Luka Doncić affonda la frizione da tre punti per aiutare i Mavericks a battere i Clippers 103-101 in modo drammatico



Cnn

Luka Doncić ha segnato 35 punti, inclusa una tripla con meno di 30 secondi rimanenti, regalando ai Dallas Mavericks una vittoria per 103-101 sui LA Clippers nonostante il vantaggio di 25 punti.

La stella slovena era così entusiasta dopo aver lasciato cadere il secchio della vittoria che ha accidentalmente festeggiato mettendosi un dito in bocca e “zittendo” il proprio supporto di casa Mavericks.

“Volevo una celebrazione”, Doncić dopo la partita. “Non ho intenzione di zittire i nostri fan, quindi non so perché l’ho fatto”.

Forse non è stata la sua migliore celebrazione, ma valeva la pena urlare per la sua esibizione. “Luka Magic” ha anche ottenuto 11 rimbalzi, cinque assist e tre palle recuperate, realizzando ognuno dei suoi 11 tiri liberi lungo il percorso.

Ma se non fosse stato per l’eroismo del 23enne, i Mavericks avrebbero potuto perdere una partita che hanno condotto per quasi tutta la partita prima di buttare via il loro vantaggio.

Contro una squadra di Clippers infortunata – incluso Kawhi Leonard che sta gestendo un colpo al ginocchio – i Mavericks hanno preso un vantaggio di 15 punti nel primo quarto. Il dominio di Doncić in campo, unito al pericolo in profondità di Dorian Finney-Smith – che ha chiuso con 21 punti su 7 su 13 dalla linea dei tre punti – ha portato i padroni di casa in vantaggio per 54-32 nel primo tempo.

Ma i Clippers hanno reagito. John Wall, che ha chiuso con 17 punti e sei rimbalzi, ha iniziato il secondo tempo e ha contribuito a innescare una rimonta. Insieme a Paul George che ha chiuso con 23 punti e Nicolas Batum – che ha affondato tutti e sette i suoi tre punti – i Clippers hanno concluso uno swing di 30 punti con otto minuti sul cronometro per prendere un vantaggio di cinque punti.

Ispirati da Reggie Bullock – che ha segnato tutte e quattro le sue triple nell’ultimo quarto – i Mavericks hanno portato la partita a meno di un punto prima che Doncić si facesse avanti.

Con 30 secondi rimasti sul cronometro, Doncić ha raccolto una palla vagante e, sotto pressione, ha prosciugato una tripla di 29 piedi in dissolvenza per dare ai Mavs un vantaggio di 102-98.

Batum è salito dall’altra parte e ha pareggiato un fallo, segnando il suo primo tiro libero e mancando di proposito il secondo, ma non è riuscito a raccogliere il rimbalzo mentre i Mavericks hanno siglato la vittoria portandoli sull’8-5 in questa stagione.

“Stiamo rinunciando a molti grandi vantaggi, proprio come l’abbiamo elaborato”, ha detto l’allenatore dei Mavericks Jason Kidd dopo la partita.

“Quel terzo quarto – abbiamo appena sbagliato i tiri e non abbiamo difeso. Dai credito ai Clippers. Sono usciti nel secondo tempo e ci hanno messo molta pressione. Pensavo che il gruppo avesse gestito la situazione con garbo, nel senso che le cose non stavano andando per il verso giusto. Ma non ci siamo autodistrutti. Siamo rimasti insieme e abbiamo trovato un modo.

Altrove, i Sacramento Kings hanno collezionato un bottino sbalorditivo battendo i Brooklyn Nets 153-121 per la loro quarta vittoria consecutiva.

Terrence Davis ha segnato 31 punti e preso nove rimbalzi dalla panchina e i titolari Domantis Sabonis, Harrison Barnes, De’Aaron Fox e Kevin Heurter hanno tutti segnato la doppia cifra mentre i Kings hanno umiliato i Nets.

Brooklyn ha giocato ancora una volta senza Kyrie Irving, che è stato sospeso dalla squadra dopo aver raddoppiato la sua decisione di condividere un collegamento a un documentario criticato come antisemita dai suoi milioni di follower sui social media.

La stella dei Nets Kevin Durant ha perso 27 punti per gli ospiti, ma gli ospiti erano impotenti in difesa, concedendo il maggior numero di punti in una partita regolamentare nella storia dei Nets.

“Hanno fatto tiri”, ha detto Durant mentre i Nets scivolavano a 6-9 durante l’anno. “È demoralizzante quando vedi le squadre fare tiri. Non è che non ci abbiamo provato. Erano migliori di noi”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *