Come tassare (una guida per i governi)

Nel 1789, un ottuagenario Benjamin Franklin scrisse una lettera contenente la famosa opinione che “in questo mondo nulla può dirsi certo, tranne la morte e le tasse”. Franklin si sbagliava. Molte tasse sono facilmente e legalmente evitate con il semplice espediente di non fare ciò che attrae la tassa.

Le nostre città sono state modellate da questo comportamento di evasione fiscale. Considera le snelle case sui canali di Amsterdam. Come descrivono Kurt Kohlstedt e Roman Mars in The 99% Invisible City, questi edifici si sono sviluppati in risposta a un codice fiscale incentrato sulla facciata del canale. I montacarichi sono stati impiegati per aggirare le scale ripide. È stata una seccatura, ma le persone faranno di tutto per una detrazione fiscale.

Un esempio meno piacevole di architettura efficiente dal punto di vista fiscale è la finestra murata, comune a Londra. La tassa sulle finestre fu introdotta nel 1696 e notevolmente aumentata nel 1797. A prima vista sembrava colpire i ricchi, ma penalizzava anche i poveri urbani negli edifici popolari poiché i loro proprietari si limitavano a bloccare le finestre per risparmiare denaro.

La crudeltà e la bruttezza di una tale tassa è evidente, ma c’era un altro costo, meno ovvio finché non ci si pensa: nessuna di quelle finestre murate ha generato entrate fiscali. Non solo le case erano brutte, tetre e prive di aria, ma producevano anche meno entrate fiscali di quanto inizialmente sperato.

Gli economisti chiamano questa “perdita secca”; quando le persone distorcono il loro comportamento per evitare una tassa, nessuno vince. L’evasore sta peggio perché l’evasione è costosa. Il fisco sta peggio perché la tassa non viene pagata.

Un antico proverbio francese dice che l’arte della tassazione è “spennare l’oca in modo da ottenere il maggior numero di piume con il minimo sibilo”. Ma l’esperienza delle case olandesi sui canali e la tassa sulle finestre suggerisce qualcos’altro: l’arte della tassazione consiste nello strappare quelle piume senza spingere l’oca come specie a evolversi in un uccello senza piume.

A meno che non si desideri un pollo senza piume, naturalmente. Nel 1698, Pietro il Grande chiese ai nobili russi di acquistare un “segno di barba” se desideravano conservare la barba. Lo scopo, a quanto pare, non era tanto aumentare le entrate quanto spingere la nobiltà russa nelle mode ben rasate dell’Europa occidentale. (La storia è raccontata nel delizioso Rebellion, Rascals, and Revenue di Michael Keen e Joel Slemrod.)

Molti governi hanno concesso incentivi fiscali per avere figli. Un goffo esempio, introdotto in Australia nel 2004 con breve preavviso, ha causato un precipitoso calo del tasso di natalità il giorno prima dell’entrata in vigore del baby bonus, poiché i tagli cesarei e le induzioni sono stati rinviati.

Sfortunatamente, il modo più semplice per guadagnare una detrazione fiscale è apportare qualche modifica sulla carta. I governi hanno offerto a lungo incentivi fiscali nella speranza di incoraggiare le imprese a delocalizzare, ma è fin troppo facile spostare i profitti contabili in cerca di tasse basse, lasciando che le fabbriche e gli uffici rimangano esattamente dove sono.

Un’alternativa è ricorrere a manovre legali. I pomodori sono un frutto o un ortaggio? I Jaffa Cakes sono una torta o un biscotto? La risposta sembra essere: qualunque cosa significhi meno tasse. I pomodori sono un ortaggio fiscalmente efficiente (secondo la Corte Suprema degli Stati Uniti nel 1893) e le Jaffa Cakes sono una torta fiscalmente efficiente (secondo un tribunale britannico nel 1991).

Il modello per i governi che tagliano le tasse, che lo sappiano o no, è il dimezzamento dei dazi all’importazione sul tè da parte del primo ministro britannico Henry Pelham. Nel 1745, Pelham ridusse il dazio sul tè da oltre il 100% a circa il 50%. Il risultato: meno contrabbando, triplicazione del commercio legale di tè e maggiori entrate fiscali. Man mano che gli inglesi facevano bollire più acqua per il tè, il tasso di mortalità diminuiva, secondo una ricerca dell’economista Francisca Antman.

È un bel risultato per chi taglia le tasse: meno criminalità, meno malattie, più tasse e più tè. Purtroppo, come notano Keen e Slemrod, ci sono poche opportunità per copiarlo. “Il trionfo di Pelham è diventato un compito da pazzi. . . ci sono poche prove che le principali tasse in tutto il mondo siano spesso al di sopra dei livelli ai quali le entrate aumenterebbero tagliando le aliquote”. Nel caso di eccezioni come le sigarette, abbiamo buone ragioni per non seguire l’esempio di Pelham.

Dopo aver esaminato l’orizzonte dell’evasione fiscale dai canali a Jaffa Cakes, traggo tre lezioni.

In primo luogo, le tasse modellano il comportamento. I governi potrebbero fare di più per utilizzare gli incentivi fiscali a fin di bene e prestare troppa poca attenzione alle distorsioni dispendiose che le tasse possono produrre.

In secondo luogo, se vuoi tassare qualcosa come il reddito o la spesa – e la maggior parte dei governi lo fa – allora rendi la tassa il più ampia possibile. La società non trae profitto dalle sentenze dei tribunali sul fatto che i pomodori siano un ortaggio.

In terzo luogo, anche il potere di un incentivo fiscale ha dei limiti. Le australiane incinte hanno ritardato le nascite di ore, ma non di mesi. Le case olandesi sui canali sono diventate alte, ma gli olandesi non hanno sviluppato grattacieli del XVII secolo.

Quando la tassa di successione è stata abolita nel 1979 in Australia, alcuni decessi australiani sono stati posticipati – o la registrazione dei decessi è stata posticipata – in modo altamente efficiente dal punto di vista fiscale. Naturalmente, queste morti sono state posticipate solo di pochi giorni. Franklin potrebbe essersi sbagliato sulle tasse, ma la morte non è così facile da ingannare.

Scritto e pubblicato per la prima volta sul Financial Times il 14 ottobre 2022.

Il tascabile di The Data Detective è stato pubblicato il 1° febbraio negli Stati Uniti e in Canada. Titolo altrove: How To Make The World Add Up.

Ho creato una vetrina su Bookshop negli Stati Uniti e nel Regno Unito. I collegamenti a Bookshop e Amazon possono generare commissioni di segnalazione.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *