Vivant: Typhoon, i venti contrari economici hanno colpito l’utile di 9 mesi

Quotata Vivant Corp. ha dichiarato che il suo reddito netto da gennaio a settembre è sceso del 24 percento a P943,28 milioni rispetto a P1,23 miliardi dello scorso anno a causa dell’impatto del tifone Odette e delle difficili condizioni macroeconomiche.

I ricavi totali sono cresciuti del 16% a P4,32 miliardi a fine settembre rispetto ai P3,72 miliardi dello scorso anno, guidati dal nuovo contributo degli impianti di generazione di energia a Bantayan, Cebu, nonché dal miglioramento delle attività sui tetti solari della consociata interamente controllata COREnergy.

Vivant ha riferito che la vendita di energia è cresciuta del 34% su base annua a P3,1 miliardi da P2,3 miliardi.

Vivant, una holding con investimenti in infrastrutture energetiche e idriche, ha riportato un nuovo contributo di entrate dalla controllata Isla Norte, che gestisce una centrale elettrica da 23,3 megawatt per fornire energia stabile e affidabile all’isola di Bantayan nel nord di Cebu.

Nel frattempo, la controllata COREnergy ha registrato un’espansione del volume delle vendite di energia grazie al miglioramento della base clienti per la sua attività sui tetti solari, maggiori ricavi dall’elettricità al dettaglio e maggiori guadagni dalla sua attività di soluzioni ingegneristiche.

“Sebbene continuiamo ad affrontare sfide esterne a livello di settore, i nostri risultati del terzo trimestre hanno dimostrato che siamo resilienti e agili in un ambiente in evoluzione”, ha affermato Arlo AG Sarmiento, CEO di Vivant.

La società ha riferito che il contributo al reddito derivante dalla sua attività di distribuzione è stato significativamente influenzato dalle conseguenze del super tifone Odette.

Il rallentamento delle vendite di energia elettrica nei mesi di gennaio e febbraio, l’assistenza prestata ai propri clienti e il ritardato recupero degli oneri di generazione hanno pesato sulla performance reddituale dell’utility, che ha comportato una riduzione del 39% del contributo reddituale a favore di Vivant.

Le condizioni commerciali globali e le pressioni inflazionistiche hanno comportato un aumento dei costi per le attività dell’azienda. Il picco dei costi del carburante nel 2022 ha contribuito all’aumento del costo di generazione per le sue controllate. L’impatto sul risultato netto è stato parzialmente compensato dall’aumento delle capacità contrattualizzate e dal miglioramento delle vendite di energia di alcune società collegate e joint venture.

Nonostante i venti contrari incontrati, Vivant, con sede a Cebu, ha effettuato investimenti significativi nella generazione di energia e soluzioni idriche, implementando misure di efficienza dei costi per adattarsi all’ambiente economico prevalente.

Uno degli investimenti più significativi è stata l’acquisizione della Bauang Diesel Power Plant (BDPP) da 225 megawatt da parte di 1590 Energy Corp. (EC), una consociata di maggioranza di Vivant Energy Corp., che è una consociata interamente controllata da Vivant Corp. .

1590 EC gestisce e mantiene BDPP dal 2010 con un contratto di locazione con il governo provinciale di La Union.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *