L’inflazione rimane la battaglia chiave per le tue finanze

Un giorno prima della dichiarazione d’autunno, i dati ufficiali hanno mostrato che l’inflazione nel Regno Unito ha raggiunto il massimo degli ultimi 41 anni dell’11,1%. Quindi non è stata una sorpresa che il cancelliere Jeremy Hunt abbia affermato che il suo obiettivo principale era quello di aiutare la Banca d’Inghilterra a sconfiggere gli aumenti dei prezzi interni, che dovrebbero rimanere al 7,4% l’anno prossimo.

Ma questo serve solo a evidenziare la mancanza di rialzi inflazionistici per le indennità esentasse per risparmiatori e investitori. Il cancelliere sembra pensare che chiunque abbia risparmi in eccesso rientri nella categoria che descrive come avere “le spalle più larghe”, giustificando i suoi tagli ai dividendi e alle detrazioni fiscali sulle plusvalenze.

Questo dà il tono per un’ulteriore riduzione delle nostre preziose indennità? temo di si.

L’indennità pensionistica standard a vita è stata di £ 1.073.100 dal 2020 e rimane congelata, penalizzando le strategie di investimento di successo e coloro che si sono impegnati a versare contributi. Allo stesso modo, l’indennità pensionistica annuale è rimasta ferma a £ 40.000 dal 2014 e l’indennità annuale del conto di risparmio individuale di £ 20.000 non è aumentata da aprile 2017.

Se non ottenessi un aumento di stipendio inflazionistico, protesteresti. E dovrebbe essere lo stesso con le indennità fornite per aiutarti a pagare la tua pensione. Quindi scrivi al tuo MP.

Nel frattempo, se non sei riuscito a ripulire le tue finanze primaverili o estive, allora l’autunno può essere un buon momento per fare il punto, mitigare i danni causati dalle gelide evasioni fiscali e dai blocchi furtivi e considerare come impedire all’inflazione di erodere le tue finanze. i soldi.

Da un lato, la situazione fiscale non è così grave come potrebbe sembrare: le indennità rimangono generose e le statistiche HMRC mostrano che raramente vengono utilizzate al massimo. Inoltre, il cancelliere ha ceduto alle pressioni sul fondamento del reddito pensionistico: ripristinare il triplo blocco della pensione statale, il che significa che il beneficio aumenterà del 10,1% ad aprile.

Ma non ci sono garanzie che la tripla chiusura rimarrà intatta per un secondo anno. Sebbene la Banca d’Inghilterra abbia previsto che l’inflazione potrebbe scendere al 7,9% entro il terzo trimestre del prossimo anno, mantenere il triplo blocco in vigore per il 2024 rimarrà costoso. Se l’inflazione rimane alta, non riesco a vedere come dare ai pensionati aumenti legati all’inflazione sia sostenibile quando gli infermieri e altri lavoratori del settore pubblico scioperano per l’equivalente.

E mentre il cancelliere dà con una mano, con l’altra toglie (alcuni). Il congelamento delle soglie di imposta sul reddito in un momento di inflazione alle stelle è un modo furtivo per aumentare più tasse da tutte le fasce d’età.

La combinazione della pensione statale che sale a £ 10.000, più gli aumenti legati all’inflazione alle pensioni del settore pubblico e privato sul posto di lavoro, significa che almeno mezzo milione in più di ultrasessantacinquenni dovrà pagare l’imposta sul reddito, secondo i calcoli LCP.

Nel frattempo, c’è una revisione dell’età della pensione statale del governo in arrivo nel gennaio 2023. Chiunque abbia meno di 50 anni dovrebbe aspettarsi che la data di inizio della pensione statale venga spostata a 70 anni e, nel caso degli under 45, possibilmente a 75 anni.

Questo è un motivo in più per investire ora per colmare il divario. E di utilizzare l’Isas, che non solo mette al riparo i risparmi dall’imposta sui dividendi e sulle plusvalenze, ma non sarà nemmeno soggetta ad aggravio fiscale in pensione.

Se stai molto bene o hai ricevuto un guadagno inaspettato, ricorda di utilizzare anche gli assegni del coniuge e considera gli assegni Junior Isa per i bambini, fissati a £ 9.000 all’anno.

Gli investitori con investimenti tassabili possono utilizzare le agevolazioni Bed e Isa – per vendere esentasse e poi reinvestire tramite lo scudo fiscale – per mitigare i tagli alle plusvalenze e alle indennità sui dividendi. Inoltre, i contribuenti con aliquote più elevate possono trasferire investimenti imponibili ai familiari in scaglioni fiscali inferiori.

Anche tutti coloro che si avvicinano alla pensione dovrebbero prendere in considerazione la possibilità di massimizzare i loro contributi pensionistici, poiché lo sgravio fiscale anticipato genera un ritorno sull’investimento che può aiutare a battere l’inflazione.

I contribuenti con aliquote più elevate beneficiano ancora di uno sgravio fiscale anticipato completo sulle pensioni, quindi usalo finché dura, poiché un’aliquota forfettaria del 30% per tutti è stata proposta come un modo per trattare i redditi più bassi in modo più equo.

Inoltre, chiedi un aumento di stipendio e ricorda che qualsiasi cosa inferiore all’inflazione avrà un effetto a catena sui tuoi contributi pensionistici, compresi quelli provenienti dal tuo reddito personale e dal governo e dal tuo datore di lavoro.

Un’inflazione elevata significa che puoi anche vedere erodere il valore dei tuoi risparmi in contanti, quindi assicurati che i tuoi depositi funzionino il più duramente possibile. Il sito Web di confronto dei risparmi Moneyfacts.co.uk sceglie il deposito a tasso fisso di 18 mesi da Union Bank of India (UK) Ltd, pagando il 4,55%, e il conto con preavviso di 120 giorni da Gatehouse Bank, pagando il 3%. Un altro modo per tenere il passo con le variazioni dei tassi è utilizzare una piattaforma di risparmio, come Hargreaves Lansdown Active Savings.

Ma nonostante il momento difficile per i mercati, un nuovo sondaggio di Interactive Investor ha rilevato che più di due terzi (67%) degli investitori ritiene che questo sia un buon momento per investire.

Hargreaves Lansdown afferma di aver visto un crescente interesse per i fondi di risorse ed energia che beneficiano dell’aumento dei prezzi delle materie prime, e il suo principale settore di fondi nel mese prima della dichiarazione d’autunno era il Nord America.

Nel frattempo, il FTSE 100 offre esposizione a settori che mostrano resilienza in periodi economici più difficili, come i beni di consumo di base, la sanità e i servizi di pubblica utilità. Le grandi società britanniche in questi settori sembrano a buon mercato rispetto alle valutazioni storiche e a quelle di altri mercati sviluppati. Molti offrono anche un rendimento da dividendi elevato.

In teoria, alcune attività offrono una protezione dall’inflazione integrata, ad esempio infrastrutture, proprietà e obbligazioni indicizzate. Tuttavia, il rischio è che qualsiasi beneficio derivante dal loro reddito legato all’inflazione sia minato dal “declassamento” dei loro prezzi causato da tassi di interesse più elevati.

Quindi, se disponi già di un portafoglio di investimenti ben strutturato e diversificato per settore, area geografica e classi di attività, ignorerei il rumore del mercato, manterrei la calma e andrei avanti.

Concentrati su ciò che puoi controllare, come il costo di ciò che paghi per investire. Il passaggio a fondi più economici e piattaforme di investimento a basso costo può aumentare significativamente i rendimenti quando i risparmi vengono accumulati nell’arco di diversi decenni. Potrebbe essere la tua arma più potente nella lotta contro l’inflazione.

Ma, se i tuoi investimenti falliscono, forse riconsidera i tuoi piani per lasciare un’eredità. Molti millennial preferirebbero che i loro genitori si concentrassero sul mantenere riserve di cassa per finanziare una pensione confortevole e aiutare con il costo della vita, piuttosto che tramandare troppo.

Oppure pensa al ridimensionamento. Halifax afferma che trasferirsi in una casa con una camera da letto più piccola porterebbe, in media, a raccogliere 120.820 sterline. Questa è un’utile rete di sicurezza se le future politiche fiscali comportano più problemi per le tue finanze.

Moira O’Neill è una scrittrice freelance di denaro e investimenti. Cinguettio: @MoiraONeillInstagram @MoiraOnMoneye-mail: moira.o’neill@ft.com

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *