Roger Federer: giocare la finale di venerdì insieme a Rafael Nadal sarebbe “speciale”

Ciò apre la possibilità che la star svizzera collabori con Nadal, a 18 anni da quando si sono affrontati per la prima volta nell’ATP Tour a Miami.

I due si sono incontrati 40 volte nel corso della loro carriera, comprese nove finali del Grande Slam, e hanno anche giocato insieme alla Laver Cup 2017.

“Per tutto il tempo in cui abbiamo combattuto insieme, avendo sempre avuto questo rispetto reciproco – le nostre famiglie, le nostre squadre di allenatori – siamo sempre andati molto d’accordo”, ha detto Federer ai giornalisti quando gli è stato chiesto della possibilità di giocare al fianco dello spagnolo.

“Percorrere le carriere che entrambi abbiamo avuto, uscire dall’altra parte e riuscire ad avere una bella relazione, penso, sia forse anche un grande messaggio, non solo per il tennis, ma anche per gli sport oltre.

“Per questo motivo, penso che sarebbe fantastico. Non so se accadrà, ma penso che potrebbe essere ovviamente un momento speciale”.

Federer ha detto di aver dovuto ottenere il permesso dal capitano del Team Europe Björn Borg e dagli organizzatori del torneo per giocare in una sola partita di doppio alla Laver Cup questa settimana.

La competizione vede squadre provenienti dall’Europa e dal resto del mondo affrontarsi in nove partite di singolare e tre di doppio nel corso di tre giorni.

“Qui sto cercando di prepararmi per un ultimo doppio”, ha detto Federer. “Vedremo con chi è. Sono nervoso all’ingresso perché non gioco da così tanto tempo. Spero di poter essere un po’ competitivo”.

Il 41enne ha subito diversi interventi chirurgici al ginocchio negli ultimi anni con la sua ultima uscita una sconfitta in due set contro Hubert Hurkacz nei quarti di finale di Wimbledon lo scorso anno.

Ha detto che aveva ancora programmato di tornare allo sport l’anno prossimo solo due mesi fa prima di arrivare alla decisione di ritirarsi.

Federer si rivolge ai media a Londra in vista dell'ultima partita della sua carriera professionale.

“Volevo solo far sapere ai fan che non sarò un fantasma”, ha detto Federer quando gli è stato chiesto come sarebbe rimasto coinvolto nel tennis dopo il ritiro.

“Sento che il tennis mi ha dato troppo, sono stato intorno al gioco per troppo tempo, mi sono innamorato di troppe cose.

“Adoro rivedere le persone ed è quello che volevo far sapere ai fan – che mi vedrai di nuovo … cosa potrebbe essere, in quale veste, non lo so. Devo ancora pensare parlarne un po’ e darmi tempo”.

Tra i tanti riconoscimenti della sua carriera nel tennis, Federer ha vinto 103 titoli in singolare e 20 titoli del Grande Slam, un conteggio secondo solo a Nadal (22) e Novak Djokovic (21) nella lista di tutti i tempi maschile.

È diventato il più anziano numero 1 del mondo all’età di 36 anni e ha anche trascorso un record di 237 settimane consecutive in cima alla classifica mondiale tra il 2004 e il 2008.

Leave a Reply

Your email address will not be published.