Greg Lee questo; Giocatore di basket dell’UCLA sotto John Wooden che è diventato una star del beach volley

Greg Lee una volta ha descritto il dominio delle sue squadre di basket della UCLA dicendo che se avesse giocato una partita perfetta, avrebbero vinto di 50 punti invece di 40.

Non era un’esagerazione. Quei Bruins vinsero i campionati nazionali nel 1972 e nel ’73 sotto la guida dell’allenatore John Wooden, mentre stupivano la maggior parte di un record di 88 vittorie consecutive che si sarebbero concluse la stagione successiva.

Una guardia cerebrale di 6 piedi-5 nota per aver lanciato pallonetti all’omone Bill Walton, Lee era per lo più un pezzo complementare mentre era circondato da sette futuri giocatori NBA. Ha iniziato le sue prime due stagioni nella squadra varsity prima di uscire dalla panchina come senior.

Ma il suo più grande successo professionale è arrivato sulla sabbia, non sul legno duro, mentre divideva il suo tempo tra la carriera di basket e quella di pallavolo. Lee ha vinto un record di 13 titoli consecutivi di tornei di beach volley professionistici dal 1975 al 1976 insieme al partner Jim Menges, un altro ex Bruin. Lee ha detto che una delle cose che lo ha portato alla pallavolo è stato avere un impatto maggiore sulle prestazioni della sua squadra.

“Se giocavo male a pallavolo, ero fuori di lì”, ha detto una volta Lee al Times. “Se hai commesso errori, eri storia.”

Dopo anni di salute in declino, Lee è morto mercoledì in un ospedale di San Diego per un’infezione correlata a un disturbo immunitario, ha detto suo fratello maggiore Jon. Ehi cosa 70.

Greg Lee aveva combattuto molti problemi di salute nei suoi ultimi anni, inclusa la neuropatia e una valvola cardiaca che richiedeva la sostituzione.

“Aveva un glorioso primo nove”, ha detto Jon Lee della vita di suo fratello, “ma il secondo nove era pieno di problemi”.

L’allenatore di basket dell’UCLA John Wooden ascolta Greg Lee, lasciato, durante una pausa contro l’Iowa il 17 gennaio 1974, a Chicago.

(Stampa Associata)

Greg Lee è cresciuto nella San Fernando Valley e ha giocato alla Reseda High per suo padre, Marvin, un ex centro della UCLA sotto la guida dell’allenatore Wilbur Johns. Greg Lee è stato il commiato della classe superiore della sua scuola superiore e due volte giocatore dell’anno della Los Angeles City Section, rendendolo una recluta naturale per i Bruins. Il mese scorso, è stato selezionato per essere inserito nella City Section Hall of Fame.

A differenza di Menges, il suo eventuale compagno di pallavolo professionista che ha vinto due campionati nazionali all’UCLA, Lee non ha praticato questo sport mentre era al college. Il duo si è incontrato mentre giocava a beach volley con gli amici nel 1972 e hanno collaborato occasionalmente prima di giocare insieme a tempo pieno quando le rispettive carriere universitarie si sono concluse.

La loro serie di 13 vittorie consecutive nei tornei è stata successivamente eguagliata da altri due ex Bruins: Karch Kiraly e Kent Steffes.

La carriera nel basket professionistico di Lee includeva brevi soste con i San Diego Conquistadors dell’ABA e i Portland Trail Blazers dell’NBA, dove si è riunito a Walton. Lee ha anche giocato quattro stagioni nella Germania Ovest.

Successivamente, ha insegnato matematica accelerata e allenato basket per molti anni alla Clairemont High di San Diego, la scuola che ha ispirato il film di Cameron Crowe “Fast Times at Ridgemont High”.

Lee lascia la moglie, Lisa, il figlio Ethan e la figlia Jessamyn Feves oltre a suo fratello. Erano tutti al suo capezzale in ospedale questa settimana, Lisa che gli teneva la mano mentre Ethan suonava la canzone di Neil Young “Thrasher” con la sua chitarra, Greg che cantava insieme in una foschia di farmaci finché non ha perso conoscenza per l’ultima volta.

Leave a Reply

Your email address will not be published.