Le espansioni del credito d’imposta per bambini sono state determinanti nel ridurre la povertà ai minimi storici nel 2021

Le politiche del governo messe in atto sulla scia della pandemia si sono rivelate fondamentali per ridurre la povertà infantile negli Stati Uniti. I dati del Census Bureau pubblicati la scorsa settimana hanno mostrato che i programmi sociali del governo hanno tenuto fuori dalla povertà decine di milioni di persone nel 2021.

La povertà infantile ha raggiunto il livello più basso mai registrato, come calcolato dalla misura supplementare sulla povertà (una misura che include benefici in denaro e non). Questo nuovo minimo storico è in gran parte dovuto all’ampliamento del Child Tax Credit (CTC), una componente chiave dell’American Rescue Plan (ARP) del 2021 che è scaduto da allora. Senza un’ulteriore azione da parte del Congresso per rinnovare il credito d’imposta sui bambini ampliato, dovremmo aspettarci una maggiore povertà infantile negli anni futuri.

Cominciamo con il ruolo eccezionale svolto dal Child Tax Credit nella riduzione della povertà infantile. Il Child Tax Credit è un pagamento a sostegno delle famiglie che allevano figli di età inferiore a 17 anni fino a un massimo di $ 2000 per figlio idoneo. L’ARP 2021 ha ampliato il credito per aumentare il livello di reddito delle famiglie che ricevono il credito (fino a $ 3600 per bambino di età inferiore ai 6 anni) e per rendere il credito più ampiamente disponibile e completamente rimborsabile.

I soli Child Tax Credit rimborsabili rappresentano una riduzione della povertà infantile di 2,9 milioni. All’interno di ciò, i crediti d’imposta per i bambini ampliati, un elemento chiave dell’American Rescue Plan (ARP) del 2021, hanno sollevato 2,1 milioni di bambini dalla povertà. L’ARP Child Tax Credit è il motivo principale per cui la povertà infantile è scesa così precipitosamente dal 9,7% nel 2020 al 5,2% nel 2021, il tasso più basso mai registrato. Quasi tre quarti dell’impatto sulla riduzione della povertà dei crediti d’imposta per bambini proveniva dalle espansioni dell’ARP. In totale, la crescente importanza del Child Tax Credit è responsabile di circa il 70% o 3,1 punti percentuali di quella riduzione di 4,5 punti percentuali della povertà tra il 2020 e il 2021.

Figura A separa gli effetti del Child Tax Credit senza le espansioni e l’ampliamento del Child Tax Credit sulla povertà dei bambini per razza ed etnia. La povertà infantile bianca non ispanica è stata inferiore di 820.000 nel 2021 a causa dei crediti d’imposta per bambini, 649.000 dei quali provenivano dalle espansioni. 716.000 bambini neri in meno erano in povertà nel 2021 a causa del Child Tax Credit: oltre l’80% di quella riduzione della povertà proveniva dalle espansioni ARP al Child Tax Credit, uno dei motivi principali per cui la povertà dei bambini neri è diminuita di oltre la metà tra 2020 e 2021. Anche la povertà infantile ispanica ha visto riduzioni drammatiche dalle espansioni.

L’ampliamento del credito d’imposta sui bambini ha ridotto enormemente la povertà infantile: Numero di bambini sollevati dalla povertà in base a ciascuna misura, in migliaia

Credito d’imposta figlio (escluse le espansioni ARP) Credito d’imposta figlio ampliato (solo) Totale
Bianco non ispanico 171 649 0 820k”,”show label”:true}”>
Nero 116 600 0 716k”,”show label”:true}”>
asiatico 54 56 0 110k”,”show label”:true}”>
ispanico 428 752 0 1180k”,”show label”:true}”>
GraficoDati Scarica dati

I dati seguenti possono essere salvati o copiati direttamente in Excel.