzazione”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.