Waymo svela il MINIVAN autonomo, completamente elettrico senza volante – in espansione ride-hailing

Waymo svela un MINIVAN autonomo e completamente elettrico che non ha volante o pedali – ma sfoggia tre touchscreen – in ulteriore spinta per l’espansione del ride-hailing

  • Waymo ha presentato un minivan completamente elettrico senza conducente che può ospitare cinque persone
  • L’elegante veicolo non ha volante, pedali e specchietti, ma ha porte scorrevoli automatizzate e tre touch screen
  • Waymo offre attualmente una qualche forma di servizi di robotaxi in due stati, Arizona e California
  • “I veicoli possono diventare un luogo per intrattenere gli amici, un ufficio mobile per riunioni, una stanza in cui i bambini possono studiare o un salotto rilassante”, ha detto il partner di Waymo Geely

Waymo ha svelato un minivan autonomo, completamente elettrico, senza ruote, pedali o specchietti che rappresenta una scommessa sul futuro del ride-hailing.

La società, che è una sussidiaria della casa madre di Google Alphabet, sta collaborando con il marchio Zeekr di Geely Group e lo ha progettato come un veicolo completamente elettrico ottimizzato per il trasporto come servizio (TaaS).

Waymo offre attualmente una qualche forma di servizi di robotaxi in due stati, Arizona e California, e questa settimana ha mostrato il minivan a un evento stampa di Los Angeles.

Il veicolo bianco dall’aspetto elegante ha porte scorrevoli che ricordano la metropolitana di New York City, ma non ha ruote, specchietti o pedali.

All’interno ci sono tre touch screen – dove i passeggeri possono ascoltare musica o scegliere una destinazione – e spazio sufficiente per cinque persone.

Waymo ha svelato un minivan autonomo, completamente elettrico senza ruote, pedali o specchietti che rappresenta una scommessa sul futuro del ride-hailing

La società, che è una consociata della casa madre di Google Alphabet, sta collaborando con il marchio Zeekr di Geely Group e lo ha progettato come un veicolo completamente elettrico ottimizzato per il trasporto come servizio (TaaS)

La società, che è una consociata della casa madre di Google Alphabet, sta collaborando con il marchio Zeekr di Geely Group e lo ha progettato come un veicolo completamente elettrico ottimizzato per il trasporto come servizio (TaaS)

“I veicoli possono diventare un luogo per intrattenere gli amici, un ufficio mobile per riunioni, una stanza in cui i bambini possono studiare o un salotto rilassante dove rilassarsi e prendere un po’ di ZZZ”, ha dichiarato Geely in un comunicato stampa. “Gli utenti devono solo fare un passo dentro e rilassarsi mentre sono in movimento.”

Secondo ArsTechnica, c’è un sensore cilindrico ripetuto sei volte sul veicolo, che molto probabilmente è LIDAR, oltre a sensori aggiuntivi montati in basso nella parte anteriore e posteriore.

Il CEO di ZEEKR, Andy AN, ha dichiarato: “La presentazione di SEA-M di ZEEKR ha mostrato i punti di forza e il potenziale tecnologico del marchio.

“Andando avanti, ZEEKR continuerà a lavorare con grandi partner globali per supportare una mobilità intelligente migliore e più sostenibile per tutti”.

Waymo ha aperto la scorsa settimana il suo servizio di trasporto senza conducente nel centro di Phoenix a tutti i membri del pubblico in generale in una significativa espansione della tecnologia in una grande città.

La notizia è arrivata il giorno dopo che Waymo ha ottenuto il suo permesso di distribuzione senza conducente dal Dipartimento dei veicoli a motore della California, che consente a Waymo di addebitare servizi autonomi, come la consegna, a San Francisco – ed è un passo verso la distribuzione completa dei taxi senza conducente nel Golden Stato.

La società aveva precedentemente operato il servizio senza conducente nel centro di Phoenix solo per le persone nel suo programma di “tester di fiducia”.

L'elegante veicolo bianco ha porte scorrevoli che ricordano la metropolitana di New York City, ma non ha ruote, specchietti o pedali

L’elegante veicolo bianco ha porte scorrevoli che ricordano la metropolitana di New York City, ma non ha ruote, specchietti o pedali

All'interno ci sono tre touch screen - dove i passeggeri possono ascoltare musica o scegliere una destinazione - e spazio sufficiente per cinque persone

All’interno ci sono tre touch screen – dove i passeggeri possono ascoltare musica o scegliere una destinazione – e spazio sufficiente per cinque persone

L’offerta di Waymo nel centro di Phoenix consentirà a chiunque scarichi l’app e chieda un passaggio nell’area di servizio di Waymo di pagare per quella che l’azienda definisce un’esperienza “solo per motociclisti” in una delle sue flotte di Jaguar I-Pace EV.

All’inizio di questo mese, Waymo ha anche lanciato corse – con un autista sul sedile anteriore – per l’aeroporto di Phoenix dal centro della città, secondo TechCrunch.

L’azienda ha attualmente oltre 700 veicoli nella sua flotta, che include un mix di veicoli elettrici Jaguar I-Pace e minivan Chrysler Pacifica Hybrid, oltre ai camion di classe 8.

La maggior parte di questi veicoli si trova in Arizona, California e Texas e viene utilizzata per test e operazioni commerciali.

LE AUTO A GUIDA AUTONOMA “VEDONO” UTILIZZANDO LIDAR, TELECAMERE E RADAR

Le auto a guida autonoma utilizzano spesso una combinazione di normali telecamere bidimensionali e unità “LiDAR” di rilevamento della profondità per riconoscere il mondo che le circonda.

Tuttavia, altri fanno uso di telecamere a luce visibile che catturano immagini delle strade e delle strade.

Sono addestrati con una ricchezza di informazioni e vasti database di centinaia di migliaia di clip che vengono elaborati utilizzando l’intelligenza artificiale per identificare con precisione persone, segnali e pericoli.

Nella scansione LiDAR (rilevamento e portata della luce), utilizzata da Waymo, uno o più laser emettono brevi impulsi, che rimbalzano quando colpiscono un ostacolo.

Questi sensori scansionano costantemente le aree circostanti alla ricerca di informazioni, fungendo da “occhi” dell’auto.

Sebbene le unità forniscano informazioni sulla profondità, la loro bassa risoluzione rende difficile rilevare oggetti piccoli e lontani senza l’aiuto di una normale telecamera collegata in tempo reale.

Nel novembre dello scorso anno Apple ha rivelato i dettagli del suo sistema di auto senza conducente che utilizza i laser per rilevare pedoni e ciclisti a distanza.

I ricercatori Apple hanno affermato di essere stati in grado di ottenere “risultati molto incoraggianti” nell’individuare pedoni e ciclisti solo con i dati LiDAR.

Hanno anche scritto di essere in grado di battere altri approcci per il rilevamento di oggetti tridimensionali che utilizzano solo LiDAR.

Altre auto a guida autonoma generalmente si affidano a una combinazione di telecamere, sensori e laser.

Un esempio sono le auto a guida autonoma di Volvo che si affidano a circa 28 telecamere, sensori e laser.

Una rete di computer elabora le informazioni che, insieme al GPS, generano una mappa in tempo reale degli oggetti in movimento e fermi nell’ambiente.

Dodici sensori a ultrasuoni attorno all’auto vengono utilizzati per identificare oggetti vicini al veicolo e supportare la guida autonoma a basse velocità.

Un radar a onde e una telecamera posizionati sul parabrezza leggono i segnali stradali e la curvatura della strada e possono rilevare oggetti sulla strada come altri utenti della strada.

Anche quattro radar dietro i paraurti anteriore e posteriore individuano gli oggetti.

Due radar a lungo raggio sul paraurti vengono utilizzati per rilevare i veicoli in rapido avvicinamento da molto dietro, il che è utile sulle autostrade.

Quattro telecamere, due sugli specchietti retrovisori, una sulla calandra e una sul paraurti posteriore, monitorano gli oggetti in prossimità del veicolo e le linee di demarcazione della corsia.

annuncio

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *