Petroliera collegata a Israele colpita da un “proiettile” al largo della costa dell’Oman

Secondo quanto riferito, una petroliera collegata a un miliardario israeliano è stata colpita da un missile nel Mar Arabico vicino all’Oman.

L’attacco alla Pacific Zircon, battente bandiera liberiana, è avvenuto martedì notte, a circa 240 chilometri dalla costa dell’Oman.

La nave è gestita dalla Eastern Pacific Shipping con sede a Singapore, una società di proprietà del miliardario israeliano Idan Ofer.

Eastern Pacific Shipping ha dichiarato in a dichiarazioni che il Pacific Zircon trasportava gasolio quando è stato “colpito da un proiettile”.

“Siamo in comunicazione con la nave e non ci sono segnalazioni di feriti o inquinamento. Tutto l’equipaggio è al sicuro e registrato”, ha aggiunto la compagnia.

“Ci sono alcuni danni minori allo scafo della nave, ma nessuna fuoriuscita di carico o infiltrazioni d’acqua”.

Anche le operazioni commerciali marittime del Regno Unito hanno confermato di essere a conoscenza dell’incidente. Nessuno ha rivendicato immediatamente la responsabilità.

Lo sciopero riportato arriva tra le crescenti tensioni tra Israele e Iran, pochi giorni prima della Coppa del Mondo in Qatar.

Nel 2021, un sospetto attacco di droni iraniani ha colpito la petroliera associata a Israele Mercer Street al largo dell’Oman, uccidendo due persone a bordo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *