Utile netto di Security Bank in crescita del 77%.

SECURITY Bank Corp. (SCB) ha annunciato lo scorso 11 novembre di aver registrato un aumento del 77% su base annua (YoY) dell’utile netto a P8,6 miliardi nei primi nove mesi del 2022, “spinto dalla crescita delle attività principali , minori accantonamenti per crediti e accantonamenti per imposte sui redditi normalizzati”.

I ricavi totali sono cresciuti del 7% a P29,4 miliardi su base annua, ha affermato l’istituto di credito. Il reddito da interessi netto è aumentato del 7% a P22 miliardi. Il margine di interesse netto nei primi nove mesi è stato del 4,33%.

Il reddito non da interessi totale è aumentato del 6% a P7,4 miliardi. Le spese di servizio, le commissioni e le commissioni sono cresciute del 22% a P3,9 miliardi, guidate dall’aumento delle commissioni da carte di credito, depositi e mercati dei capitali. Gli altri proventi diversi da interessi, escluse le plusvalenze da negoziazione di titoli e le commissioni attive, sono aumentati del 32% a P3,6 miliardi, trainati principalmente dai proventi in valuta estera e dal recupero delle attività addebitate.

Le spese operative sono aumentate del 5%, grazie agli investimenti in manodopera e tecnologia per migliorare l’esperienza del cliente. Il rapporto costo/ricavo è stato del 56,3% rispetto al 57,3% di un anno fa.

L’utile operativo prima della fornitura è stato di 12,8 miliardi di sterline, in aumento del 9% su base annua. La banca ha accantonato 1,6 miliardi di sterline come accantonamento per perdite su crediti nei primi nove mesi del 2022, una diminuzione del 60% rispetto al livello di 4,1 miliardi di sterline di un anno fa. Il rapporto lordo dei prestiti in sofferenza è sceso al 3,24% dal 4,15% dell’anno precedente. La copertura delle riserve di NPL è aumentata al 94% rispetto al 91% dell’anno precedente.

Il rendimento delle attività è aumentato all’1,52% dallo 0,95% di un anno fa. Il rendimento del capitale proprio è aumentato al 9,16% dal 5,20% di un anno fa.

bilancio

I risparmi a basso costo e i depositi a vista sono cresciuti del 13% su base annua e rappresentano il 58% dei depositi totali. I depositi totali sono cresciuti del 12% a P583 miliardi.

I prestiti netti sono aumentati del 12% su base annua a P484 miliardi, trainati sia dai prestiti all’ingrosso che da quelli al dettaglio che sono cresciuti del 12% ciascuno. Su base sequenziale trimestre su trimestre, i prestiti netti sono diminuiti dell’1%, con prestiti al dettaglio in aumento del 5% e prestiti all’ingrosso in calo del 3%. I prestiti al dettaglio rappresentano il 24% dei prestiti totali, rispetto al 23% di un trimestre fa.

La banca di sicurezza continua ad essere tra le banche universali domestiche private meglio capitalizzate del paese. Il Common Equity Tier 1 Ratio era del 16,6% e il Total Capital Adequacy Ratio (CAR) era del 17,1%. Le attività totali sono aumentate a P799 miliardi, in aumento del 14% su base annua. Il capitale degli azionisti era di P124 miliardi.

Il Consiglio di amministrazione di SCB ha approvato lo scorso 25 ottobre il dividendo in contanti regolare del secondo semestre di P1,50 per azione ordinaria con data di pagamento il 24 novembre. Ciò porterà i dividendi in contanti totali per l’anno a P3 per azione ordinaria per un rapporto di distribuzione dei dividendi di 32,7 percentuale dell’utile netto 2021. La banca aveva precedentemente pagato un dividendo in contanti regolare per il primo semestre di P1,50 per azione ordinaria il 28 aprile 2022.

“I nostri risultati del terzo trimestre riflettono la continua crescita dei nostri segmenti di clientela al dettaglio e all’ingrosso. Abbiamo incanalato risorse per supportare l’espansione economica, per affrontare gli impatti dell’inflazione e per migliorare l’esperienza sia dei clienti che dei dipendenti”. Il presidente e amministratore delegato di SCB, Sanjiv Vohra, è stato citato nella dichiarazione.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *