National Press Club: Cate Campbell, Melanoma Institute parla di sicurezza solare

La medaglia d’oro olimpica Cate Campbell ha parlato del giorno terrificante in cui ha scoperto di avere il melanoma, un momento che ha cambiato la vita che ha stimolato i suoi sforzi nella consapevolezza e nella ricerca.

Si è unita al coro chiedendo agli influencer dei social media di assumersi maggiori responsabilità sociali per ridurre i tumori della pelle e smettere di promuovere un dannoso “effetto Kardashian”.

Parlando mercoledì al National Press Club insieme ai direttori co-medici del Melanoma Institute, la campionessa di nuoto ha ricordato il momento in cui nel 2018 il suo dermatologo ha trovato un neo che non era quasi riuscita a segnalare.

Campbell non l’avrebbe mai fatto controllare se non per aver notato una nuova cicatrice sul braccio di un amico mentre faceva il brunch solo pochi giorni prima.

Ha detto che le aveva detto: “Se l’avessi lasciata anche per pochi mesi, avrei potuto perdere un braccio”.

Campbell ha prenotato il suo controllo della pelle lo stesso giorno.

“Quando il telefono squillò, (il dottore disse) ‘Ho buone e cattive notizie. Il neo è tornato ed è tornato come un melanoma”, ha detto Campbell.

“Ho sentito l’aria uscire dai miei polmoni. Anche io, con la mia conoscenza limitata del mondo medico, so cosa significa: cancro. La mia mente iniziò a perdere il controllo… Sarei stato un nuotatore paralimpico?

“(Poi il dottore ha detto) ‘La buona notizia è che l’abbiamo presa presto. È la fase 1’. Sono stato prenotato per un intervento chirurgico il giorno successivo”.

Campbell ha detto che da quando è entrata a far parte del Melanoma Institute of Australia, è arrivata a capire quanto fosse “fortunata”.

“Ho incontrato genitori che hanno perso figli, persone che hanno perso i loro partner, bambini piccoli che hanno perso i loro genitori e intere comunità distrutte”, ha detto.

“Nello stesso modo in cui le cellule tumorali invadono e monopolizzano le cellule sane del corpo, la devastazione del cancro lascia dietro di sé un modo di diffondere i suoi viticci mortali in tutte le parti sane e gioiose della società.

“Dobbiamo cambiare il modo in cui pensiamo, parliamo e agiamo sulla sicurezza solare”.

I professori Georgina Long e Richard Scolyer dell’istituto hanno affermato che un rapporto fondamentale pubblicato all’inizio di quest’anno stimava che, a meno che non si prendessero provvedimenti critici “oggi”, entro il 2030, a 205.000 australiani verrà diagnosticato il melanoma e più di 14.000 perderanno la vita a causa della malattia .

La coppia ha ringraziato il governo albanese per l’impegno di 14,8 milioni di dollari per attuare una parte delle raccomandazioni del rapporto: la creazione di una rete nazionale di infermieri del melanoma.

“Tuttavia, l’attuazione delle altre raccomandazioni chiave del rapporto, specificamente relative alla prevenzione del melanoma, richiederà collaborazione, impegno e coraggio”, hanno affermato.

“Chiediamo al governo federale di impegnarsi ora in una campagna di prevenzione della sicurezza solare a lungo termine e modernizzata per raggiungere bambini e adolescenti che saranno i giovani adulti di domani”.

La coppia aveva anche una richiesta per gli influencer dei social media: “Fai un passo avanti e usa la tua influenza per sempre” e ferma quello che l’istituto chiama “effetto Kardashian”.

“In questo mondo famoso per Insta in cui gli influencer stabiliscono l’agenda culturale, l’abbronzatura è vista come un’aspirazione e un segno di bellezza, salute e successo. I feed di impressionabili giovani australiani sono inondati di immagini di corpi abbronzati”, hanno detto.

“La scienza ci dice che un’abbronzatura è costituita dalle cellule della pelle in trauma.

“Aiuta a cambiare la narrativa nazionale sulle scottature e l’abbronzatura. Riferimenti casuali… sono ovunque.

“La normalizzazione del comportamento che sappiamo uccide deve finire. Non si vedono persone che fumano o guidano senza cintura di sicurezza negli annunci televisivi per una buona ragione. Allora perché vedi persone abbronzate?”

Campbell ha fatto eco al sentimento, dicendo alle persone con un ampio seguito sui social media che vengono trattate come “modelli”.

“Hai più potere di quanto pensi di avere. Se vedi qualcosa, fai qualcosa”, ha detto Campbell.

Originariamente pubblicato come la star olimpica Cate Campbell rivela una diagnosi devastante

Leave a Reply

Your email address will not be published.