Politica monetaria degli Stati Uniti settembre 2022

Nella riunione del 20-21 settembre, il Federal Open Market Committee (FOMC) ha deciso di aumentare l’intervallo obiettivo per il tasso sui fondi federali di 75 punti base portandolo a 3,00–3,25%, il terzo aumento consecutivo di 75 punti base. La Fed ha anche dichiarato che avrebbe continuato a ridurre le dimensioni del suo bilancio.

La decisione di aumentare faceva parte degli sforzi in corso per ridurre l’inflazione, che rimane ostinatamente alta a oltre quattro volte l’obiettivo del 2,0% della Banca centrale, nonostante il calo di luglio e agosto. Una combinazione di pressioni esterne sui prezzi e il forte mercato del lavoro interno stanno alimentando l’inflazione.

Guardando al futuro, la Fed ha ribadito che “i continui aumenti nella fascia obiettivo saranno appropriati”. La proiezione mediana tra i membri del consiglio di amministrazione della Fed è per un target range medio del 4,4% alla fine del 2022 e del 4,6% alla fine del 2023, sostanzialmente superiore alle proiezioni della Banca di giugno. Per ora, i nostri relatori sono leggermente più accomodanti e il nostro consenso è di circa 70 punti base di ulteriore inasprimento entro la fine del 2022, sebbene le previsioni vadano da 25 a 125 punti base.

Sulle prospettive, gli analisti dell’EIU hanno affermato:

“La nostra attuale previsione presuppone che la Fed inizierà a moderare il ritmo di inasprimento nei prossimi due incontri […] prima di fare una pausa a una velocità massima del 3,75-4%. […] Prevediamo che i dati mensili sull’inflazione e sul mercato del lavoro si ammorbidiranno prima della prossima riunione del 1° e 2 novembre, spingendo la Fed a rallentare il ritmo dell’inasprimento”.

Gli analisti di Nomura erano più aggressivi:

“Dopo l’incontro di oggi, continuiamo a credere che un tasso terminale del 4,50-4,75% sarà necessario per inasprire le condizioni finanziarie, rallentare la crescita e riportare l’inflazione all’obiettivo. Poiché il Comitato è aumentato di 25 punti base in meno rispetto a quanto ipotizzato durante la riunione di settembre, abbiamo aumentato la nostra aspettativa di aumento dei tassi di novembre a 75 punti base”.

Il prossimo incontro del FOMC è previsto per l’1-2 novembre.

Leave a Reply

Your email address will not be published.