Adolescente ucciso per opinioni conservatrici – Killer rilasciato su cauzione

Nell’America di Biden, puoi camminare libero dopo aver ucciso persone che si oppongono alle tue opinioni politiche liberali. Un uomo di 41 anni di nome Shannon Joseph Brandt del North Dakota ha ucciso un innocente ragazzo di 18 anni per “una discussione politica”. L’assassino ha recentemente pagato una cauzione di $ 50.000 ed è stato rilasciato. Ricordiamo che coloro che hanno semplicemente protestato il 6 gennaio rimangono in carcere. C’è la possibilità che Brandt cammini libero dopo il processo, a seconda del giudice e della giuria.

Le circostanze intorno a questo caso sono atroci. Brandt stava guidando un SUV Ford Explorer del 2003 mentre era ubriaco. Ha scambiato parole con l’adolescente prima di investirlo con il suo camion e fuggire dalla scena. Non ha nemmeno controllato il ragazzo e lo ha lasciato morire in un vicolo. In seguito ha chiamato la polizia per spiegare che doveva uccidere il ragazzo. Brandt ha affermato che l’adolescente faceva parte di un gruppo estremista repubblicano e si è sentito minacciato perché ha chiesto rinforzi. In realtà, l’adolescente ha chiamato sua madre perché aveva paura che l’ubriaco lo inseguisse nel suo camion. Quella è stata l’ultima telefonata che abbia mai fatto.

Lo stesso Biden ha fatto innumerevoli discorsi su come i conservatori repubblicani MAGA siano la minaccia definitiva per l’America e la democrazia in generale. Trump è stato accusato di ogni protesta o arresto motivato politicamente sotto la sua presidenza. Devo ancora leggere un articolo che incolpa Biden di istigare alla violenza contro i suoi oppositori politici. Aumentano i disordini civili. Il leader del “mondo libero” sta incoraggiando la violenza e il sistema legale sta chiudendo un occhio sul forte aumento della criminalità in tutto il paese. I crimini motivati ​​politicamente diventeranno più comuni quando parteciperemo alle elezioni di medio termine poiché Biden ha chiaramente definito e demonizzato il nemico: te.

« Quando l’immigrazione illegale è diventata una questione repubblicana?

Leave a Reply

Your email address will not be published.