L’uragano Fiona colpisce Turks e Caicos dopo aver devastato Porto Rico e la Repubblica Dominicana

Martedì l’uragano Fiona ha attraversato le isole Turks e Caicos come una tempesta di categoria 3 dopo aver devastato Porto Rico, dove la maggior parte delle persone è rimasta senza elettricità o acqua corrente e i soccorritori hanno utilizzato attrezzature pesanti per portare in salvo i sopravvissuti.

L’occhio del ciclone è passato vicino a Grand Turk, la capitale del piccolo territorio britannico, dopo che il governo ha imposto il coprifuoco e ha esortato le persone a fuggire dalle zone soggette a inondazioni. Secondo il National Hurricane Center degli Stati Uniti, l’ondata di tempesta potrebbe aumentare i livelli dell’acqua fino a 1,5-2,5 metri sopra il normale.

Più tardi martedì, la tempesta si è concentrata a circa 80 chilometri a nord dell’isola di North Caicos, con venti di uragano che si estendono fino a 45 chilometri dal centro.

Il premier Washington Misick ha esortato le persone a evacuare, dicendo che “le tempeste sono imprevedibili”. Ha consegnato la sua dichiarazione da Londra, dove aveva appena assistito al funerale della regina Elisabetta II. “Devi quindi prendere ogni precauzione per garantire la tua sicurezza”.

Fiona ha avuto venti massimi sostenuti di 185 km/h e si stava muovendo da nord-nordovest a 13 km/h, secondo l’Hurricane Center, secondo il quale è probabile che la tempesta si rafforzerà in un uragano di categoria 4 mentre si avvicina alle Bermuda venerdì.

Si prevedeva che si indebolisse prima di imbattersi nel Canada più orientale durante il fine settimana.

L’ampia tempesta ha continuato a piovere copiosamente sulla Repubblica Dominicana e su Porto Rico, dove un uomo di 58 anni è morto dopo che la polizia ha detto di essere stato travolto da un fiume nella città di montagna centrale di Comerio.

Un decesso è stato collegato a un blackout elettrico: un uomo di 70 anni è morto bruciato dopo aver tentato di riempire il suo generatore di benzina mentre era in funzione, hanno detto i funzionari.

Alcune parti dell’isola avevano ricevuto più di 64 cm di pioggia e ne stavano cadendo di più martedì.

Nella Repubblica Dominicana, le autorità hanno segnalato un decesso: un uomo colpito dalla caduta di un albero. La tempesta ha causato lo sfollamento di oltre 12.400 persone e ha interrotto almeno due comunità.

Attualmente non si prevede che Fiona minacci la terraferma degli Stati Uniti.

Leave a Reply

Your email address will not be published.