Qatar 2022: i fan della Coppa del Mondo si acclimatano negli alloggi del deserto, in tende e portacabine


Doha, Qatar
Cnn

Mentre i fan arrivano in Qatar, sono comprensibilmente in modalità vacanza mentre attendono con impazienza la prospettiva di una Coppa del Mondo nel deserto.

Ma quale posto migliore per soggiornare in un paese che si trova geograficamente su una penisola più piccola del Connecticut ed è il più piccolo ospite della Coppa del Mondo nella storia?

È probabile che la lotta per l’alloggio si surriscaldi dato che il Qatar accoglierà circa 1,5 milioni di fan durante il torneo di un mese, che inizierà il 20 novembre.

Jimmy e Kennis Leung sono stati tra i primissimi fan ad arrivare alla Fan Village Cabins Free Zone, uno dei più grandi siti a disposizione dei tifosi, effettuando il check-in giovedì.

“L’hanno costruito in un deserto”, ha detto Jimmy a CNN Sport, mentre scansionava il suo alloggio, di cui era rimasto colpito.

“È troppo costoso soggiornare in un hotel o AirBnB a Doha, quindi questa è stata un’ottima opzione.”

Il villaggio dei fan di Free Zone si trova a circa 20 minuti di metro dal centro di Doha ma al momento è un po’ come entrare in un mondo distopico.

C’è poco altro intorno al villaggio – uno o due cantieri e una strada principale – quindi il personale ti indirizza rapidamente alla reception, che è a 10 minuti a piedi attraverso un vasto parcheggio.

C’è una fila infinita di portacabine, organizzate in diversi colori e mappate in ordine alfabetico, che si allungano in lontananza, con grandi gazebo contenenti centinaia di tavoli e sedie vuoti.

Campi da basket, palestre all’aperto e un enorme schermo televisivo sono sparsi per il complesso dove i fan possono giocare e rilassarsi.

Quando la CNN ha fatto visita venerdì, solo una manciata di fan era in giro, anche se se ne aspettano molti di più nel corso del torneo.

Anche la navigazione si sta rivelando un po’ problematica: i Leung ammettono di essersi persi nelle apparentemente infinite strade improvvisate che collegano il villaggio. Ci sono, tuttavia, scooter elettrici per spostarsi e il personale ti accompagnerà persino a casa tua in un golf cart.
I Leung lavorano nei media e hanno viaggiato da Hong Kong per vedere la loro squadra del cuore, l’Olanda, al Qatar 2022.

“Al momento è molto tranquillo, ma ci sono opzioni di ristorazione e le camere sono carine, ma un po’ piccole”, aggiunge Kennis.

Mentre i tifosi come i Leung sono alle prese con la possibilità di trovare i loro piedi in Qatar venerdì, sono stati accolti dalla notizia che l’organo di governo mondiale del calcio FIFA ha fatto un’inversione di marcia e che non saranno venduti alcolici negli otto stadi che ospiteranno il 64 del torneo .

Per quei tifosi con un budget limitato e che non possono permettersi ciò che viene offerto dagli hotel, otto I villaggi dei fan offrono opzioni di “campeggio informale e stile cabina”.

Alcuni visitatori della Coppa del Mondo, tuttavia, sono rimasti meno colpiti dall’offerta.

“Ci sono così tante cabine e container e c’è un grande schermo su cui possiamo guardare tutti insieme le partite ma la sistemazione, beh… Cosa posso dire?” Fei Peng dalla Cina, che è qui per guardare oltre 30 partite di Coppa del Mondo, ha detto a CNN Sport.

“Questa è l’opzione migliore che possiamo permetterci. È così costoso a Doha che non possiamo aspettarci di più”.

Una notte nella cabina del fan village della Free Zone parte da $ 207 a notte, secondo l’agenzia ufficiale per gli alloggi della Coppa del Mondo del Qatar, ma si possono trovare opzioni più economiche a Caravan City, a $ 114 a notte.

E se il tuo cuore è in campeggio sotto le stelle, una tenda nel villaggio di Al Khor è disponibile per $ 423 a notte.

Se non hai un budget limitato, una capanna autodefinita “eco farm” fornirà un’opzione più lussuosa a $ 1.023 a notte, mentre un soggiorno su una nave da crociera ti costerà almeno $ 179.

Il container cabina è dotato di letti e aria condizionata.

Molti fan dovrebbero rimanere nei paesi vicini al Qatar, volando dentro e fuori lo stato del Golfo per le partite.

Qatar Airways ha annunciato a maggio di aver stretto una partnership con i vettori regionali per lanciare 160 voli extra giornalieri di andata e ritorno a “prezzi competitivi” che trasporteranno i fan da Dubai, Jeddah, Kuwait, Muscat e Riyadh.

Non ci saranno strutture per il check-in dei bagagli per velocizzare i trasferimenti e saranno messi a disposizione servizi di trasporto dedicati per portare i tifosi dall’aeroporto agli stadi.

Sarà anche possibile guidare da città come Riyadh, Dubai e Abu Dhabi, tutte a meno di sette ore di distanza.
INTERACTIVE: Per Lionel Messi e Cristiano Ronaldo, un ultimo colpo alla gloria della Coppa del Mondo

Chi verrà a Doha dovrà fare i conti con il caldo.

Il torneo è stato spostato nei mesi invernali a causa delle torride temperature estive: la media massima a Doha nella seconda metà di novembre è di circa 28 gradi Celsius (82 gradi Fahrenheit), che è molto meglio rispetto a luglio, quando la Coppa del Mondo sarebbe normalmente concludere, quando la temperatura media alta è di circa 42 gradi Celsius (106 gradi Fahrenheit).

Anche in inverno il caldo consuma energia, se venite da un clima più freddo. Cammina troppo lontano, troppo velocemente e presto ti ritroverai fradicio di sudore e bisognoso di idratazione.

Shade is king e lo staff del torneo, sparsi per Doha, sono molto veloci nel consigliarti di stare lontano dalla luce solare diretta.

Il caldo tende ad attenuarsi un po’, anche se non molto, la sera e le notti sono umide e afose.

Fortunatamente, Doha è completamente attrezzata con aria condizionata all’interno degli stadi e l’architettura delle pareti bianche contribuirà anche a deviare parte dell’intensità del calore.

A soli due giorni dalla prima partita, la nazione sta dando gli ultimi ritocchi ai suoi preparativi mentre si prepara per una Coppa del Mondo come nessun’altra.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *