I caricatori hanno speranze di playoff e corpi più sani contro i capi

I Chargers hanno rotto il campo di addestramento ad agosto.

Poi, si sono semplicemente rotti.

“Ci sono stati così tanti pezzi in movimento”, ha detto il linebacker Drue Tranquill. “Sembra che non abbiamo avuto una serie di giochi in cui tutti hanno giocato insieme”.

Una serie di giochi? I Chargers non hanno avuto un solo gioco di essere completamente integri.

Nella loro apertura di stagione, mancavano il cornerback JC Jackson. Nella settimana 2, erano senza il ricevitore largo Keenan Allen. Sono entrati nella settimana 3 meno Jackson e il centro Corey Linsley e sono usciti dalla settimana 3 senza Joey Bosa e Rashawn Slater.

Da allora, la porta girevole non ha smesso di girare.

Una mancanza di continuità nel calcio può influenzare tutto, dalla chimica alla comunicazione, eppure i Chargers hanno tenuto le cose insieme abbastanza bene nonostante tutti i loro infortuni per arrivare alla settimana 11 sul 5-4 con speranze di playoff.

Ora, domenica sera al SoFi Stadium affronteranno Kansas City, leader dell’AFC West, la loro seconda apparizione consecutiva in prima serata con la possibilità di dimostrare che sono degni – parti del corpo malate e tutto il resto – della ripetuta esposizione nazionale.

“Hai visto quanti infortuni abbiamo avuto, ma non possiamo trovare scuse”, ha detto la sicurezza Derwin James Jr.. “Non importa a nessuno. A KC non importa. Dobbiamo andare a giocare”.

I Chargers hanno visto alcuni segnali positivi dal punto di vista della salute venerdì quando Allen e il collega ricevitore largo Mike Williams, che sono stati designati come discutibili per il gioco, hanno entrambi espresso ottimismo sull’affrontare i Chiefs.

Allen ha giocato solo 45 scatti in questa stagione a causa di un problema al tendine del ginocchio e Williams ha saltato le due partite precedenti mentre si stava riprendendo da una distorsione alla caviglia.

Ancora meglio, il placcaggio destro Trey Pipkins III è stato rimosso dal rapporto sugli infortuni dopo aver saltato una partita a causa di una persistente distorsione al ginocchio. Dovrebbe rientrare nella formazione titolare.

I Chargers del 2022 avrebbero dovuto sfidare Kansas City per la supremazia in una divisione prevista come profonda e pericolosa. Invece, i Chiefs hanno aperto un vantaggio di due partite mentre Denver e Las Vegas sono appassite.

Senza un elenco completo, i Chargers non hanno avuto alcuna possibilità di realizzare il loro pieno potenziale. La loro strada verso un record rispettabile è arrivata contro il programma più semplice della NFL fino ad oggi, gli avversari dei Chargers hanno vinto solo il 41,1% delle loro partite.

Gli infortuni si verificano in tutta la NFL, ma questa squadra ha assorbito una serie inesorabile di perdite a lungo termine per alcuni dei suoi giocatori più significativi.

In risposta, i Chargers hanno dovuto affidarsi maggiormente a coloro che non avrebbero avuto ruoli importanti o, in alcuni casi, nessun ruolo. Hanno riempito i giocatori della loro squadra di allenamento, della squadra di allenamento di Cleveland, del filo di rinuncia e della strada.

“Anche se non siamo stati in grado di vedere com’è questa squadra al 100%, abbiamo una buona istantanea di ciò di cui è fatta l’anima di questa squadra”, ha detto il guardalinee difensivo Morgan Fox. “Abbiamo visto molti ragazzi emergere in ruoli e fare un buon lavoro”.

Ad esempio, Fox ha indicato Breiden Fehoko, che è uscito dalla squadra di allenamento per giocare 42 scatti lo scorso fine settimana contro San Francisco mentre i Chargers hanno affrontato le crescenti assenze lungo il loro fronte difensivo.

Alla fine di quella sconfitta per 22-16 contro i 49ers, Fox, Fehoko e Sebastian Joseph-Day erano gli unici uomini di linea difensivi disponibili, ognuno dei quali ha giocato a lungo in un quarto quarto durante il quale San Francisco aveva il possesso per 12:38.

“Stavamo ridendo per il dolore”, ha detto Fox. “Vi guardate l’un l’altro e soffrite insieme. Solo tre ragazzi che combattono”.

Tranquill l’ha definita “pura durezza” che ha portato Fox, Fehoko e Joseph-Day fino alla fine del gioco. Ha detto che il loro sforzo collettivo è stato fonte di ispirazione, in particolare con 15 delle 25 giocate del quarto trimestre dei 49ers in corso.

“Quei ragazzi non sono costruiti per giocare ogni scatto”, ha detto Tranquill. “Una rotazione è la chiave. Quando perdi la tua rotazione, è davvero difficile per un omone che pesa 300 libbre. Pensavo che quei ragazzi mostrassero una tenacia incredibile.

Affrontare i Chiefs richiederà tenacia e altro, questi rivali hanno giocato sei partite a punteggio singolo negli ultimi otto incontri. La domenica sera, i Chargers hanno ottenuto cinque piazzamenti consecutivi con un punteggio.

Con Allen e Williams attesi di ritorno, l’attacco dei Chargers sarebbe più vicino al completamento di quanto non lo sia stato dalla settimana 1. Avevano tutti gli 11 titolari previsti nella formazione quel pomeriggio, fino a quando Allen è caduto nel secondo quarto.

“Sono due dei migliori nel gioco”, ha detto il quarterback Justin Herbert. “Significa un tono per noi averli là fuori e avere una possibilità per loro di giocare”.

Le loro possibilità per domenica sembrano buone. Le possibilità dei Chargers, se Allen e Williams tornano, suonano meglio.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *