Notizie AFL 2022: Gillon McLachlan sullo scandalo Hawthorn, Alastair Clarkson, Chris Fagan, indagine

Avvertimento: questa storia contiene traumi intergenerazionali per le popolazioni indigene e la perdita di gravidanza

Il capo dell’AFL Gillon McLachlan ha affrontato lo scandalo Hawthorn in corso giovedì sera in un’intervista aperta e onesta.

Il capo che presto se ne andrà si è unito alla scrivania dell’AFL 360 e si è seduto tra i padroni di casa Gerard Whateley e Mark Robinson, dove ha risposto a una miriade di domande sullo scandalo.

Un rapporto bomba pubblicato mercoledì dalla ABC ha affermato che lo staff senior dell’Hawthorn Football Club ha chiesto la separazione dei giocatori delle Prime Nazioni dai loro partner.

McLachlan ha confermato che la lega aveva avviato il processo di formazione di un pannello indipendente per rivedere i risultati del rapporto Hawthorn.

Whateley e Robinson non sono andati alla leggera con McLachlan, con Whateley che ha chiesto quasi immediatamente se il rapporto conteneva qualcosa di peggio di quello che era stato riferito.

“Il rapporto esterno di Hawthorn evidentemente ha parlato con 20 giocatori aborigeni di quest’epoca, ora abbiamo letto i casi di studio di tre. C’è altro in quel rapporto che susciterà preoccupazione e farà parte di questa indagine? Chiese Whateley.

Pur assicurandosi di non rivelare nulla di esplicito dal rapporto, McLachlan ha notato che ciò che era stato riportato era di natura simile a quella del resto del rapporto.

“Devo stare attento, è un rapporto confidenziale. In realtà c’era di più sui giornali ieri, roba più sostanziale di quanto non fosse nel rapporto in molti sensi”, ha detto.

“Ma ci sono anche alcuni pezzi aggiuntivi nel rapporto che non sono stati pubblicati. Il sapore di ciò che leggi rappresenta accuratamente il sapore di ciò che c’è nel rapporto, se questo ha un senso”.

Sia Alastair Clarkson che Chris Fagan hanno negato qualsiasi illecito sulle affermazioni che hanno scosso il mondo AFL mercoledì mattina.

Il trasferimento di Clarkson ai Kangaroos è stato ritardato, mentre Fagan ha accettato di prendere un congedo dai Lions.

L’accusa più preoccupante è incentrata su un caso menzionato nel rapporto, che descrive in dettaglio come un giocatore afferma che Clarkson e Fagan erano presenti a un incontro in cui gli è stato detto di sbarazzarsi del suo partner e del nascituro – e poi trasferirsi a vivere con un membro di lo staff del club.

Altri giocatori affermano di essere stati costretti a rimuovere le schede SIM dai loro telefoni e sostituirle con quelle nuove nel tentativo di tagliarle fuori dai loro partner e farli concentrare sulle loro carriere calcistiche.

La revisione è stata consegnata alla dirigenza senior di Hawthorn due settimane fa ed è ora con l’AFL Integrity Unit.

Leggi la trascrizione completa di seguito dall’intervista di McLachlan a Mark Robinson e Gerard Whateley.

SE AVETE DI NUOVO IL VOSTRO TEMPO, VOI E BIANCOSPINO GESTERESTI QUESTO IN MODO DIVERSO, SOPRATTUTTO CON LE DENUNCE FATTE SENZA DIFESA?

“Sento che è una situazione molto difficile in cui ci troviamo. E quindi, in termini di modo in cui l’abbiamo gestita, non abbiamo avuto input o controllo, o capacità di plasmare qualsiasi parte di esso.

“Penso che dobbiamo rendere questa distinzione abbastanza chiara – quindi c’era un rapporto, una serie di interviste commissionate da Hawthorn, non sono sicuro di quanta visibilità avessero di quel processo. Non avevamo visibilità su di esso.

“Ho iniziato a sentire alcune cose e abbiamo contattato per vedere se Hawthorn sentiva che stavano dando a tutti un’opportunità o in aggiunta al rapporto mentre veniva elaborato, e abbiamo ricevuto feedback che lo erano. E poi arriva il rapporto.

“E quindi sento che l’abbiamo raccolto circa una settimana fa, e il rapporto arriva e oggi non siamo ancora sicuri di chi siano le persone che fanno le lamentele. È difficile quindi avviare il processo finché non lo facciamo, ma rispettiamo molto il coraggio di farlo, speriamo che ricevano il supporto di cui hanno bisogno.

“Ci impegniamo per andare fino in fondo. Chiaramente ci sono anche alcune sfide per il modo in cui è atterrato, credo, da entrambe le parti. È chiaramente difficile per i ricorrenti con la pubblicità e poi per gli accusati, e quello che dobbiamo fare è portare queste accuse a terra”.

HAI PARLATO CON ALASTAIR CLARKSON E CHRIS FAGAN?

“Ho parlato con entrambi questa settimana. Ho contattato per dire che questo sarebbe stato indagato e spero che tu stia ricevendo il supporto di cui hai bisogno e che i processi giusti intorno a te.

“Ma ci sarà un processo indipendente e la tua versione deve essere ascoltata, e arrivare fino in fondo, ma ci sarà un processo per parlarne.

“Penso che questa sia una cosa molto difficile per voi ragazzi e spero che stiate andando bene, allo stesso modo sto contattando l’altra parte per assicurarmi che ricevano il supporto di cui hanno bisogno”.

GLI ACCUSATORI HANNO L’ANONIMATO, CLARKSON E FAGAN NO. HAI PAURA CHE IL DANNO SIA GIÀ FATTO?

“Sto molto attento che ciò che dico non sminuisca: siamo grati per queste persone che raccontano le loro storie, siamo grati per il loro coraggio nel farlo.

“Ma chiaramente è difficile quando le accuse vengono presentate in questo modo senza un altro lato della storia.

“E ho parlato con i ragazzi indigeni ieri sera di questo – sento che quando parliamo del processo da qui, che vorrebbero, quando si dice o si parla di loro, che vorrebbe un forum per avere quelle accuse sono state testate prima che fossero esaurite. E penso che lo vorremmo tutti”.

RIMANERETE DURANTE L’INTERA INDAGINE?

“Ho incontrato i KC e le persone anziane oggi come parte del processo di intervista per il pannello e ho chiesto quanto tempo pensavano ci sarebbe voluto, e sono mesi. Un paio di mesi.

“Devi mettere tutto a posto, le persone devono essere disponibili a parlare, tutte queste cose. C’è sicuramente un problema sul fatto che sia appropriato per me lasciare tutto questo a piedi.

“Le accuse sono così serie e sono in gioco i mezzi di sussistenza, e ci sono persone che hanno subito un grande trauma che devono essere affrontate.

“La responsabilità di tutto ciò che ricade nel mandato di questo ufficio in definitiva e quindi ci sono sicuramente domande giuste, non ho una risposta per te (al termine del lavoro).”

HAI PARLATO CON NORTH E BRISBANE DI CLARKSON E FAGAN CHE NON SONO LÌ PER INIZIARE IL PROSSIMO ANNO?

“Non ne ho parlato perché sarebbe predeterminante e presuntiva.

“Ho sicuramente parlato con entrambi i club, e il punto in cui sono atterrati ieri era sicuramente in linea con ciò che ritenevo appropriato, quindi prendere congedi o impegnarsi a non iniziare fino a quando non sarà stato fatto ritengo del tutto appropriato data la portata le accuse e l’anzianità delle persone coinvolte.

“Che abbiano un congedo e aspettino che le indagini siano completate e su questo ho lavorato con i club, sono decisioni del club ma sicuramente supportate”.

Originariamente pubblicato come capo dell’AFL Gillon McLachlan affronta le domande sullo scandalo Hawthorn

Leave a Reply

Your email address will not be published.