Il Messico inizia a vaccinare gli uccelli per prevenire la diffusione dell’H5N1

Il Messico inizierà questa settimana a vaccinare gli uccelli nelle aree ad alto rischio per prevenire la diffusione del ceppo altamente contagioso H5N1 dell’influenza aviaria nel paese, hanno detto le autorità martedì.

INFLUENZA AVIARIA TROVATA NELLA CAROLINA DEL NORD, CALIFORNIA

Il mese scorso, le autorità messicane hanno rilevato un grave ceppo H5N1 di influenza aviaria in una fattoria commerciale nello stato di Nuevo Leon, al confine con gli Stati Uniti.

Il Messico inizierà a vaccinare gli uccelli nelle aree ad alto rischio per prevenire la diffusione dell’H5N1 nelle loro fattorie. Nella foto: un pollo che cammina in una fattoria in quarantena nello stato di Acatic Jalisco, in Messico, il 26 febbraio 2013.
(Hector Guerrero/AFP tramite Getty Images)

Chiamata comunemente influenza aviaria, la malattia è spesso trasmessa da uccelli selvatici in autunno e in inverno, ma gli esperti temono che il ceppo H5N1 non abbia seguito le tendenze precedenti attenuandosi durante l’estate dell’emisfero settentrionale.

CLICCA QUI PER OTTENERE L’APP FOX NEWS

La rapida diffusione della variante ha portato quest’anno ad abbattimenti massicci. Almeno 52 milioni di uccelli sono stati macellati per motivi di salute finora in Europa, ha affermato il ministero dell’Agricoltura del Messico, rispetto ai 50,2 milioni negli Stati Uniti.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *