Mbonambi di nuovo in forma si è gonfiato per avere un impatto dalla panchina per Boks



Il tallonatore dello Springbok Bongi Mbonambi è tornato ed è pronto a sparare contro l’Argentina nell’imperdibile scontro del campionato di rugby dei Boks al Kings Park Stadium di Durban sabato.

Mbonambi è stato fuori dalla rosa per un infortunio al ginocchio da poco più di un mese, ma questo fine settimana è tornato a fornire la necessaria copertura da panchina per il brillante Malcolm Marx.

“L’infortunio al ginocchio è avvenuto a Joburg prima del secondo Test contro gli All Blacks. È stato solo uno strano incidente accaduto durante l’allenamento e sono rimasto davvero deluso dal fatto che sia successo allora”, ha detto Mbonambi questa settimana.

“Ma ho passato la riabilitazione, sono tornato ad allenarmi, il dottore e il fisioterapista sono felici e mi sento molto più sicuro del mio ginocchio rispetto a tre settimane fa.

“Malcolm Marx ha giocato davvero bene. La competizione in questa rosa è molto serrata e competiamo molto duramente per un posto nella partita 23. Non è mai facile tornare da un infortunio e lavorare sodo per cercare di rientrare in rosa, quindi sono solo felice di essere tornato .”

LEGGI DI PIÙ: ‘Marx di classe mondiale’, artificieri una grande spinta per Boks

Mbonambi si aspetta un’altra massiccia battaglia in avanti dagli argentini e sa che potrebbe essere in linea per svolgere un ruolo molto importante insieme agli artificieri dalla panchina.

“La mischia argentina che abbiamo visto la scorsa settimana è stata molto buona. Hanno un’ottima prima fila e un buon pacchetto”, ha detto Mbonambi.

“Avere (Augustin) Creevy indietro per loro è una grande spinta in quanto è un giocatore esperto ed è enorme per loro poiché sa esattamente cosa fare nelle mischie e conosce la maggior parte dei trucchi che accadono lì. Quindi sarà una sfida enorme in prima fila per entrambe le squadre”.

LEGGI ANCHE: Dopo tutti questi anni Frans Steyn è ancora il ragazzo preferito di Boks

Con il terzino di Bok Frans Steyn pronto a iniziare la sua prima partita internazionale a metà campo in 14 anni, con l’ultima volta contro l’Italia nel 2008, a Mbonambi è stato chiesto se l’attaccante avesse un piano per rendere il suo lavoro più facile.

“Penso che un ragazzo come Frans Steyn non abbia molto bisogno del nostro aiuto. È stato intorno al blocco più a lungo di tutti noi e sa esattamente cosa è necessario da lui, poiché gli attaccanti sanno cosa è necessario da loro, non solo per rendere più facile il suo lavoro, ma anche quello dell’intera squadra”, ha ammesso Mbonambi.

“Abbiamo tutti un ruolo specifico da svolgere e se riusciamo a farlo bene, tutti saranno sul bersaglio per una buona prestazione”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.