Prime Infra guidato da Razon spenderà P55B per progetti energetici e idrici

Prime Infrastructure Capital Inc. (Prime Infra) sborserà circa 55 miliardi di sterline per sviluppare vari progetti che hanno lo scopo di aggiungere valore ai suoi segmenti di attività principali.

Giovedì, durante una conferenza stampa, Guillaume Lucci, Presidente e CEO di Prime Infra, ha dichiarato che l’azienda è “ben posizionata” per costruire progetti a sostegno degli obiettivi di sostenibilità più urgenti: energia, accesso all’acqua pulita, gestione dei rifiuti e infrastrutture critiche praticabili.

Ha detto che fino a P55 miliardi di capitale proprio sono stati identificati per finanziare i progetti esistenti e quelli che sono in cantiere.

“Abbiamo bisogno di circa 50-55 miliardi di sterline per sostenere i nostri progetti”, ha affermato Lucci.

Prime Infra ha affermato che il suo portafoglio energetico è sempre stato allineato con l’obiettivo del governo nazionale di raggiungere l’indipendenza e la sicurezza energetica, riducendo al contempo la dipendenza del paese dai combustibili fossili.

Ha recentemente completato l’acquisizione della quota operativa del 45% nel progetto di gas-to-power in acque profonde di Malampaya. Il prossimo passo è sostenere ed espandere la produzione di gas alla luce della crescente domanda di elettricità.

L’azienda sta inoltre ampliando il proprio portafoglio energetico investendo pesantemente nelle energie rinnovabili: solare, idroelettrico, waste-to-fuel e una centrale elettrica a gas in Iraq.

È stato riferito che Prime ha investito almeno P200 miliardi in Terra Solar Philippines per costruire un impianto solare che sarebbe il più grande impianto solare a contratto al mondo.

“L’impegno che è stato preso nei confronti di Terra Solar è di P200 miliardi. Tieni presente che finanziamo i nostri progetti con finanziamenti di progetto a livello di asset “, ha affermato Lucci.

Prime Infra si impegna inoltre a fornire in tempo infrastrutture idriche vitali. Proprio di recente, la sua controllata, WawaJVCo Inc., ha avviato le operazioni commerciali della fase 1 del progetto Bulk Water Supply Project nella provincia di Rizal, che consegnerà i primi 80 milioni di litri al giorno di acqua non depurata a Manila Water Co. e Metropolitan Waterworks and Sewerage System.

La costruzione della Fase 2 del progetto dovrebbe essere completata entro il 2025.

Questi progetti, ha affermato Lucci, supportano l’obiettivo dell’azienda di costruire vite migliori ed economie resilienti attraverso infrastrutture critiche.

“Come puoi vedere, non ci siamo mai fermati; siamo sempre avanti e sempre in movimento e alla ricerca di opportunità. Continueremo a farlo, rimanendo fedeli al nostro scopo nei segmenti di mercato che serviamo”, ha affermato Lucci. “Il nostro vantaggio è che siamo un management molto disciplinato. Siamo assolutamente implacabili e sempre in movimento e due passi avanti”.

“In realtà facciamo le cose. Il nostro track record è comprovato, quando si tratta di intensificare e portare a termine le cose in contesti complessi”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *