HC blocca il cavo TV e i fornitori di servizi Internet dallo streaming delle partite della Coppa del Mondo FIFA

CHENNAI: L’Alta Corte di Madras ha impedito ai fornitori di servizi via cavo e Internet di alcuni paesi di trasmettere le partite di calcio che si terranno alla Coppa del Mondo FIFA in Qatar dal 20 novembre.

Il giudice M Sundar ha concesso l’ingiunzione venerdì mentre emetteva ordini provvisori su una domanda derivante da una causa civile di VIACOM-18 Media.

Il ricorrente ha presentato un fumus boni iuris per la concessione dell’ingiunzione, ha affermato il giudice. È titolare dei diritti d’autore sull’evento sportivo. Porterà a una situazione irreversibile e quindi è stato soddisfatto anche un danno irreparabile incapace di parametro di risarcimento, ha affermato il giudice.

“Pertanto, ci sarà un ordine di ingiunzione provvisoria che impedirà ai convenuti o a qualsiasi altra persona o entità di violare il copyright dell’evento sportivo ‘FIFA World Cup 2022’ in qualsiasi modo in modo da impedire la copia, la trasmissione, la comunicazione, la visualizzazione, rilascio, proiezione, hosting, streaming, caricamento, download, esibizione, riproduzione ed esibizione dell’evento”, ha affermato il giudice. A tal fine, qualora si rendesse necessario il blocco di siti/pagine web, le autorità interessate provvederanno in tal senso. L’ingiunzione provvisoria opera per un periodo di quattro settimane, vale a dire, fino al 16 dicembre nei termini di cui sopra, ha aggiunto il giudice e ha inviato la questione per ulteriore udienza in quel giorno.

In precedenza, l’attore ha affermato di aver ottenuto la licenza e vari diritti mediatici, tra cui TV e radio esclusive, diritti di trasmissione mobile per i territori di Bangladesh, Bhutan, India Maldive, Nepal, Pakistan e Sri Lanka e dalla Federation Internationale De Football Association ( FIFA) per la Coppa del Mondo FIFA Qatar 2022.

In questa situazione, diversi fornitori di servizi via cavo e Internet sono coinvolti in attività illegali e ritrasmissione non autorizzata, registrazione, streaming, clip audiovisive ed eventi sportivi integrali trasmessi dall’attore e tali attività causerebbero gravi perdite, danni e pregiudizio al querelante. Ha i diritti esclusivi per trasmettere l’evento.

Ha investito ingenti somme di denaro nell’acquisizione della licenza e dei diritti esclusivi, secondo il motivo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *