India cricket board licenzia i selezionatori dopo l’uscita dalla Coppa del Mondo



Il consiglio di cricket indiano ha licenziato l’intero comitato di selezione, guidato dall’ex lanciatore veloce Chetan Sharma, e ha lanciato la richiesta di sostituzioni dopo l’umiliante uscita della squadra dalla Coppa del Mondo T20.

Gli uomini di Rohit Sharma hanno subito un thrashing di 10 wicket contro l’Inghilterra durante la semifinale all’Adelaide Oval la scorsa settimana, spingendo una nuova ricerca interiore da parte di una squadra che ha vinto l’ultima volta un titolo mondiale al Champions Trophy 2013.

La loro uscita ha sgomento la legione di fan irriducibili dell’India e ha spinto i commentatori e il pubblico a chiedere che la testa si muovesse.

Dal giorno dopo la sconfitta era stata ipotizzata una grande scossa, ma il Board of Control for Cricket in India (BCCI) ha compiuto un grande passo venerdì sera quando ha rilasciato una dichiarazione in cui invitava nuove candidature a ricoprire tutte e cinque le posizioni della sua giuria .

Arriva un mese dopo che il vincitore della Coppa del Mondo Roger Binny è stato nominato capo del ricco consiglio di amministrazione per sostituire Sourav Ganguly, che secondo quanto riferito è stato costretto a lasciare in una rissa politica.

I rapporti dopo la sconfitta dell’Inghilterra hanno anche affermato che la squadra T20 subirà un’importante transizione, con importanti giocatori senior tra cui Rohit, Virat Kohli e Ravichandran Ashwin che verranno gradualmente eliminati.

Rohit, 35 anni, attualmente guida l’India in tutti e tre i formati del gioco.

Il quotidiano Indian Express ha affermato che alla nuova giuria sarà affidata la responsabilità di nominare capitani separati per vari formati.

“La divisione del capitano era la probabile direzione in cui andrà il cricket indiano dopo che la sua grande siccità del trofeo ICC è continuata”, ha detto in un rapporto di sabato.

Hardik Pandya, che attualmente guida la squadra indiana T20 per una breve serie di tre partite contro la Nuova Zelanda, è il favorito per prendere le redini nel formato più breve.

Il tuttofare quest’anno ha portato i Gujarat Titans al titolo della Premier League indiana nella loro stagione inaugurale.

La prima partita dell’India contro i Black Caps è stata spazzata via venerdì senza che una sola palla fosse stata lanciata e le squadre si incontreranno domenica prossima a Mount Maunganui.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *